Solidarietà

SANITA'

Dopo la scuola, un ospedale sull'isola del Mida Creek

La solidarietà italiana realizza un altro sogno a Kadaina

15-11-2016 di Hilary Mazzon

La solidarietà italiana per l’isola “solitaria” del Mida Creek non si ferma.
Dopo la splendida scuola creata Marafiki Onlus oggi ha anche un piccolo ospedale, grazie all’associazione “Pediatria per l’emergenza”.
Kadaina è un’isoletta del Mida Creek di Watamu, immersa nella foresta di mangrovie, meravigliosa ma scomodissima da raggiungere.
Ha un solo lato vicino alla terra ferma, da cui si può raggiungere la sponda di Matsangoni camminando per quindici minuti nel fango.
Sull’isola vivono circa mille persone tra studenti e residenti, che prima dell’arrivo del progetto di Valentina Moscheni, Elisabetta Marigonda e Mario Rossi con Marafiki Onlus non aveva nulla, solo una manciata di capanne.
Con Marafiki Onlus sono nate scuole, acqua e una dottoressa.
Con l’arrivo del dottor Paolo Calafiore e i suoi medici di Pediatria per L’emergenza Onlus l’11 Novembre 2016 è stato raggiungo un altro importante obbiettivo: la costruzione e l’apertura di un piccolo ospedale.
Pediatria per l’Emergenza Onlus è un’associazione riconosciuta dal governo italiano perché iscritta all’elenco delle associazioni nazionali di protezione civile italiana.
E’ nata nel 2010 con lo scopo di riunire pediatri e infermieri specializzati nelle emergenze.
Il progetto del dispensario seppur esula dagli scopi statutari dell’associazione è stato condiviso e voluto da tutti i 400 membri che hanno partecipato alle varie fasi del progetto, chi con la raccolta fondi, chi nel supporto specialistico in loco.
Emozionante è stato vedere tutta la comunità unita nel festeggiare un loro traguardo, il diritto alla salute, a un parto sicuro, all’assistenza sanitaria per i più piccoli, senza dover per forza percorrere mezz’ora o un’ora di strada (tra canoa, moto e tuktuk), o senza per forza dover rinunciare a un pasto per poter affrontare la spesa del trasporto verso il primo dispensario pubblico.
L’obiettivo perseguito è quello di eliminare le barriere che impediscono alla comunità di godere di servizi basilari come quello sanitario e educativo.
Le distanze e il costo del trasporto verso i centri sanitari sono un forte deterrente per chi vive con poco, per chi vive di pesca e agricoltura.
Il successo non è solo stato tagliare la corda insieme al governatore di Kilifi, l’onorevole Amason Kingi, ma sarà a gennaio 2017 quando il dispensario verrà ufficialmente gestito dalla sanità pubblica e da Pediatria per L’emergenza che continuerà a cooperare con il governo di Kilifi attraverso campi medici e formazione del personale sanitario.
Qui si dice “Maisha Marefu” per augurare buona fortuna, che letteralmente significa “lunga vita” e non ci poteva che essere augurio migliore e più azzeccato nel giorno dell’inaugurazione del Dispensario di Kadaina dedicato alle mamme con la sala parto e ai bambini, alle generazioni future, nella speranza che nessuna donna rischi la vita per metterne al mondo un’altra.

FOTO GALLERY
TAGS: KadainaMida Creek isolaMarafiki OnlusOspedale Mida

I miracoli spesso arrivano dal silenzio e hanno l'aria di qualcosa di naturale, di quotidiano.
Nessuno li sbandiera sotto il nostro naso, tantomeno gli artefici.
Quotidiano, naturale.
Come una piccola barca a motore che ogni mattina passa a prendere centinaia...

LEGGI TUTTO IL REPORTAGE E GUARDA LA GALLERY FOTOGRAFICA

Domenica 20 Settembre, Karibuni Onlus e tre Rotaract Club (Malindi, Watamu e Mombasa) hanno partecipato alla riforestazione della foresta di mangrovie di Mida Creek (Kenya). Il progetto è stato finanziato dal Rotaract Club di Cantù, grazie alla super attiva presidente...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Uno scambio di auguri natalizi con i parroci di Malindi, Watamu e Mida, la Santa Messa insieme e poi un piccolo rinfresco alla presenza del Console Onorario Italiano. Un tradizionale appuntamento prenatalizio per la comunità cattolica della costa keniana e anche...

LEGGI TUTTO

Per fortuna il Marafiki era un albergo chiuso, e anche per quello le fiamme si sono propagate.
Ma è stato anche l'intervento del gruppo Malindi Against Crime (MAC) e di molti membri dell'associazione MWTWG (tra cui Kilili Baharini, Mwembe e...

GUARDA LA GALLERY FOTOGRAFICA

Steven Spielberg ha scelto Watamu per girare il suo prossimo film, un kolossal hollywoodiano che racconterà il sogno africano di un’ambientalista, tra mille avventure e disavventure.
La notizia è rimbalzata ieri sui più importanti siti di cinema americani ed ha...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il servizio meterologico del Kenya (KMD) ha emesso nel pomeriggio di oggi un comunicato per allertare la popolazione costiera riguardo ad un'ondata di maltempo che, secondo le previsioni degli studiosi, dovrebbe interessare fin da domani la regione bagnata dall'Oceano Indiano.
Nella giornata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Venti chilometri prima di Malindi, dopo i villaggi di Chumani e Matsangoni, s'incontra l'insenatura di Mida, caratterizzata da foreste di mangrovie, piante le cui radici sono in acqua salata. 
A Mida si possono osservare specie molto rare e affascinanti di...

LEGGI TUTTO

Non sempre le cattive notizie ne portano altrettante, a volte piove sull'asciutto e non sul bagnato. L'inevitabile progresso che sta arrivando anche nelle cittadine turistiche costiere di Malindi e Watamu, con i relativi problemi di deforestazione per costruire nuove abitazioni...

LEGGI TUTTO

L'upgrade di Watamu e dei suoi dintorni in termini di strutture e servizi, immersi nella meraviglia di paesaggi completamente immersi nella natura marina, negli ecosistemi ed in tanti diversi scenari, è ormai un dato di fatto che sta impreziosendo la "perla...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Malindi quinta meta del mondo da scoprire nel 2017, secondo il sito americano di informazioni burocratiche (visti e permessi) ivisa.com, frequentato da lettori di tutto il mondo. (vedi qui il link originale https://www.ivisa.com/visa-blog/top-11-undiscovered-destinations-for-2017)
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Watamu la bella.
Malindi la magica.
Watamu la giovane e frizzante.
Malindi antica ma ancora interessante.
 

LEGGI TUTTO IL RACCONTO

Due giorni tra Malindi e Watamu per "Donnavventura".
Non potevano mancare le località costiere più amate dagli italiani nell'itinerario del programma televisivo di Rete 4 che per l'edizione di quest'anno ha deciso di fare tappa in Kenya e che successivamente...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE FOTO

Si chiama “What’s Best in Kilifi County” (Cosa c’è di meglio nella Contea di Kilifi) ed è la prima edizione di un magazine patinato in distribuzione gratuita che mostra le bellezze e le principali attività legate al turismo di Malindi...

LEGGI TUTTO E GUARDA LA RIVISTA NELLA GALLERY

Karibuni nasce da un viaggio di un gruppo di amici nel 2002 e la conoscenza delle realta’ locali ci ha portato a fare i primi interventi di aiuto e sostegno. Alla fine del 2004 decidiamo di costituire Karibuni onlus (in...

LEGGI TUTTO

E' uno dei simboli della vacanza da sogno di molti, e un italiano lo ha realizzato all'interno dell'insenatura di Kilifi, a meno di un'ora da Malindi e Watamu.
La Houseboat costruita dalla proprietà dell'Olimpia Club, è un gioiello di eleganza...

LEGGI TUTTO