Ambiente

AMBIENTE

Silversand ancora ripulita da volontari e istituzioni

Ancora troppe poche attività di Malindi aiutano

16-02-2020 di Freddie del Curatolo

La speranza è che alla fine di questa seconda grande pulizia organizzata della spiaggia di Silversand e del Parco Marino, le attività che si affacciano su questa parte di litorale, abbiano tutte contribuito con una donazione minima per permetterci di pagare il diesel di chi ha messo GRATUITAMENTE a disposizione le ruspe e i camion, e il pasto ai volontari delle istituzioni che hanno partecipato senza chiedere null'altro in cambio ma anzi fornendo un aiuto indispensabile. Ormai chi ci legge l'ha capito, dobbiamo muoverci noi per primi per risolvere la situazione, e per noi non intendo il movimento ambientalista o qualche imprenditore illuminato, per NOI intendo i cittadini responsabili, chiunque tra pubblico e privato abbia a cuore Malindi.
Quando questo succede è tutto più facile, costa tutto meno, si trova unità e soprattutto le istituzioni vengono a riporto.
Così è successo ieri, con la pulizia organizzata della spiaggia dai detriti portati dal fiume. Un'emergenza straordinaria come può esserla, ai massimi sistemi, un terremoto. Non si poteva ignorare l'emergenza e non agire. Quindi bisogna decidere da che parte stare, di quelli che durante il terremoto scavano e aiutano insieme alle istituzioni, anche se magari sono arrivate tardi, anche se sono più i volontari che i dirigenti, anche se i politici ci si fanno belli ecc...tutto questo viene dopo, se continuate a perdonarmi la metafora: per prima cosa PARTECIPARE, dare una mano tutti insieme.
Così ieri dalle 7 del mattino chi ha voluto partecipare era sul campo, coordinato da Sabina Vivaldi e dal Responsabile dell'Ambiente di Malindi Lennox Mwangolo, con i ranger del KWS ed altre associazioni, tra beach operator, comunità maasai e gruppi di giovani.
Chi non ha potuto partecipare ma ha capito lo spirito e la bontà dell'operazione, ha mandato il suo contributo, a mano o con mpesa 0727483855. Chi invece non ha capito o preferisce fare finta di niente per motivi suoi che non ci sentiamo nemmeno di cercare o analizzare, pur lavorando o vivendo a ridosso della spiaggia, pur passeggiandoci e urlando ai quattro venti quanto la ama e ci tiene o lamentandosi perché "il Governo non fa niente", non ha mosso un'unghia, né fisicamente né con una anche minima donazione. Così come due villeggianti proprietari di case al White Beach, vedendo i lavori, hanno messo mano al portafogli dando ognuno la considerevole cifra (per un privato) di Kes. 5000. La cifra da raggiungere per pagare tutte le spese relative ai due giorni di pulizia straordinaria è di Kes. 120.000. In serata non era ancora stata raggiunta la metà. 
C'è tempo fino a stasera per farlo, perché la ruspa sarà impegnata ancora tutto il giorno al Parco Marino, dopo che ieri i camion della Contea hanno portato via in 20 viaggi consecutivi tonnellate di frasche, detriti, plastica e spazzatura varia, riportando la spiaggia ad una dimensione calpestabile e apprezzabile.
Oltre al nome di Driftwood Club, Olimpia Club, White Elephant, Cozy Point Home e Kilili Baharini e a pochi altri che sappiamo stanno arrivando, vorremmo poter ringraziare anche tutti gli altri hotel e ristoranti della zona, ma ancora non possiamo farlo. Ne riparliamo domani...

TAGS: ambiente malindispiaggia malindivolontari malindi

Tante chiacchiere, tanto amore per questa cittadina, tanto dispiacere per come viene trattata la sua natura e l'ambiente.
Domattina ecco l'ennesima buona iniziativa, e vogliamo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un’altra grande operazione del movimento Malindi Green And Blue per la propria cittadina che in questi ...

LEGGI L'ARTICOLO

L’appuntamento è fissato per questo pomeriggio alle 15 sulla spiaggia di Silversand, davanti all’Osteria...

LEGGI L'ARTICOLO

Una grande dimostrazione di unità d’intenti, di collaborazione tra attività di Malindi, Municipio e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

E' una storia che si ripete ogni anno: alla giornata internazionale della pulizia delle spiagge, a cui Malindi partecipa grazie all'organizzazione del Kenya Wildlife Service nella sede del Parco Marino, partecipano molti studenti, tanti volontari locali e anche qualche straniero,...

LEGGI TUTTO

Con la seconda giornata tra Parco Marino e zona Tropical-Driftwood Club si è concluso il weekend di pulizia...

LEGGI L'ARTICOLO

L'occasione è offerta dalla Giornata Mondiale della pulizia delle spiagge, a cui il Kenya partecipa nelle più belle località della costa.
Ma in realtà quella di pulire la spiaggia da detriti, plastica ed altri rifiuti, dovrebbe essere un'abitudine a cui...

LEGGI TUTTO

Il Ministero dell'Ambiente del Kenya ha proibito, con termine ultimo il prossimo 31 marzo, l'utilizzo, la vendita e l'importazione dei sacchetti di ...

LEGGI L'ARTICOLO

Un'altra mezza delusione per chi si attendeva, in periodo di alta stagione, una buona partecipazione di italiani ed altri europei, alla giornata di pulizia della spiaggia di Silversand, indetta dal Kenya Wildlife Service.
L'invito...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Novità di settembre all'OIimpia Club di Casuarina a Malindi.
Da ...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo la nostra "prima buona intenzione del 2019" lanciata online, con la raccolta quotidiana della plastica sulle spiagge di Malindi (LEGGI QUI L'INIZIATIVA) sono tanti i ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Per la dodicesima volta consecutiva ogni mese, più altre iniziative estemporanee, il movimento Malindi Green...

LEGGI L'ARTICOLO

A causa delle forti piogge che da questa notte imperversano su Malindi e la costa keniana, i...

LEGGI L'ARTICOLO

Sentirsi utili e fare qualcosa di buono, per "essere la differenza".
Anastasia ha...

LEGGI L'ARTICOLO

Una festa per celebrare i cinquant'anni del Parco Marino di Malindi e un weekend nel segno della pulizia della spiaggia cittadina e del ...

LEGGI L'ARTICOLO