Watamu e costa Keniana

ESCURSIONI

Arabuko Sokoke Forest, il polmone verde della costa

Fauna rara, bird watching, natura incontaminata a due passi da Watamu

05-10-2018 di redazione

La foresta di Arabuko Sokoke è la più antica, grande e intatta foresta pluviale dell'Est Africa, un polmone essenziale di natura verde che si estende per 420 chilometri quadrati nella zona della costa nord del Kenya tra Kilifi, Gede e il confine con il Parco Nazionale dello Tsavo.
La riserva forestale è gestita dal Kenya Forest Service (KFS). 
Nella Arabuko Sokoke si trovano il 20% delle specie di uccelli presenti in Kenya, il 30% di specie di farfalle e almeno 24 specie rare ed endemiche di questi e di mammiferi.
Mammiferi: Le autorità forestali hanno registrato almeno 40 specie di mammiferi tra cui elefante africano, bufalo, zibetto, Caracal, scimmie di Syke, babbuini gialli e Lesser Galago (o bushbaby). Alcuni dei mammiferi più rari del Kenya si trovano qui, tra cui l'elefante dal ciuffo d'oro, la mangusta dalla coda cespugliosa e il Duiker.
Ci sono oltre 270 specie di uccelli registrati nella foresta, tra cui diverse specie rare ed endemiche. 
Il Tessitore di Clarke si trova solo ad Arabuko-Sokoke e in un'altra area 30 km più a nord di Arabuko-Sokoke in tutto il mondo. Altre specie di uccelli minacciati a livello globale che si trovano in Arabuko-Sokoke includono: Amani Sunbird, East Coast Akalat, Sokoke Scops Owl, Sokoke Pipit e Spotted Ground Thrush. Altri uccelli limitati alle foreste costiere del Kenya si trovano più facilmente nella Arabuko-Sokoke, il che la rende un luogo ancor più interessante da visitare, non solo per gli appassionati di ornitologia.
La foresta ha inoltre catalogato 49 rettili e 25 specie di anfibi.
La foresta di Arabuko-Sokoke è composta da tre diversi tipi di vegetazione: quella a predominanza cinometrica e boschi, che coprono più della metà della riserva forestale di Arabuko-Sokoke. In questo tipo di foresta sono più frequenti gli avvistamenti di Caracal, Civette, Genette e altri mammiferi.
Boschi dominati dalla brachistegia, conosciuti anche come “bush di Miombo”, questo tipo di foresta è arioso e bello da attraversare a piedi. Uccelli e farfalle sono più visibili grazie all’apertura verso il cielo. Qui appaiono anche bellissimi laghetti stagionali, ricchi di uccelli e anfibi.
Foresta mista, dominata da specie come Hymenaea verrucosa e Manilkara sansibarensis. La fitta vegetazione di questo tipo di foresta crea un'atmosfera tropicale mentre si cammina o si guida, la vera sensazione di essere "nel bush". Gli animali comunemente avvistati qui includono il rarissimo elefante toporagno dal ciuffo d'oro, l'Akalat della costa orientale e il piccolo Greenbuls.
All’interno del percorso dell’Arabuko si trovano: una rete di sentieri escursionistici ben segnalati, più di 30 km di piste di guida che attraversano i diversi tipi di foresta, due piattaforme arboree per una vista a panoramica dall’alto della foresta.
Il punto di osservazione più suggestivo è quello di Nyari, un'area elevata della foresta con vista panoramica su tutta la foresta e su parte della costa, fino al mare.

Come arrivare e spostarsi
La foresta si trova lungo la strada asfaltata Mombasa - Malindi, a circa 100 km dalla città di Mombasa e a 18 km da Malindi. L'ingresso è chiaramente segnalato e i servizi per i visitatori sono disponibili presso gli uffici della KFS's Malindi Forest Zone che si trova lì. Autobus e voli regolari sono disponibili da Nairobi a Mombasa o Malindi. È inoltre possibile utilizzare veicoli di servizio pubblico o taxi da Mombasa, Malindi o Watamu.

Il Kenya Forest Service (KFS) richiede una tassa d'ingresso al punto d'ingresso per promuovere la conservazione delle foreste. 
La foresta ha una rete di piste di guida e sentieri per passeggiate. Molte sezioni della foresta sono accessibili con automobili normali, ma per un migliore accesso a tutti i percorsi, si consigliano fuoristrada o comunque veicoli con quattro ruote motrici.
Guide addestrate sono disponibili per scortare nell’esplorazione della foresta. Le guide sono membri della Arabuko-Sokoke Forest Guides Association (ASFGA) e si pagano in base al tempo trascorso e al servizio reso. Richiedere informazioni su questi servizi al punto di ingresso.

Orari di visita
I biglietti d'ingresso possono essere acquistati presso il punto d'ingresso tra le 6:00 e le 18:00. Chi desidera iniziare l’escursione all’alba può acquistare i biglietti la sera prima. Gli orari migliori per la visita sono la mattina presto o nel tardo pomeriggio, poiché la maggior parte della fauna selvatica si nasconde dal caldo di mezzogiorno. Il momento migliore per osservare gli uccelli è dall'alba alle 9:00 circa.

Cosa indossare e trasportare
Indossare comode scarpe da passeggio o scarpe da ginnastica e abbigliamento leggero e non aderente. Anche cappello, occhiali da sole e crema solare possono essere utili. È anche importante portare acqua potabile, binocolo, binocolo, macchina fotografica e libri della fauna selvatica, in particolare per uccelli e farfalle, oltre alle attrezzature da picnic e da campeggio nel caso in cui si intenda pernottare.

Cose importanti da ricordare quando si visita la foresta di Arabuko Sokoke
- Fermarsi per permettere alla fauna selvatica di allontanarsi dalla strada prima di passare. 
- Non nutrire gli animali selvatici.
- Non accendere fuochi nella foresta. 
- Non portare via animali, piante o parti di piante. 
- Non segnare o deturpare steli di alberi, pietre e altro. 
- Evitare di fare troppo rumore nel rispetto della fauna selvatica e degli altri visitatori. Non superare i 40 km/h quando si guida nella foresta.
- Fare attenzione perché gli animali sono selvaggi e possono essere pericolosi.  
- Mantenere i sentieri e i sentieri designati quando si cammina ed essere sempre sicuri di dove si è diretti o da dove si proviene, dato che l'orientamento nei boschi può essere difficile.

Per informazioni e prenotazioni contattare:

Arabuko-Sokoke Forest Reserve
P.O. Box 201 – 80200 Malindi, Kenya. 
Tel (mobile phones): 0724 026 096
Email: ZMMALINDI@KENYAFORESTSERVICE.ORG or ECOTOURISM@KENYAFORESTSERVICE.ORG

TAGS: arabuko sokokeforeste kenyaescursioni malindiescursioni watamuvedere watamuserpenti watamu

Venti chilometri prima di Malindi, dopo i villaggi di Chumani e Matsangoni, s'incontra l'insenatura di Mida, caratterizzata da foreste di mangrovie, piante le cui radici sono in acqua salata. 
A Mida si possono osservare specie molto rare e affascinanti di...

LEGGI TUTTO

Gli ambientalisti si muovono per evitare uno scempio che potrebbe riguardare "casa nostra", ovvero l'Arabuko Sokoke Forest, che si estende da Gede a Matsangoni, lungo la strada Malindi-Mombasa dove ci sono anche gli ingressi per i turisti, fino a buona...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non sempre le cattive notizie ne portano altrettante, a volte piove sull'asciutto e non sul bagnato. L'inevitabile progresso che sta arrivando anche nelle cittadine turistiche costiere di Malindi e Watamu, con i relativi problemi di deforestazione per costruire nuove abitazioni...

LEGGI TUTTO

Watamu la bella.
Malindi la magica.
Watamu la giovane e frizzante.
Malindi antica ma ancora interessante.
 

LEGGI TUTTO IL RACCONTO

Autunno, tempo di funghi.
Questo è ciò a cui ci rimanda la tradizione gastronomica italiana, legata a quel che la terra riesce ancora a regalarci.
Ma anche in Kenya esistono...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La Contea di Kilifi da oggi è in mostra per tre giorni al TTG di Rimini.
Il Governo della regione a nord di Mombasa, che ha in Kilifi il suo capoluogo e in Watamu, Malindi, Mayungu e Mambrui le sue...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non è una novità e non è da quest'anno che chi vive a Malindi, Watamu e Mambrui sta notando come il periodo che va dalla metà di settembre alla fine di ottobre sia in assoluto quello che vede affiacciarsi alla costa...

LEGGI TUTTO

Watamu si promuove a Nairobi come destinazione turistica autonoma, con le sue particolarità e le sue strutture e attività.
Tutto questo avverrà da venerdì 29 settembre a domenica 1 ottobre al 7th August Memorial Park di Nairobi, nel centro della capitale...

E' in vendita a Watamu un piccolo gioiello adibito a Boutique Hotel, a due passi dal centro della località turistica e non lontano dalle bianche spiagge dell'Oceano Indiano. Un'occasione per...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Diani è stato il primo luogo di villeggiatura degli inglesi all’inizio del Novecento. Marittimi e avventurieri, coloni e commercianti, scoprivano la natura e il mare a soli 25 chilometri da Mombasa, dove lavoravano e progettavano il loro East Africa, unendo...

LEGGI TUTTO

Il Kenya è una delle destinazioni più varie e straordinariamente ricche di occasioni uniche, emozioni per tutti ed attrazioni per ogni tipo di appassionato o esperto di avventura. Se per molti il Paese africano è soprattutto sinonimo di...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Malindi quinta meta del mondo da scoprire nel 2017, secondo il sito americano di informazioni burocratiche (visti e permessi) ivisa.com, frequentato da lettori di tutto il mondo. (vedi qui il link originale https://www.ivisa.com/visa-blog/top-11-undiscovered-destinations-for-2017)
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'estate sta finendo (un anno se ne va, avrebbero cantato i Righeira...) ma a Malindi e Watamu ci sono ancora serate da passare insieme e in allegria, tra buffet, aperitivi, grigliate e musica. Ecco cosa succede in questo fine settimana.

Il Kenya fa il bis!
Anche quest'anno, dopo aver conquistato l'ambito premio l'anno scorso, oltre già al 2013 e 2015, il Kenya si è aggiudicato la palma d'oro come migliore destinazione mondiale per i safari e miglior destinazione africana per le...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sono 64 i parchi e le riserve nazionali del Kenya, che è il Paese del mondo con la più ampia varietà di specie animali in libertà.
Anche la vegetazione varia da parco a parco e con essa il microclima e...

LEGGI TUTTO

Lo avevamo annunciato in esclusiva alcune settimane fa, quando il fotografo Andrea Varani e la top model italo-venezuelana Mariangela Bonanni erano sbarcati a...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO