Amici dello Tsavo

SAFARI

Ingressi parchi: obbligatorie le card, ma a Malindi niente ricarica

Si spera arrivino le macchinette, per ora bisogna andare a Mombasa o a Voi

09-06-2018 di redazione

La voglia sfrenata di questo Paese di tecnologicizzarsi e allo stesso tempo di limitare il grande cancro della corruzione, rischia spesso di causare contrattempi a chi ci lavora e chi lo promuove.
Oggi esaminiamo il caso delle "safari card", ovvero le carte prepagate per gli ingressi nei parchi nazionali di Tsavo Est e Ovest, Amboseli, Nairobi National Park, Nakuru e Aberdare, che il KWS aveva introdotto e poi rimosso all'inizio di quest'anno.
Ora è stato deciso che le card che si possono ricaricare tramite Mpesa o bonifico bancario, torneranno ad essere l'unico sistema per entrare dai "gate" dei parchi, quindi anche dal Sala Gate, l'ingresso dello Tsavo Est facilmente raggiungibile da Malindi.
Il problema è che a Malindi, per adesso, non c'è ancora la macchinetta POS in grado di caricare le card, quindi paradossalmente chi volesse fare un safari in questi giorni dalla costa nello Tsavo Est, sarebbe costretto ad andare a Mombasa solo per renderle attive, oppure dovrebbe per forza entrare nel parco nazionale dal gate di Voi. La stessa cosa, per adesso, capita a Diani.
In poche parole le due più importanti destinazioni turistiche della costa, non hanno gli strumenti per dare la possibilità a turisti indipendenti o a tour leader di savana di recarsi in mezzo agli animali, se non organizzandosi prima.
"Una situazione assurda - commenta Camilla Frasca Caccia di Bushcompany - un settore già poco tutelato come il nostro si vede ancora una volta penalizzato da un disservizio. Da Malindi recarsi a Voi per entrare allo Tsavo Est è una perdita di tempo e di soldi che non solo penalizza l'agenzia di safari ma anche il cliente. Non tutti, tra un safari e l'altro organizzati da Malindi, avrebbero il tempo di ricaricare sempre la card altrove. Speriamo che la situazione venga risolta al più presto".
Malindikenya.net a riguardo ha inviato una mail all'attenzione del Ministero del Turismo.

TAGS: parchi kenyacarta safarisafari cardingresso tsavocamilla frasca caccia

La compagnia italiana di safari Bush Company, con il KWS, sponsorizza il rispetto delle regole nello Tsavo.
La settimana scorsa nello Tsavo la compagnia di safari dell’italiana Camilla Frasca Caccia, unica guida professionale italiana con certificazione “Silver” KPSGA, ha portato...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Una buona notizia per gli amanti dei safari in Kenya e soprattutto per chi li organizza, agenzie e tour operator. Il Kenya Wildlife Service dal 1 novembre ha ridotto i ticket d'ingresso nei parchi nazionali del Kenya e nelle riserve. 

LEGGI TUTTO

Una stagione fantastica per i safari in Kenya, e specialmente per i Parchi Nazionali di Tsavo Est e Ovest e dell'Amboseli.
Il direttore della Kenya Association of Hotelkeepers and Caterers...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya fa il bis!
Anche quest'anno, dopo aver conquistato l'ambito premio l'anno scorso, oltre già al 2013 e 2015, il Kenya si è aggiudicato la palma d'oro come migliore destinazione mondiale per i safari e miglior destinazione africana per le...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Entro il 31 dicembre tutti i cittadini e residenti kenioti, e anche i villeggianti stranieri che hanno la patente keniota, dovranno registrarla online sul sito di ecitizen. Altrimenti la patente di guida non sarà più considerata valida e bisognerà fare...

LEGGI TUTTO

Per chi trascorre le vacanze a Malindi e dintorni, la magia del safari è a portata di mano.
L'ingresso del Parco Nazionale dello Tsavo è a soli 100 chilometri e bastano due soli giorni per qualcosa di indimenticabile.
Ma pochi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un piacere in più nella meraviglia. Quest'anno per i safari in Kenya è stato il boom di richieste di cene o aperitivi nel mezzo della Savana.
Un modo in più per godersi una situazione indimenticabile, non solo durante i "game...

LEGGI TUTTO

Il Safari da Malindi e Watamu da quest’anno è decisamente più “friendly”, nel segno della professionalità e del piacere di vivere un’esperienza che merita di godere dei migliori servizi a prezzi accessibili.
 

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Come abbiamo già annunciato, i 34 mila lavoratori stranieri in regola in Kenya hanno tempo fino al 21 luglio per presentarsi negli uffici dell'Immigration di Nairobi per il processo di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una promozione di tre mesi per far vivere a tutti l'emozione della savana, da Malindi, Watamu e Mambrui.
L'idea di Malindikenya.net che fa parte delle nostre iniziative per rilanciare il turismo, ha trovato la felice partnership di Osteria Swara Camp,...

LEGGI TUTTO

Ha iniziato acquistando una villa, poi l'ha trasformata in un Luxury Bed & Breakfast (Nyumba Ya Mbuyu) e ora è diventata anche la "scusa" per andare e venire da Malindi. Dopo 30 anni d'Africa, Gianni Maitan, imprenditore veneto e mago...

LEGGI TUTTO

In Kenya c’è chi ama andare oltre il safari tradizionale e ha la passione, l’entusiasmo e la competenza per proporre sorprendenti variazioni sul tema e mete inusuali tutte da vivere.
Le guide creative e professionali di Kenya Safari Explorer  sono...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Avvistamenti come questi non se ne vedevano da svariati anni tanto che molte guide professioniste sostengono di non aver più osservatobranchi di licaoni allo Tsavo East da decenni.
 

LEGGI TUTTO

(foto di Paolo Torchio) Dopo il divieto totale dei sacchetti di polietilene, il Ministero dell'Ambiente del Kenya sta pensando seriamente di vietare le bottiglie di plastica su tutto il territorio nazionale per proteggere l'ambiente.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Prosegue con successo l'iniziativa di Malindikenya.net e Swara Osteria Camp "Vivi la magica Savana con noi".
(Leggi qui dell'iniziativa e delle condizioni).
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I sessanta giorni per regolarizzare la propria posizione da lavoratore straniero in Kenya sono scattati da ieri.
Il Ministro degli Interni Fred Matiang'i ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO