Watamu e costa Keniana

WATAMU

Watamu

Le bianche spiagge e la "gente dolce"

10-08-2008 di redazione

Venti chilometri prima di Malindi, dopo i villaggi di Chumani e Matsangoni, s'incontra l'insenatura di Mida, caratterizzata da foreste di mangrovie, piante le cui radici sono in acqua salata. 
A Mida si possono osservare specie molto rare e affascinanti di uccelli, come l'aquila pescatrice africana, la cicogna dal becco giallo e due varietà particolari di Martin Pescatore, di cui uno dal color verde malachite. 
Vi sono passeggiate organizzate di "bird watching" da fare a piedi oppure un "Eco Camp". 
Dall'altra parte della strada statale, si trova l'ingresso dell'Arabuko Sokoke Forest Reserve, la più grande macchia di foresta endemica dell'Africa Orientale. 
La si può visitare in automobile (fuoristrada, ovviamente) con o senza la scorta di un ranger. 
Sono gli uccelli (oltre duecento esemplari) e le farfalle a dettare legge, ma nella Sokoke Forest vi sono ancora specie rare di serpenti, oltre alle più comuni in Kenya come il pathfinder e il black mamba, babbuini, il toporagno elefante e a volte qualche animale di savana che si è perso. Perchè a nord la vasta foresta confina con la savana dello Tsavo. 
Dopo Mida e la foresta, si arriva a Gede, nota per le rovine di una delle più antiche cittadelle arabe fortificate della costa, risalenti al tredicesimo secolo. Oggi si possono notare resti di palazzi lussuosi e moschee, una vera e propria roccaforte swahili in mezzo alla foresta.Antichi fasti di una civiltà spazzata via dalle agguerrite tribù somale, i misteri dei commerci e dello splendore di Gede rimangono tuttavia un'attrazione per turisti, non tanto per le rovine ma per immaginare la vita in un borgo evoluto e fiorente a pochi chilometri dal mare. 
Dal bivi0 di Gede si può raggiungere Watamu, la rinomata meta turistica dalle bianche spiagge, dai faraglioni e dal mare che ricorda quello delle Seychelles. 
Watamu (dal swahili "watu tamu", gente dolce) era nota fin dai tempi dei primi coloni inglesi, che amavano sostare e fare pesca d'altura nel villaggio, in cui peraltro vivevano ottimi marinai e fabbricanti di dhow, le imbarcazioni tipiche swahili. Anche lo scrittore Ernest Hemingway vi fece tappa negli anni Trenta e un resort inglese porta il suo nome. 
Da vedere, le splendide baie tra cui la Blue Lagoon, davvero incantevole con i suoi isolotti e le varietà di stelle marine, conchiglie e altre amenità marine. 
Oggi a Watamu sono molte le strutture alberghiere, ma l'estensione della sua area e la sua struttura fa sì che molte siano seminascoste tra mare e vegetazione. 
Tante sono anche le ville, a quelle britanniche si sono aggiunte in tempi più recenti le residenze da sogno degli italiani.
Il Watamu National Marine Park è famoso per le sue varietà di pesci e per le tartarughe marine, al largo dell'omonima baia. 
Possibile anche organizzare, partendo dalla spiaggia dell'Hemingways, escursioni per la pesca d'altura o fare windsurf. 
Chiaramente si può raggiungere in barca anche l'insenatura di Mida, fare snorkelling tra enormi pesci verso le grotte della Tewa (cernia, in swahili).

TAGS: Watamu KenyaWatamu InfoMida Creek KenyaMatsangoniChumaniWatamu Parco Marino

Uno scambio di auguri natalizi con i parroci di Malindi, Watamu e Mida, la Santa Messa insieme e poi un piccolo rinfresco alla presenza del Console Onorario Italiano. Un tradizionale appuntamento prenatalizio per la comunità cattolica della costa keniana e anche...

LEGGI TUTTO

Steven Spielberg ha scelto Watamu per girare il suo prossimo film, un kolossal hollywoodiano che racconterà il sogno africano di un’ambientalista, tra mille avventure e disavventure.
La notizia è rimbalzata ieri sui più importanti siti di cinema americani ed ha...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La solidarietà italiana per l’isola “solitaria” del Mida Creek non si ferma.
Dopo la splendida scuola creata Marafiki Onlus oggi ha anche un piccolo ospedale, grazie all’associazione “Pediatria per l’emergenza”.

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Si chiama “What’s Best in Kilifi County” (Cosa c’è di meglio nella Contea di Kilifi) ed è la prima edizione di un magazine patinato in distribuzione gratuita che mostra le bellezze e le principali attività legate al turismo di Malindi...

LEGGI TUTTO E GUARDA LA RIVISTA NELLA GALLERY

Non sempre le cattive notizie ne portano altrettante, a volte piove sull'asciutto e non sul bagnato. L'inevitabile progresso che sta arrivando anche nelle cittadine turistiche costiere di Malindi e Watamu, con i relativi problemi di deforestazione per costruire nuove abitazioni...

LEGGI TUTTO

Domenica 20 Settembre, Karibuni Onlus e tre Rotaract Club (Malindi, Watamu e Mombasa) hanno partecipato alla riforestazione della foresta di mangrovie di Mida Creek (Kenya). Il progetto è stato finanziato dal Rotaract Club di Cantù, grazie alla super attiva presidente...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Watamu si promuove a Nairobi come destinazione turistica autonoma, con le sue particolarità e le sue strutture e attività.
Tutto questo avverrà da venerdì 29 settembre a domenica 1 ottobre al 7th August Memorial Park di Nairobi, nel centro della capitale...

Watamu la bella.
Malindi la magica.
Watamu la giovane e frizzante.
Malindi antica ma ancora interessante.
 

LEGGI TUTTO IL RACCONTO

Malindi quinta meta del mondo da scoprire nel 2017, secondo il sito americano di informazioni burocratiche (visti e permessi) ivisa.com, frequentato da lettori di tutto il mondo. (vedi qui il link originale https://www.ivisa.com/visa-blog/top-11-undiscovered-destinations-for-2017)
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da giovedì 23 marzo a domenica 27 le imbarcazioni del Kenya Wildlife Service saranno impegnate nella più grande operazione di censimento marino mai svolta nelle acque territoriali keniane.
Lo ha annunciato il portavoce del KWS Paul Gatitu, che ha illustrato...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il servizio meterologico del Kenya (KMD) ha emesso nel pomeriggio di oggi un comunicato per allertare la popolazione costiera riguardo ad un'ondata di maltempo che, secondo le previsioni degli studiosi, dovrebbe interessare fin da domani la regione bagnata dall'Oceano Indiano.
Nella giornata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'estate sta finendo (un anno se ne va, avrebbero cantato i Righeira...) ma a Malindi e Watamu ci sono ancora serate da passare insieme e in allegria, tra buffet, aperitivi, grigliate e musica. Ecco cosa succede in questo fine settimana.

Due giorni tra Malindi e Watamu per "Donnavventura".
Non potevano mancare le località costiere più amate dagli italiani nell'itinerario del programma televisivo di Rete 4 che per l'edizione di quest'anno ha deciso di fare tappa in Kenya e che successivamente...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE FOTO

E' Jacaranda Bay la spiaggia più bella di Watamu, lo dicono centinaia di appassionati d'Africa, turisti e residenti italiani che amano la costa del Kenya.
LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LA CLASSIFICA FINALE SU WATAMUKENYA.NET CLICCANDO QUI

E' uno dei simboli della vacanza da sogno di molti, e un italiano lo ha realizzato all'interno dell'insenatura di Kilifi, a meno di un'ora da Malindi e Watamu.
La Houseboat costruita dalla proprietà dell'Olimpia Club, è un gioiello di eleganza...

LEGGI TUTTO