Solidarietà

SOCIALE

Nella meravigliosa fattoria di Karibuni NGO a Langobaya

Ecosostenibilità e autogestione per un progetto esemplare

20-02-2017 di Freddie del Curatolo

In Kenya gli italiani hanno fatto moltissime opere di bene.
C’è tanta solidarietà nei confronti del popolo keniano e i progetti sociali abbondano.
Ciò che scaturisce dal cuore, dalla generosità e dall’incapacità di voltare lo sguardo dall’altra parte è sempre lodevole, anche se poi tra il dire e il fare ci sono di mezzo tanti ostacoli.
L’adattamento all’Africa, capire le problematiche di questo Paese, calarsi in una realtà completamente diversa, arrivare a dare continuità ai progetti.
Dopo tanti anni una delle Onlus meglio radicate sulla costa del Kenya, ha ultimato un processo virtuoso per la quale è diventata Organizzazione Non Governativa (NGO) e si è potuta concentrare (dopo aver operato tanto nel campo dell’educazione e della sanità, campo nel quale continua ad aiutare) su un progetto di eco sostenibilità e autosostentamento, facendo crescere un’intera comunità in maniera consapevole.
La NGO è Karibuni Onlus e la comunità quella di Langobaya, villaggione a 60 chilometri da Malindi, nell’entroterra sulla strada per il Parco Nazionale dello Tsavo.
Qui sorge la Karibuni Farm, un’opera che coinvolge la gente del posto, creando sensibilità per il lavoro della terra e soprattutto dando il know how e gli elementi per arrivare a poter crescere da soli.
Entrando nella fattoria, si possono vedere i frutti di un lavoro quotidiano svolto con metodo e dedizione, grazie alla direzione di Kanai, un manager masai che è già diventato una sorta di “sindaco” in loco.
Coltivazioni di ortaggi, pomodori ed ogni genere di verdura e frutta, con numeri importanti e la vendita diretta a costi bassissimi per i locali che poi possono rivendere i prodotti nei mercati locali.
Poi ci sono i polli e le galline (con relative uova) e i conigli.
L’acqua a Langobaya è uno dei problemi principali. Specie in questi ultimi due anni, alle prese con una siccità eccezionale, figlia del cambiamento climatico globale.
“Quest’anno la compagnia dell’acqua ha deciso di toglierla a chi coltiva la terra, avendo come priorità le case private e gli allevatori” spiega Kanai.
Così a Langobaya Karibuni ha dovuto fare da sola, costruendo pozzi e affidandosi ad un grande progetto sulle rive del fiume Galana. Un progetto di responsabilizzazione estrema. Trentaquattro piccoli proprietari terreni che coltivano mais sono stati coinvolti nell’ambiziosa idea che ora è un grandioso risultato: appezzamenti di terra con canalizzazione dell’acqua grazie a un sistema di pompe e irrigazione equa che privilegia tutti allo stesso modo. Karibuni ci mette l’elettricità e gli altri costi, e si prende la metà del raccolto, ridistribuendolo equamente e vendendolo per coprire i costi.
I contadini invece hanno a disposizione tre anni per crescere con Karibuni, imparare a coltivare in maniera responsabile e duratura, e poi andare con le loro gambe. Altri subentreranno.
Ma le regole da seguire sono ferree. Quasi tutti hanno capito.
Quella di Langobaya è una farm modello e merita sicuramente una visita. Anche perché durante il giro, si mangia a centimetro zero, cose buonissime!
Per informazioni sul tour e sui costi (tutti in favore dei progetti) scrivere a info@malindikenya.net

TAGS: Karibuni NGOLangobaya FarmProgetti sociali Kenya

Tempi durissimi per le famiglie dell'entroterra malindino, così come in tante altre zone del Kenya, rese aride dalla prolungata siccità e flagellate dall'aumento dei prezzi del cibo di sussistenza.
Sabato scorso dalla fattoria della NGO italiana Karibuni di Langobaya è partita...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LA GALLERY

Una bimba giriama che sorride a una piccola compagna di giochi della tribù dei masai, è l'immagine più bella di integrazione razziale in Kenya, all'alba della campagna per le prossime elezioni nazionali.
Siamo a Baolala, nell'estremo entroterra di Malindi. Uno degli ultimi...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Non si ferma l'opera sociale di Karibuni Onlus nell'entroterra malindino, grazie anche alla generosità degli italiani.
E' stata consegnata ieri alle autorità locali la nuova "Tiziana Nursery School" a Langobaya.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo quella donata alcuni mesi fa all'ospedale di Gede, altre due motoambulanze donate dalla NGO italiana Karibuni, grazie al contributo importante di associazioni italiane e privati, per aiutare le strutture sanitarie della costa del Kenya. 
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Quest'anno Freddie del Curatolo ha scelto i bambini come pubblico per raccontare le sue storie di Kenya, tra natura, solidarietà e momenti divertenti.
Sono le scuole elementari, particolarmente le quarte e le quinte, ad ascoltare i racconti che partono dai...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A giugno è partito il nuovo progetto di Karibuni Onlus a favore della comunità dell’area di Langobaya.
L’idea è nata dal team delle fattorie di Karibuni, che, osservando la persistente insicurezza alimentare di quest’area semi arida soggetta a carestie e...

LEGGI TUTTO

Karibuni nasce da un viaggio di un gruppo di amici nel 2002 e la conoscenza delle realta’ locali ci ha portato a fare i primi interventi di aiuto e sostegno. Alla fine del 2004 decidiamo di costituire Karibuni onlus (in...

LEGGI TUTTO

Ho letto con attenzione l'articolo di Daniela Venturelli sul volontariato spesso poco corretto di alcune associazioni. 
Fa riferimento a progetti a Chakama molto sponsorizzati da una onlus di cui si sono perse le tracce e che ha lasciato molte delusioni...

LEGGI TUTTO L'INTERVENTO

L'unione fa il bene, proprio come l'alimentazione per i bambini.
Quando due realtà italiane molto note in Kenya per i loro progetti di solidarietà mai fini a sé stessi si mettono insieme e collaborano, nascono ottime prospettive per la popolazione...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Nuova pipeline per l'acqua dell'entroterra di Malindi
Sono arrivate le nuove tubature per rifare i condotti per il trasporto dell'acqua dall'entroterra di Malindi, nella zona di Langobaya e Baricho, alla costa.
Grazie a fondi di società cinesi, le stesse che...

LEGGI TUTTO

Una serata di racconti sul Kenya e sull'etnia Mijikenda questo martedì a Figino Serenza in provincia di Como.
Con ingresso gratuito, nella splendida ed elegante cornice di Villa Ferranti, sede della biblioteca comunale, il direttore di Malindikenya.net presenta "Il Viaggio dei Mijikenda...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Asfalteremo 4000 chilometri di strade nella Contea di Kilifi nei prossimi quattro anni". La dichiarazione è arrivata lo scorso weekend dal Ministro dei Trasporti keniota James Macharia, durante la sua visita a Malindi per controllare lo stato di avanzamento dei...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Questa storia parla di un sogno e della felicità nel vederlo realizzato.
Di quella felicità che si prova poche volte nella vita, quella che quasi fa paura, perché è un sentimento sconosciuto e raro a cui non siamo abituati.
Quella...

LEGGI TUTTO

È solo quando si vedono i risultati che si ha la voglia di andare avanti e continuare a sognare.
Vengo da un paese, l’Italia, dove i giovani non hanno più spazio per pensare in grande, dove non possono essere giovani,...

LEGGI TUTTO

Una grande serata di Gala quella allestita dalla Fondazione della principessa Charlene di Monaco in onore di AMREF e delle sue attività sociali in Africa e specialmente in Kenya. Una cena nella storica sala "Impero" dell'Hotel de Paris, per raccogliere...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Mary's School, costituita a Piove di Sacco (PD) il 25 settembre 2008, è un'associazione Onlus nata dalla volontà di un gruppo di amici che hanno deciso di vivere la loro esperienza africana da un altro punto di vista, al fine...

LEGGI TUTTO