Solidarietà

SOLIDARIETA'

Gli amici di Donamasai non si fermano

Donato il terzo pozzo in un villaggio di Malindi

10-08-2016 di redazione

La generosità di certe persone di cuore è come l'appetito che viene mangiando, anzi nella fattispecie si potrebbe dire che viene "facile come bere un bicchier d'acqua". Chi non l'ha mai provato dovrebbe cimentarsi, almeno una volta nella vita.
Così è stato e continua ad essere per i gruppi di amici di Donatella Crispino, la residente italiana da anni conosciuta come Donamasai.
Donatella non è solo complice del "mal d'Africa" di moltissimi italiani e ottima organizzatrice di vacanze felicemente alternative, ma anche una donna che, vivendo in uno dei quartieri popolari della periferia malindina, non può e non vuole voltare lo sguardo dall'altra parte quando vede condizioni particolarmente disagiate.
Così in poco tempo è arrivata alla costruzione del terzo pozzo per l'acqua in uno degli slum di Malindi, esattamente a Kisumundogo. Dopo i primi due a Mtangani, gli amici di Donamasai hanno raccolto fondi sufficienti per approntare un altro pozzo in una zona in cui per centinaia di persone l'approvvigionamento della prima risorsa di vita era assai difficoltoso.
"Tanto difficile che l'unica possibilità per molta gente del posto è rifornirsi a pagamento al pozzo pubblico della Mawasco - spiega Donatella - ecco perché abbiamo scelto quella zona di Malindi. la risposta degli amici della mia pagina Facebook è stata incredibile, tanto che stiamo già pensando al quarto!" E' proprio vero, la generosità di certi italiani è una sorsata d'acqua fresca per tutti.

TAGS: DonamasaiDonatella CrispinoVillaggio Malindi

A distanza di poco tempo dalla costruzione del pozzo per la Happy Children Nursery School di Mtangani, gli amici italiani di Donatella "Donamasai" Crispino hanno raccolto altri fondi e con la loro generosità hanno rifornito di acqua buona un’altra scuola,...

LEGGI TUTTO

Per tutti ormai è "Donamasai", dove Dona è il diminutivo di Donatella (Crispino, sicula di Siracusa) ma suona bene anche come "donna".
Perché lei da 15 anni vive a Malindi ed è di fatto una "masai bianca". Ha sposato John...

LEGGI LA STORIA COMPLETA

Ancora due anni per vedere la strada asfaltata da Malindi alle porte del Parco Nazionale dello Tsavo.
Non sarà pronta quindi per il 2018 come previsto in un primo momento, la strada che per ora presenta 12 km di asfalto...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Malaika Beach Villas, lettini e spiaggia organizzata in un nuovo luogo da scoprire nel paradiso selvaggio di Mayungu e davanti al suo fantastico mare.
Mayungu per molti anni è stato considerato un villaggio di pescatori tra Malindi e Watamu con un...

LEGGI TUTTO

Torna a denigrare il Kenya la rivista Panorama, una delle pubblicazioni da sempre più ostili con il Paese africano, anche per l'appartenenza all'orbita Mediaset (come peraltro TgCom e Tg5, testate che rappresentano chi ha interessi in altre mete turistiche a...

LEGGI TUTTO

E' vero, come scrisse Ryszard Kapuscinski, uno dei più attenti ed evocativi pensatori d'Africa, che la storia, nel Continente Nero, si trasmette per via orale e da leggenda diventa mito, ma la cultura, la prosa e la letteratura hanno bisogno...

LEGGI TUTTO

Le giovani coppie di Vinci hanno messo in piedi poco più di due anni fa un progetto di rinnovo completo della scuola e dell'asilo di Mkangagani, villaggio dalle parti di Gede.
Iniziando con i banchi (cinquanta costruiti commissionando il lavoro...

LEGGI TUTTO

Sono state tolte nei giorni scorsi le indicazioni di deviazione, il primo tratto (2km) della strada che collega Casuarina al villaggio di pescatori di Mayungu, è definitivamente transitabile 24 ore su 24.
Il progetto, che si...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Si chiama "Progetto Arcobaleno" e il primo obbiettivo è il rifacimento della Happy Nursery School di Mtangani, uno dei quartieri periferici di Malindi. I lavori sono iniziati martedì scorso e sono finanziati da due Onlus italiane: Mama Afrika, che opera...

LEGGI TUTTO

Agosto 2004: un gruppo di amici di Roma visitano Makobeni, villaggio a una quarantina di chilometri da Malindi, sulla strada per lo Tsavo.
Si rendono conto dei gravi problemi di siccità e di una situazione problematica per i bambini.
C'è...

LEGGI TUTTO

Nei giorni scorsi la Giustizia italiana ha archiviato per sempre uno dei capitoli delittuosi più famosi della cosiddetta “Roma bene”, il massacro del Circeo.
Era il 1975 e due ragazze furono violentate e seviziate (una a morte, l’altra si salvò...

LEGGI TUTTA LA STORIA

Sarà prossimamente asfaltata la strada interna che va da Mambrui a Marafa, grande villaggio famoso per le Hell's Kitchen, canyon che da sempre è un'attrazione turistica per i suoi colori ed il contrasto con la natura africana. 
 

LEGGI TUTTO

Una della cose che purtroppo colpisce in negativo, quando cominci a vivere in Africa, lontano dai luoghi turistici, è che è difficile trovare una “coscienza civica” tra gli africani ed in particolare tra i kenioti. 
Alcune area di Mtangani e...

LEGGI TUTTO

Passi avanti per l'asfaltatura della strada che da Malindi porta all'ingresso Sala Gate del Parco Nazionale dello Tsavo Est.
Dopo che il tratto da Malindi al villaggio di Ganda sono stati spianati e si presentano ora in ottime condizioni...

LEGGI TUTTO

COSTA KENIANA

Kilifi

La nuova capitale della Contea

di redazione

Kilifi è situata a metà strada tra Mombasa e Malindi, allo sbocco di un'insenatura suggestiva che ne ha fatto per secoli approdo sicuro e tappa per navi mercantili. Negli anni del colonialismo britannico è sorto anche uno yacht club, il...

LEGGI TUTTO

Un sospiro di sollievo per i tanti malindini che credono ancora alle leggende e che non vogliono che i baobab, che rappresentano le anime dei cari defunti, vengano tagliati.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO