Amici dello Tsavo

AMICI DELLO TSAVO

Tsavo Est sempre più sofferente per la siccità

Erbivori allo stremo e carnivori avvantaggiati nell'arida savana

18-04-2017 di Giovanna Grampa

Cieli azzurri, nuvole bianche , caldo soffocante e non una goccia di acqua.
Da troppo tempo la siccità non allenta la sua morsa feroce e lo Tsavo, per chi come noi mancava da circa due mesi , ora  appare un gigantesco animale in letargo che sta consumando le sue ultime energie lentamente, con estrema parsimonia, in attesa della tanto sospirata pioggia ,l’unica terapia reidratante in grado di fare miracoli.  
Solo qualche zona verde disseminata qua e là lungo il percorso del fiume Galana, luoghi ombrosi e preziosi per gli animali che durante il giorno vi si rifugiano per evitare le ore più calde della giornata.
Termometro alla mano , in certe zone ci sono quasi 50 gradi centigradi al sole e solo pochi animali hanno la resistenza fisica di stare in ambienti aperti a brucare non si sa che cosa.
Gli erbivori sono i primi a soffrirne : gli elefanti mangiano erba secca e spesso si vedono scortecciare i tronchi degli alberi per cercare di trarne un nutrimento non certo sostanzioso. Anche i dikdik, le graziose antilopi nane, che solitamente sfrecciano come saette al minimo rumore, rassegnate stanno sedute in coppia all’ombra di bassi e secchi cespugli, guardandosi intorno  con i loro occhioni dolci.
I bufali vagano nelle varie zone pianeggianti alla ricerca di erba e delle fonti d’acqua che, per fortuna, non mancano del tutto grazie ai vari interventi della Sheldrick Wildlife Trust. Arrivano stremati e si dissetano, sempre vigili, perché nei dintorni non mancano famiglie di leoni che aspettano con calma all’ombra dei pochi alberi ad alto fusto rimasti o tra cespugli ben mimetizzati.
Alla vista dei bufali le leonesse annusano la loro presenza , socchiudono leggermente gli occhi quasi a voler focalizzare meglio l’ambita preda che quasi sempre è l’animale più debole o più giovane ma comunque tra i più isolati.
E all’improvviso ad un segnale convenuto, sconosciuto a noi umani, scattano sulla preda con una tecnica ancestrale, trasmessa con i geni del loro DNA centrando facilmente l’obiettivo e …voilà la cena è pronta per tutto il branco.
Le grandi famiglie di elefanti sono sicuramente migrate in terre più verdi che offrono miglior nutrimento. Le matriarche non possono mettere in pericolo la sopravvivenza delle loro famiglie e quelle poche rimaste sanno come raggiungere le fonti di acqua e cibo.
Una nota positiva : da qualche settimana nella zona della Pipeline si è formato un piccolo lago profondo circa 30/40 cm. abbastanza esteso: lì convivono branchi di elefanti, bufali, giraffe e altri erbivori che , tutti insieme, hanno ritrovato un nuovo eden. Lo spettacolo è tra i più emozionanti, soprattutto dopo aver percorso parecchi chilometri alla ricerca di animali che se ne stanno però ben nascosti.
Le previsioni meteo promettono pioggia dopo Pasqua? Speriamo che siano centrate e che sullo Tsavo cadano gocce come lacrime di gioia, abbondanti.
In pochi giorni tutto può cambiare , ritornando allo splendore di verdi rigogliosi e lussureggianti , ai profumi di vaniglia dei fiorellini in mezzo all’erba ed assistere alla felicità di tutti gli erbivori che potranno saziarsi a volontà.
Forse, in questo caso, i carnivori dovranno spendere qualche energia in più per procurarsi il cibo , ma poco importa. Lo Tsavo attende solo di risvegliarsi dal suo stato comatoso.

FOTO GALLERY
TAGS: Tsavo EastSavana KenyaSiccità KenyaAnimali KenyaTsavo Est

Nuovi cartelli di avviso in tre lingue per non sporcare la savana del Parco Nazionale keniota dello Tsavo.
Sotto l'egida "Amici dello Tsavo" agiscono i fautori di queste iniziative per la tutela dell'ambiente e della fauna, Adriano e Giovanna Ghirardello,...

LEGGI TUTTO

E' finalmente operativo il Ponte di ferro che collega il Parco Nazionale dello Tsavo Est con la parte nord della fetta di savana più estesa del Kenya.
Un collegamento che non solo fino ad ora non era possibile, ma che...

LEGGI TUTTO

Grandi novità per il Parco Nazionale dello Tsavo East, a partire dalla strada che collega Malindi al Sala Gate. I lavori di asfaltatura non sono ancora iniziati ma ora è in ottime condizioni: ben compattata, punti critici livellati e allargata...

LEGGI TUTTO IL SERVIZIO

Da oggi il Buffalo Camp, lodge appena fuori dal Parco Nazionale dello Tsavo, ha un nuovo proprietario. L'Osteria Group di Maurizio Corti si è aggiudicato l'asta che assegnava la concessione del Governo per gestire e organizzare il campo safari. Il...

LEGGI TUTTO

Passi avanti per l'asfaltatura della strada che da Malindi porta all'ingresso Sala Gate del Parco Nazionale dello Tsavo Est.
Dopo che il tratto da Malindi al villaggio di Ganda sono stati spianati e si presentano ora in ottime condizioni...

LEGGI TUTTO

Gli amici italiani degli animali salvano un leone alle porte dello Tsavo.
Un’avventura straordinaria è accaduta domenica scorsa nella Conservancy del Galana Ranch al confine con il Parco Nazionale dello Tsavo East. 
Una maledetta trappola, piazzata da bracconieri con lo scopo...

LEGGI TUTTA LA STORIA

Gli sforzi fatti fino ad ora per garantire acqua agli animali del Parco Nazionale dello Tsavo e al suo ecosistema potrebbero non bastare.
La savana più vicina alla costa del Kenya rischia l’estinzione in 15 anni, se non si provvede...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Finalmente è arrivata la pioggia dopo oltre otto mesi di siccità.
Lo Tsavo si stava giorno dopo giorno desertificando, costringendo i suoi animali a prolungate sofferenze nella disperata ricerca di acqua e cibo per la loro sopravvivenza.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Salvato un'altro amico nasuto grazie agli Amici dello Tsavo!
L'avevano segnalata una settimana fa e il nostro portale come sempre aveva trasmesso a tutti l'appello. 
Un'elefantessa all'interno del Parco nazionale dello Tsavo Est, per chi lo conosce tra il punto...

LEGGI TUTTO

Sono 64 i parchi e le riserve nazionali del Kenya, che è il Paese del mondo con la più ampia varietà di specie animali in libertà.
Anche la vegetazione varia da parco a parco e con essa il microclima e...

LEGGI TUTTO

Gli appassionati di serie televisive di Canale 5 lo conosceranno come interprete di Carabinieri, Centovetrine , Le tre rose di Eva , solo per citarne alcune. Lui è Roberto Farnesi, attore cinematografico e televisivo, molto noto al pubblico, soprattutto femminile. LEGGI TUTTO

La tristezza è grande per gli appassionati di savana che, dopo tanti safari, avevano imparato a riconoscerlo.
Satao II, uno dei pochi elefanti dalle zanne giganti rimasti in Kenya, i "big tuskers" (secondo le stime ce ne sarebbero non più di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dagli animali c'è sempre da imparare: guardate cosa succede nello Tsavo quando un vecchio elefante cerca di accoppiarsi con un'elefantessa troppo giovane. E' il branco stesso ad impedirglielo, fermandolo e minacciandolo! (grazie a Giovanna e Adriano Ghirardello per il contributo)

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO!

Per chi trascorre le vacanze a Malindi e dintorni, la magia del safari è a portata di mano.
L'ingresso del Parco Nazionale dello Tsavo è a soli 100 chilometri e bastano due soli giorni per qualcosa di indimenticabile.
Ma pochi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ranger Onorario del KWS.
Un riconoscimento ufficiale, arrivato nei giorni scorsi e pubblicato dalla Gazzetta Ufficiale keniana.
Per Adriano Ghirardello si tratta di un importante riconoscimento arrivato a compendio di tanti anni di attività di assistenza, aiuto e coordinamento con...

LEGGI TUTTO

Il "boom" dei droni telecomandati con cui filmare le scene dall'alto e da vicino, rischia di creare problemi agli animali in savana e a chi li usa, dato che in Kenya è illegale. Per usare i droni, anche non in...

LEGGI TUTTO