Amici dello Tsavo

AMICI DELLO TSAVO

Ennesimo elefantino salvato nello Tsavo Est

Prosegue la collaborazione tra italiani e Kenya Wildlife Service

14-08-2017 di Giovanna Grampa

Sono da poco passate le 17.00. siamo al centro Sheldrick in attesa dell’arrivo degli elefanti che a breve riceveranno il latte dai loro biberon quando una telefonata ci segnala un elefantino in difficoltà .
“Cosa è successo ?” chiediamo all’unisono.
Sembra che un elefantino sia finito in una pozza di blackcotton, un fango scivoloso pericolosissimo, simile alle sabbie mobili.
Nel giro di qualche minuto siamo già sulla strada in direzione della Pipeline, attenti e preoccupati e vediamo in lontananza una fila di almeno dieci veicoli, tra pulmini e land cruiser, che sostano in prossimità della pozza.
Scendiamo e la scena che si presenta è preoccupante: un piccolo di circa un annosta  lottando con tutte le sue forze per liberarsi dalla morsa del fango che, ad ogni suo tentativo , lo trascina sempre più a fondo, tra barriti disperati di terrore.
Fortunatamente ha la proboscide libera e riesce a respirare ma è chiaramente stremato e spaventato.
Vicino all’elefantino c’è un signore che più di tutti sta cercando di aiutarlo, si chiama Giuseppe Bonasera, proprietario del Barracuda Resort di Watamu (lo scopriremo poi), che impartisce ordini in swahili e si lancia all’interno della pozza mentre il povero elefante cerca di aggrapparsi anche  alla sua camicia pur di aiutarsi ad uscire.
I tentativi sono numerosi ma senza alcun esito positivo: il cucciolo ha una zampa incastrata nel fango e continua ad agitarsi , terrorizzato anche dalla presenza di troppi turisti che scesi dalle loro auto scattano foto in continuazione.
Nel frattempo Adriano Ghirardello del KWS ha allertato il team dellaSheldrick richiedendo un intervento urgente, visto le condizioni drammatiche dell’elefante che da oltre un’ora è intrappolato nel balckcotton. Siamo tutti coinvolti emotivamente e spaventati all’idea di non riuscire a salvarlo.
La madre del piccolo nel frattempo da lontano ci guarda senza intralciare le operazioni .
Ma ecco finalmente arrivare i soccorsi : imbragano con robuste corde il piccolo e al terzo tentativo è fuori! 
Applausi e lacrime di gioia per una brutta avventura a lieto fine , mentre il piccolo elefante completamente rivestito da una corazza di fango nero inizia a correre  felice per lo scampato pericolo e si ricongiungealla sua mamma che, rimasta a debita distanza in attesa, inizia ad allattarlo.
Il piccolo non ha subito ferite o traumi e si trova in ottime condizioni di salute, rassicurato dalle cure materne e dalle carezze degli altri componenti del branco che nel frattempo lo avevano circondato . Ci allontaniamo mentre il cucciolo sta ancora succhiando avide sorsate di latte.
Un grazie allo staff della fondazione Sheldrick  ancora un volta decisivo, con un ottimo lavoro di squadra, nel salvare un animale in difficoltà in una complicata operazione di soccorso.
 

FOTO GALLERY
TAGS: Elefante KenyaElefantino KenyaTsavo Est KenyaTzavo Est Kenya

Wide Satao, il mitico elefante di oltre quarant'anni, conosciuto dai rangers, dalle guide esperte e dagli appassionati frequentatori dello Tsavo Est per le sue enormi, incredibili zanne, è stato salvato dalle grinfie dei bracconieri e riportato alla vita, dopo che...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' finalmente operativo il Ponte di ferro che collega il Parco Nazionale dello Tsavo Est con la parte nord della fetta di savana più estesa del Kenya.
Un collegamento che non solo fino ad ora non era possibile, ma che...

LEGGI TUTTO

La savana non finisce mai di regalarci  grandi emozioni. 
Un elefantino di circa tre anni è caduto in una pozza della Pipeline nello Tsavo East, vittima forse della sua stessa sete. La siccità continua a perdurare in modo implacabile e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dagli animali c'è sempre da imparare: guardate cosa succede nello Tsavo quando un vecchio elefante cerca di accoppiarsi con un'elefantessa troppo giovane. E' il branco stesso ad impedirglielo, fermandolo e minacciandolo! (grazie a Giovanna e Adriano Ghirardello per il contributo)

La tristezza è grande per gli appassionati di savana che, dopo tanti safari, avevano imparato a riconoscerlo.
Satao II, uno dei pochi elefanti dalle zanne giganti rimasti in Kenya, i "big tuskers" (secondo le stime ce ne sarebbero non più di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Passi avanti per l'asfaltatura della strada che da Malindi porta all'ingresso Sala Gate del Parco Nazionale dello Tsavo Est.
Dopo che il tratto da Malindi al villaggio di Ganda sono stati spianati e si presentano ora in ottime condizioni...

LEGGI TUTTO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ha cambiato i suoi piani, decidendo di passare da Malindi ieri e non la prossima settimana, per lanciare ufficialmente l’asfaltatura della strada che porta al Parco Nazionale dello Tsavo Est.

LEGGI TUTTO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ha cambiato i suoi piani, decidendo di passare da Malindi ieri e non la prossima settimana, per lanciare ufficialmente l’asfaltatura della strada che porta al Parco Nazionale dello Tsavo Est.
 

 

leggi tutto

Ranger Onorario del KWS.
Un riconoscimento ufficiale, arrivato nei giorni scorsi e pubblicato dalla Gazzetta Ufficiale keniana.
Per Adriano Ghirardello si tratta di un importante riconoscimento arrivato a compendio di tanti anni di attività di assistenza, aiuto e coordinamento con...

LEGGI TUTTO

Non a caso Luca Macrì, figlio d'Africa e dello storico Console Onorario di Malindi Roberto, qualche anno fa è stato nominato Ranger Onorario dal KWS. 
Non solo conosce come le sue tasche ogni fazzoletto della savana, ma è in contatto...

LEGGI TUTTO

Lino Marano, vecchia volpe d'Africa, era commosso come un bambino, quando un elefantino di quattro soli giorni è arrivato allo Tsavo Buffalo Camp, il prestigioso lodge in Savana del Malindi Key Group che lui gestisce.
"Pippi" come è stato ribattezzato...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non diresti che è un crocevia del contrabbando.
Voi è adagiata tra colline solitarie ed improvvise rocche, con i piedi in savana e le ginocchia sulla Mombasa-Nairobi, la statale dei camion.
Se fosse una donna, potrebbe avere i tratti somatici...

LEGGI TUTTO E GUARDA LA GALLERY FOTOGRAFICA

I primi dati del 2015 trasmessi dall'organizzazione "Tsavo Trust" sono significativi e confortanti: nei primi sei mesi dell'anno nessun elefante è stato ucciso.
I bracconieri non sono riusciti a prelevare le preziose zanne da nessun esemplare, e la savana del...

LEGGI TUTTO

Le conferme arrivano al nostro portale da più parti: ieri il parlamentare di Gongoni Kombe ha confermato l'arrivo del Presidente Kenyatta, la prossima settimana, per inaugurare ufficialmente i lavori di asfaltatura della strada che da Malindi porta all'ingresso dello Tsavo,...

LEGGI TUTTO

Da oggi il Buffalo Camp, lodge appena fuori dal Parco Nazionale dello Tsavo, ha un nuovo proprietario. L'Osteria Group di Maurizio Corti si è aggiudicato l'asta che assegnava la concessione del Governo per gestire e organizzare il campo safari. Il...

LEGGI TUTTO

Per chi trascorre le vacanze a Malindi e dintorni, la magia del safari è a portata di mano.
L'ingresso del Parco Nazionale dello Tsavo è a soli 100 chilometri e bastano due soli giorni per qualcosa di indimenticabile.
Ma pochi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO