Amici dello Tsavo

AMICI DELLO TSAVO

Un altro cucciolo di elefante salvato

La siccità porta i cuccioli a cadere nelle pozze del parco

21-09-2016 di Adriano Ghirardello

La savana non finisce mai di regalarci  grandi emozioni. 
Un elefantino di circa tre anni è caduto in una pozza della Pipeline nello Tsavo East, vittima forse della sua stessa sete. La siccità continua a perdurare in modo implacabile e gli elefanti vicino alle fonti d’acqua diventano sempre più avidi e nervosi. E spesso le madri non prestano sufficiente attenzione ai loro piccoli. Questo è quanto accaduto a un cucciolo di elefante che, mentre beveva, è scivolato in una pozza alta quanto lui . Il branco non è riuscito ad aiutarlo ad uscire e così  il povero elefantino è rimasto  un intero giorno ed una intera notte immerso fino alle orecchie nella pozza d’acqua , mentre forti venti soffiavano dopo il tramonto e le temperature scendevano sensibilmente. Arriva una segnalazione e subito ci portiamo in zona. Fortunatamente sul posto il team della David Sheldrick Trust ha già recuperato il cucciolo estraendolo dalla pozza con robuste corde. E’ infreddolito, terrorizzato e lo troviamo disteso al sole per essere riscaldato. Ci guarda con occhi dolcissimi e mentre lo accarezziamo, con un brontolio sommesso, sembra chiedere aiuto. Ha le zampe e i piedi ghiacciati dalla prolungata permanenza in acqua. Accenna a timidi tentativi di alzarsi ma rimane piegato sulle ginocchia e poi, sfinito, ricade su un fianco. Non c’è tempo da perdere. Con un catino pieno d’acqua cerchiamo di farlo bere mentre viene posata a terra  una robusta rete e sopra un materasso dove  l’elefantino, ormai visibilmente stremato,  dopo un ultimo tentativo di rimettersi in piedi, si adagia con delicatezza . A nulla è servito coprirgli gli occhi con una coperta per evitare di stressarlo. Con un barlume di forza residua ci fa capire che non vuole essere bendato. Qualche barrito di spavento e poi si rassegna ad essere soccorso. Con la forza della braccia di dieci uomini, a fatica ,viene sollevato e appoggiato sul pianale della Land Cruise del veterinario del KWS, Dr. Poghom, che ha coordinato il salvataggio del cucciolo. In lontanaza un branco di elefanti , silenzioso, seguiva tutte le operazioni . Trasportato nell’orfanotrofio del Voi, l’elefante è stato sottoposto a tutte le cure necessarie : una flebo da dieci litri per reidratarlo, antibiotici , ma soprattutto tanta gustosa erba fresca che , seppure in ginocchio per l’estrema debolezza , ha iniziato a mangiare con voracità , riprendendo gradatamente le forze. Dopo circa dodici ore il cucciolone era nuovamente in piedi, pronto a ricevere anche i tradizionali biberon di latte vitaminizzato che il centro Sheldrick riserva a tutti i suoi ospiti. A noi è rimasta la gioia di una storia a lieto fine e un po’ di dolori muscolari alle braccia e alle gambe perchè, detto tra noi, il cucciolo pesava “solo” circa quattrocento chili

TAGS: Sheldricksavana Kenyaelefanti tsavo

E' finalmente operativo il Ponte di ferro che collega il Parco Nazionale dello Tsavo Est con la parte nord della fetta di savana più estesa del Kenya.
Un collegamento che non solo fino ad ora non era possibile, ma che...

LEGGI TUTTO

I primi dati del 2015 trasmessi dall'organizzazione "Tsavo Trust" sono significativi e confortanti: nei primi sei mesi dell'anno nessun elefante è stato ucciso.
I bracconieri non sono riusciti a prelevare le preziose zanne da nessun esemplare, e la savana del...

LEGGI TUTTO

La tristezza è grande per gli appassionati di savana che, dopo tanti safari, avevano imparato a riconoscerlo.
Satao II, uno dei pochi elefanti dalle zanne giganti rimasti in Kenya, i "big tuskers" (secondo le stime ce ne sarebbero non più di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Per chi ama l'Africa, la savana e la sua natura, ci sono emozioni ancora più profonde e indelebili della normale estasi dell'osservazione.
Sabato pomeriggio, 7 Febbraio, eravamo soli con la nostra macchina alla pipeline davanti allo Tsavo Lodge ed abbiamo...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Gli Amici dello Tsavo tornano nelle scuole italiane per sensibilizzare i ragazzi riguardo alla tutela degli animali delle riserve africane e per promuovere il lato buono del Continente Nero, quello meno pubblicizzato dai media ma quello più comune e autentico,...

LEGGI TUTTO

La lotta al bracconaggio e il bando internazionale dell’avorio stanno dando i loro frutti: in tre anni il numero di elefanti in Kenya è aumentato quasi del 15 per cento (14,7 per la precisione).
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Lino Marano, vecchia volpe d'Africa, era commosso come un bambino, quando un elefantino di quattro soli giorni è arrivato allo Tsavo Buffalo Camp, il prestigioso lodge in Savana del Malindi Key Group che lui gestisce.
"Pippi" come è stato ribattezzato...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Salvato un'altro amico nasuto grazie agli Amici dello Tsavo!
L'avevano segnalata una settimana fa e il nostro portale come sempre aveva trasmesso a tutti l'appello. 
Un'elefantessa all'interno del Parco nazionale dello Tsavo Est, per chi lo conosce tra il punto...

LEGGI TUTTO

Non è stato solo un annuncio. I progetti elencati circa un mese fa, durante un incontro con il nuovo Senior Warden dello Tsavo East, stanno diventando realtà con una tempistica quanto meno insolita rispetto ai ritmi del” pole pole” ai...

LEGGI TUTTO

La savana è la materia. 
E’ ciò di cui siamo fatti tutti e da cui tutti proveniamo. 
Non sono solo i mesozoici elefanti e le grottesche giraffe a ricordarcelo. 
Ce lo dicono le improvvise colline che sono frammenti della Rift...

LEGGI TUTTO E GUARDA LA FOTOGALLERY

L'appello degli Amici dello Tsavo questa volta è per un'elefantessa che ha un grosso problema nel basso ventre. 
E' stata avvistata una settimana fa e da allora non è stata più vista.
Chiunque dovesse notare questo particolare amico, che tra...

LEGGI TUTTO

Cieli azzurri, nuvole bianche , caldo soffocante e non una goccia di acqua.
Da troppo tempo la siccità non allenta la sua morsa feroce e lo Tsavo, per chi come noi mancava da circa due mesi , ora  appare un...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Gli sforzi fatti fino ad ora per garantire acqua agli animali del Parco Nazionale dello Tsavo e al suo ecosistema potrebbero non bastare.
La savana più vicina alla costa del Kenya rischia l’estinzione in 15 anni, se non si provvede...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Finalmente è arrivata la pioggia, gli animali escono dal loro torpore e dopo la disastrosa siccità ora è grande festa per tutti.
E la vita inizia a tornare.
Solo poche...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

L'ultima vicenda in ordine di tempo ci giunge come sempre dagli Amici dello Tsavo, il gruppo creato da Malindikenya.net di appassionati di savana che cooperano per migliorare le condizioni della fauna keniana e della natura che la circonda.
Nei giorni...

LEGGI TUTTO

Elefanti in trappole. 
Sembra una cosa impossibile, ma purtroppo non lo è. 
Una delle conseguenze della campagna in corso, per negare ai bracconieri l’uso delle armi da fuoco, e stata quella di indirizzarli all’uso dei metodi tradizionali, andati in disuso...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO