Ambiente

AMBIENTE

Sabato 4 gennaio a Malindi tutti in acqua a pulire l'oceano!

Underwater Clean Up a Silversand con Malindi Greenandblue e KWS

28-12-2019 di redazione

Sabato 4 gennaio per la prima volta a Malindi tutti gli appassionati di diving, snorkeling e gli amanti dell’Oceano Indiano sono chiamati a partecipare all’Underwater Clean Up, la pulizia dei fondali e della barriera corallina davanti alla spiaggia di Silversand. L’evento è organizzato dal movimento Malindi Green And Blue e dal Kenya Wildlife Service. Ci si ritrova alle 3 del pomeriggio davanti all’Osteria Beach per questo insolito bagno di grande utilità ed esempio per la riserva marina di Malindi. Turisti e residenti sono invitati a partecipare.
Le Aree Marine Protette di Malindi sono dotate di una complessa diversità di fondali, costoni e barriere coralline con più di 60 generi corallini rappresentati. La caratteristica geofisica distintiva nella parte settentrionale del sito è la foce del fiume Sabaki, che si apre nella baia di Malindi.
La riserva marina è stata costituita con l’obbiettivo della conservazione della barriera corallina della costa keniana, che corre lungo la maggior parte della linea costiera e che forma un sistema di biodiversità secondo solo alle foreste pluviali tropicali. Le aree protette più grandi racchiudono anche importanti siti di riproduzione per uccelli marini migratori, mammiferi marini e tre specie di tartarughe.
Il litorale del Parco è un'attraente spiaggia di sabbia corallina. La bassa marea espone più sabbia e macchie di alghe, interrotte da pozze e canali poco profondi.
L'Area Marina Protetta di Malindi sta subendo da anni una crescente pressione da parte degli insediamenti umani e delle attività di sviluppo.
Tra le cause vicine o le minacce dirette al Parco che contribuiscono alla perdita di biodiversità dell'ecosistema vi sono: la raccolta non sostenibile delle mangrovie, lo sfruttamento eccessivo delle risorse ittiche, le pratiche di pesca distruttive, l'urbanizzazione, la costruzione di strutture turistiche, l'aumento delle precipitazioni e la deposizione di sedimenti dovuti a cattive pratiche di coltivazione a monte, l'inquinamento e lo sbiancamento dei coralli.
Da quanto sopra esposto è quindi importante pianificare come mitigare le suddette minacce. Una delle misure è quella di effettuare la pulizia subacquea da parte di subacquei professionisti. Si tratta di un'attività che normalmente svolgiamo due volte all'anno qui a Malindi e nel Parco Marino di Watamu. Tuttavia, potremmo non essere in grado di ripulire l'intera area come previsto a causa del fatto che le nostre risorse umane e finanziarie sono limitate. “È per questo motivo che ci rivolgiamo a tutti voi per partecipare e sostenerci in questa importante attività di pulizia subacquea prevista il 4 gennaio 2020 – dice la chairman della Progress Welfare Association of Malindi, Kate Mwikali - nel Parco Marino di Malindi. Questo coinvolgerà subacquei professionisti e insieme ai Ranger Divers professionisti del KWS”.

TAGS: ambiente kenyaclean up kenyamalindi green and blue

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

http://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

"Gli albergatori si uniranno al movimento Malindi Green And Blue e a tutti i cittadini per...

LEGGI L'ARTICOLO

Per il settimo mese di seguito i cittadini responsabili di Malindi riuniti sotto l’egida del movimento...

LEGGI L'ARTICOLO

Bastano trenta minuti al giorno da dedicare alla raccolta di rifiuti davanti alla propria attività, hotel o negozio che sia, ma...

LEGGI L'ARTICOLO

L’appuntamento è fissato per questo pomeriggio alle 15 sulla spiaggia di Silversand, davanti all’Osteria...

LEGGI L'ARTICOLO

Una giornata davvero fantastica a Mambrui, per il primo Clean Up del Paese a nord di ...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Il movimento Malindi Green And Blue e i suoi clean up, le giornate di pulizia mensile, hanno...

LEGGI L'ARTICOLO

Un anno di Malindi Green And Blue, dodici mesi di pulizia ogni secondo sabato del mese, una ...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo la pulizia della spiaggia con il KWS di sabato scorso, questa settimana l’undici gennaio si torna a,,,

LEGGI L'ARTICOLO

Per il decimo mese di seguito, senza contare le tante pulizie della spiaggia, i cittadini responsabili di...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Grazie al decreto legge della Contea e ad uno studio ed un progetto dalla Germania e donazioni straniere...

LEGGI L'ARTICOLO

Questo sabato, 9 novembre, sarà la nona volta che un gruppo sempre più folto di cittadini di ...

LEGGI L'ARTICOLO

Per il sesto mese consecutivo Malindi è scesa in strada a pulire un quartiere della cittadina, ma ...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LA GALLERY

Continuità e buona volontà, questo il segreto per raggiungere obbiettivi tangibili. I residenti di Mambrui si ...

LEGGI L'ARTICOLO

Un “Recycle Education Centre” in uno dei quartieri più disagiati di Malindi, Soweto di Muyeye.
Questa...

LEGGI L'ARTICOLO

A causa delle forti piogge che da questa notte imperversano su Malindi e la costa keniana, i...

LEGGI L'ARTICOLO