Solidarietà

EDUCAZIONE

Una scuola nell'entroterra grazie a coppia di Bolzano

In 4 anni da una capanna di fango ad aule e servizi vicino Marafa

13-01-2017 di redazione

Può una sola coppia volonterosa creare le premesse educative per un'intera comunità di villaggi sperduti dell'Africa? 
Carmen e Celestino, pensionati di Bolzano, hanno sempre pensato che fosse possibile e ci sono riusciti. 
Lo hanno fatto trasformando ogni vacanza a Malindi, dal 2013, in un'occasione per trasformare una capanna di fango del villaggio di Kotayo, vicino a Marafa (il paesotto famoso per il suo canyon, le "Hell's Kitchen") in una scuola elementare. 
Qui, a più di cinquanta chilometri dalla costa, un paio di insegnanti improvvisati facevano lezione ad un manipolo di bambini di Kotayo e dei villaggi attigui, senza banchi, senza sedie e senza lavagne,
In poco tempo Carmen e Celestino, grazie anche all'aiuto del Gruppo Missionario della Parrocchia Tre Santi di Bolzano, hanno approntato ogni anno un aula in cemento, il tetto, hanno acquistato banchi e sedie, e tanti libri.
"Una cosa per volta, è stato il nostro motto - spiegano i due pensionati, folgorati alcuni anni fa da una vacanza in Kenya, che ora è diventata una meta annuale irrinunciabile - non siamo benestanti ma riusciamo ogni anno grazie agli amici a raccogliere qualcosa".
Ma soprattutto, oltre alle loro donazioni e alla fortuna di aver trovato dei tramite locali che hanno compreso l'importanza di dare un'educazione decente ai loro figli, Carmen e Celestino hanno convinto il Governo ad investire insieme a loro per creare un polo scolastico con tutti i crismi, in una zona interna in cui mancava completamente una struttura accessibile a tanti. Così ora la Kotayo Primary School ha sette delle otto classi e sta ultimando l'allacciamento per l'acqua.
"Abbiamo realizzato un sogno per tanti bambini e le loro famiglie - dicono orgogliosi i due altoatesini - ad oggi la scuola ospita 275 bambini, molti dei quali prima non studiavano nemmeno. Ma non ci fermiamo qui, il progetto per il 2017 è costuire una struttura sportiva, con campo da calcio e da basket, e dotare gli insegnanti di una biblioteca con 1000 euro di libri".
La generosità intelligente non può fermarsi, perché fa bene a chi la riceve ma anche all'anima di chi ne è portatore sano. 

TAGS: Carmen e CelestinoProgetto KotayoBolzano KenyaGruppo Missionario Tre SantiSolidarietà Kenya

Il progetto di Padre Renato "Kizito" Sesana, che da trent'anni si occupa di bambini di strada degli slum di Nairobi, ora è anche un film-documento, che il missionario lecchese sta portando in giro per l'Italia insieme con la...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Chissà se finirò prima io i sogni, o se saranno i sogni a finire me".
Era una delle poche, delle pochissime espressioni che Giuseppe Argese era solito dispensare. Il missionario é mancato pochi giorni fa ai piedi del Monte Kenya, dove viveva e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il romanzo della giornalista Rai Isabella Schiavone "Lunavulcano", che abbiamo recentemente recensito qui (clicca qui per leggere la recensione) è stato selezionato  per il prestigioso premio Strega 2018.
L'importante...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Fatuma Freedom Prezioso non ce l'ha fatta. 
E' spirata ieri notte a Mombasa, dove si era recata per l'ennesima visita di controllo.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un progetto che abbina aiuti al femminile con la tutela dell'ambiente nell'entroterra di Kilifi e di Malindi.
L'associazione italiana Africa Milele, che può contare su un numero crescente di appassionati volontari e opera principalmente a Chakama, sulla strada per il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il grande successo dell'alta stagione all'Olimpia Club ha convinto la gestione a proseguire le sue serate a suon di canzoni e di balli di gruppo, che tanto appassionano...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Aeroporto Internazionale di Malindi: un manager scandinavo si occuperà di far rispettare i tempi di esecuzione del progetto.
Il norvegese Jonny Andersen è stato nominato direttore generale della Kenya Airport Authority (KAA), tre mesi dopo il siluramento dell’ex manager Lucy...

LEGGI TUTTA LA NOTIZIA

Un velivolo di proprietà della compagnia charter Fly SAX, che effettuava la rotta Kitale-Nairobi, è scomparso ieri pomeriggio dai radar della torre di controllo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dal Ministero dei Trasporti il via libero per l'acquisto di altri 22,4 ettari di terreno per garantire l'espansione dell'aeroporto internazionale di Malindi.
 

LEGGI TUTTO

Ormai lo ripetiamo ogni volta: a Malindi, come in ogni...

LEGGI L'ARTICOLO

Una ragazza italiana di 23 anni è scomparsa ieri sera, forse a causa di un rapimento successivo ad una rapina a mano armata nell'entroterra di Malindi, nel villaggio di Chakama.
Secondo i...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Domenica 20 Settembre, Karibuni Onlus e tre Rotaract Club (Malindi, Watamu e Mombasa) hanno partecipato alla riforestazione della foresta di mangrovie di Mida Creek (Kenya). Il progetto è stato finanziato dal Rotaract Club di Cantù, grazie alla super attiva presidente...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La siccità sta flagellando il nord del Kenya in netto anticipo rispetto alla stagione arida e...

LEGGI L'ARTICOLO

Un uomo buono e preparato che, come suggeriva il suo nome di battesimo, ha Donato la sua vita per curare i difetti della vista a migliaia di keniani.
Questo era l'oftalmico triestino Donato Cordi, scomparso...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una notte di pioggia a Malindi, una madre disperata che forse cerca tardivamente di abortire e che partorisce in uno dei quartieri poveri della cittadina.
Un gesto...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La "Silicon Valley" keniana Konza City sarà costruita da un'azienda italiana.
L'Impresa Costruzioni Giuseppe Maltauro di Vicenza ha vinto l'appalto da 40 miliardi di scellini (quasi 350 milioni di euro) per edificare la città tecnologica pensata dall'ex Presidente Kibaki e voluta dall'attuale...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO