I parchi

MONTAGNA

Gli incredibili crateri del Monte Suswa, nel cuore della terra Maasai

Per gli appassionati di trekking e di esplorazione, un'esperienza unica al mondo

09-02-2018 di Leni Frau

La vera montagna del popolo Maasai è il Monte Suswa, un ex vulcano con crateri e grotte incredibili.
Situato nel cuore della loro terra, il Suswa è sicuramente il meno conosciuto ma probabilmente il più interessante dei tre famosi vulcani della Great Rift  Valley  Gli altri due sono il Longonot e il Menengai, non molto lontani, verso la città di Nakuru.
La montagna ha un doppio cratere, entrambi con il loro interno simile a un fossato che circonda un blocco inclinato di roccia. Il Suswa è noto anche per le sue grotte di lava sul lato nord-est del cratere esterno. Il sistema di canali comunicanti naturali è il più complesso e vario del mondo, uno spettacolo unico per esploratori ed appassionati.
È possibile risalire l' estremità inferiore della montagna fino al cratere esterno con un veicolo a quattro ruote motrici, ma ci sono alcuni sbarramenti durante il tratturo, dove la comunità Masaai chiede solitamente il pagamento di una tariffa non ufficiale, per poter procedere. 
Si possono prendere accordi per pagare una quota fissa e disporre di una guida esperta. 
I crateri interno ospitano anche diverse specie di serpenti.  Altri animali selvatici trovabili nella zona del Monte Suswa sono zebre, giraffe, manguste, tartarughe, iene e leopardi.
Per gli appassionati, è anche possibile scalare la montagna, la cui vetta misura 2.356 metri. 
Non ci sono sentieri specifici, ma si consiglia di accedere alla montagna da nord e nord-est. 
La scuola elementare dell’omonimo villaggio, situata alle pendici del massiccio, è un punto di partenza pratico.  Inoltre, ci sono molte fattorie Maasai ai piedi del Suswa, si consiglia di presentarsi al capovillaggio per avvertire che si ha intenzione di passare di lì. 
Ad eccezione del cosiddetto “Sentiero di Rauch”, non ci sono percorsi diretti verso la cima. 
Tuttavia, i Masaai pascolano il bestiame sulle praterie d’altopiano, creando percorsi stagionali. 
La vetta è raggiungibile a piedi percorrendo il sentiero, che inizia a circa un chilometro e mezzo dalla vetta, da nord-est. 
Il Rauch's Trail è contrassegnato da un cartello in legno che domina il cratere. 
La cima del vulcano interno, Ol Doinyo Nyokie (la montagna rossa), offre una vista mozzafiato, in particolare del cratere interno, che è coperto da foresta tropicale incontaminata, con sorgenti e getti di vapore da fonti sotterranee molto profonde.
Per chi ha il fisico, la passione e l’esperienza, un’escursione indimenticabile non solo in Kenya, ma a livello globale.
 

TAGS: monte suswatrekking in kenyaescursioni kenyacrateri kenyavulcani kenya

Il Parco Nazionale del Monte Longonot ed il suo ecosistema si trovano a circa 90 km da Nairobi. 
La riserva si estende su circa cinquanta chilometri quadrati, di cui la maggior parte è occupata dalla montagna stessa, che di fatto...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Grandi promesse e intenzioni serie, questo si è visto e ascoltato al primo Meeting keniano degli operatori del turismo, diretto dal riconfermato Ministro Najib Balala.
Balala ha ribadito ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I kikuyu la chiamano “Kilimambogo”, la montagna del Bufalo. Per i maasai è semplicemente “La grande collina”.
Ol Donyo Sabuk, a meno di un’ora di macchina da Nairobi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una serata dedicata a "The Voice" Frank Sinatra, con i brani più significativi del grande cantante italo-americano riarrangiate e interpretate da Marco Bigi.
Al Baby Marrow Art & Food Restaurant di Malindi a fare da filo conduttore tra la musica e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya è una delle destinazioni più varie e straordinariamente ricche di occasioni uniche, emozioni per tutti ed attrazioni per ogni tipo di appassionato o esperto di avventura. Se per molti il Paese africano è soprattutto sinonimo di...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Sono 64 i parchi e le riserve nazionali del Kenya, che è il Paese del mondo con la più ampia varietà di specie animali in libertà.
Anche la vegetazione varia da parco a parco e con essa il microclima e...

LEGGI TUTTO

Il mondo cambia e con esso anche il modo di viaggiare e scoprirlo.
Siamo sempre meno turisti e più escursionisti, avventurieri magari molto social ma anche pronti a provare...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Diani è stato il primo luogo di villeggiatura degli inglesi all’inizio del Novecento. Marittimi e avventurieri, coloni e commercianti, scoprivano la natura e il mare a soli 25 chilometri da Mombasa, dove lavoravano e progettavano il loro East Africa, unendo...

LEGGI TUTTO

Una eco-isola al largo di Mayungu, per trasformare la cosiddetta Sardegna 2 in una "Dubai 2".
L'ambizioso progetto è stato presentato ieri all'Università keniota di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La recente visita in Kenya del miliardario cinese Jack Ma, inventore del colosso mondiale delle vendite online Alibaba.com, sembra avere scatenato un ulteriore “effetto safari” sul popolo cinese e specialmente su quella fascia medio-alta di turismo che negli ultimi anni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il buffet settimanale del venerdì sera al Leopard Point Beach Resort & SPA propone ogni volta un'apericena a buffet a tema.
Per il venerdì di questa settimana, la location si trasferisce con la fantasia in centroamerica, per una cena Tex-Mex.

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Anche quest'anno il Maasai Mara è la migliore riserva di tutto il Continente africano, e Diani Beach la migliore spiaggia.
Questo è emerso dalle premiazioni dei...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nuova pipeline per l'acqua dell'entroterra di Malindi
Sono arrivate le nuove tubature per rifare i condotti per il trasporto dell'acqua dall'entroterra di Malindi, nella zona di Langobaya e Baricho, alla costa.
Grazie a fondi di società cinesi, le stesse che...

LEGGI TUTTO

Un grave lutto avvolge la comunità italiana di Malindi, ci ha lasciato uno dei decani della "colonia" italiana.
Il costruttore bresciano Renato Marini. Logorato da una lunga malattia, si è spento nella sua casa dietro il Galana Center, una delle...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya fa il bis!
Anche quest'anno, dopo aver conquistato l'ambito premio l'anno scorso, oltre già al 2013 e 2015, il Kenya si è aggiudicato la palma d'oro come migliore destinazione mondiale per i safari e miglior destinazione africana per le...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Governo del Kenya ha deciso di piantare 20 milioni di nuovi alberi per contrastare il fenomeno della deforestazione.
Il patrimonio forestale del Paese ha subito gravi danni, soprattutto dal 1970 al 1990, principalmente per via della produzione di legname...

LEGGI TUTTO