I parchi

LUOGHI

Kit Mikayi, un monumento di pietre e la sua leggenda

Sorta di dolmen sul Lago Vittoria, sta diventando meta di turismo

20-01-2018 di redazione

Un singolare monumento naturale da cui si domina un paesaggio incantevole, in una zona poco frequentata dal turismo di massa in Kenya, ma che sta diventando luogo d'interesse storico e paesaggistico.
Kit-Mikayi  è una imponente formazione rocciosa alta settanta metri  sulla strada che dalla città di Kisumu porta alla cittadina di Bondo nel Kenya occidentale, poco distante dal Lago Vittoria. 
Dopo trenta chilometri, arrivando da Kisumu, si prende la strada per Bondo e dopo un chilometro si vede il cancello di una scuola elementare, la N’gop Ngeso Primary School.
Kit-Mikayi  nel dialetto dei “Luo”, l’etnia autoctona, significa "Pietre della prima moglie" o "First Wife Rocks".
La leggenda di Kit Mikayi narra che molti secoli fa  c’era un vecchio di nome Ngeso che era in grande sintonia con le pietre. Ogni giorno, quando si svegliava al mattino, era solito entrare nella grotta all' interno della pietra e rimanervi tutto il giorno, costringendo la moglie a portargli la colazione e il pranzo. L' anziano si innamorò appassionatamente di questa pietra al punto che la gente chiedeva spesso alla moglie dove si trovava, e lei rispondeva sconsolata che lui era andato alla sua prima moglie (Mikayi) da cui il nome “pietra della prima moglie” (Kit Mikayi).
Un' ulteriore spiegazione di questa singolare formazione rocciosa è che secondo le sue caratteristiche e componenti, la struttura rappresenta la famiglia poligama della tradizione Luo che aveva la casa della prima moglie (Mikayi) costruita più avanti tra il lato destro era la casa della seconda moglie (Nyachira), mentre la casa della terza moglie (Reru) è stata costruita sul lato sinistro della casa. 
Per molto tempo, questa pietra è stata un luogo sacro per gli abitanti del villaggio, nonché luogo di culto e di riti tribali di iniziazione. 
Gli abitanti locali che vivono intorno alle pietre sono conosciuti come il clan “Kakello”. 
Il sito è associato a sacrifici e molte leggende di epoca precristiana.
Kit-Mikayi oggi è un punto di interesse turistico regionale. 
E' anche diventato un popolare luogo di pellegrinaggio locale per i seguaci della setta “Legio Maria” che si trovano al cospetto della roccia per pregare e digiunare per diverse settimane alla volta.
La roccia sorge in una zona ricca di attrazioni, non lontana dalla più famosa Ndere Island, nota per la presenza di fauna selvaggia, il birdwatching, ippopotami, coccodrilli del Nilo e impala.

TAGS: kit mikayimonumenti kenyaparchi kenyariserve kenyaluoghi kenyaleggende kenya

Una buona notizia per gli amanti dei safari in Kenya e soprattutto per chi li organizza, agenzie e tour operator. Il Kenya Wildlife Service dal 1 novembre ha ridotto i ticket d'ingresso nei parchi nazionali del Kenya e nelle riserve. 

LEGGI TUTTO

Il Kenya Tourist Board e il Kenya Wildlife Service lavoreranno a braccetto da qui all'immediato post-elezioni per promuovere il turismo nei luoghi incontaminati del Kenya e nelle località più ambite dal turismo.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya considera la reintroduzione della caccia agli animali selvatici in alcune riserve del Paese.
Il Ministro del Turismo Najib Balala ha formato...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

All'indomani del cessate il fuoco susseguente all'attacco...

LEGGI TUTTO

Ranger Onorario del KWS.
Un riconoscimento ufficiale, arrivato nei giorni scorsi e pubblicato dalla Gazzetta Ufficiale keniana.
Per Adriano Ghirardello si tratta di un importante riconoscimento arrivato a compendio di tanti anni di attività di assistenza, aiuto e coordinamento con...

LEGGI TUTTO

Con una mossa senza precedenti, e forse per inviare un segnale forte alle pressioni esterne e ai gruppi della...

LEGGI L'ARTICOLO

La foresta di Arabuko-Sokoke, che si estende tra l’entroterra di Malindi e quello di Watamu e Kilifi, è stata inserita nelle riserve della ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La savana del Kenya da oggi sarà meno popolata da veicoli non autorizzati e non professionali.
I mezzi...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya Wildlife Service ricorda le dieci regole d'oro per un safari rispettoso della natura e dei...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya Wildlife Service dai giorni scorsi ha un nuovo rivelatore per scoprire i bracconieri.
Si tratta di un...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Che il ritorno sui grandi schermi del Re della Savana, questa volta in carne ed...

LEGGI L'ARTICOLO

Per molti di coloro che si apprestano a leggere, le informazioni che daremo sulla malaria saranno cose risapute, ma sono tanti i lettori che si approcciano al nostro portale senza una conoscenza approfondita di uno dei problemi del Kenya che...

LEGGI TUTTO

Il Kenya fa il bis!
Anche quest'anno, dopo aver conquistato l'ambito premio l'anno scorso, oltre già al 2013 e 2015, il Kenya si è aggiudicato la palma d'oro come migliore destinazione mondiale per i safari e miglior destinazione africana per le...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La recente visita in Kenya del tycoon cinese Jack Ma, proprietario e fondatore del colosso cinese delle vendite online Alibaba, non aveva solo intenti commerciali. Quando poi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I Ministeri degli Esteri dei Paesi i cui cittadini frequentano assiduamente il Kenya non hanno emesso alcun comunicato particolare in vista delle elezioni nazionali di agosto, segno che la situazione attuale non desta particolari timori.

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Si chiama "Kit Dignità" ed è un'iniziativa di Watoto Kenya Onlus per le ragazze delle scuole dell'entroterra malindino.
Si tratta di assorbenti lavabili che permetteranno alle studentesse di non restare a casa da scuola nel periodo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO