Arte e cultura

EVENTI

Concerto al museo di Malindi, serata senza precedenti

Il violinista D'Orazio ha incantato un pubblico folto e attento

22-02-2017 di Freddie del Curatolo

Sicuramente ieri pomeriggio il Museo Nazionale ha ospitato il più grande virtuoso di uno strumento musicale mai approdato a Malindi.
L'evento organizzato dall'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi, che oltre al concerto gratuito del violinista Francesco D'Orazio ha offerto ai presenti un lauto rinfresco, ha appassionato oltre un centinaio di persone che non solo hanno occupato tutti i posti a sedere disponibili, ma si sono assiepate lungo la balconata del piano superiore per ascoltare l'esibizione del musicista, intervallata da letture in inglese di geografi e storici dei primi secoli dopo Cristo che per primi parlarono delle coste keniane.
Inutile dire che eventi di tale portata a Malindi sono sempre stati rari più di un ghepardo in savana. Chi frequenta la costa del Kenya da tanti anni, ha dovuto richiamare alla memoria il concerto di Zucchero nel 1993, per ritrovare una serata del genere.
In realtà la bravura e l'importanza del violinista D'Orazio è qualcosa di superiore, e la riprova è stata riuscire con un'ora di violino solo ad incantare una platea attenta e silenziosa fino alla fine. 
La musica accomuna e la cultura non ha barriere: italiani, inglesi, tedeschi e keniani seduti fianco a fianco hanno ascoltato con trasporto la "ciaccona" di Johan Sebastian Bach che ha aperto il concerto, dopo i saluti di rito dell'Ambasciatore d'Italia in Kenya Mauro Massoni che insieme alla creatrice e organizzatrice dell'evento Francesca Chiesa, ha inaugurato la doppia mostra sui tesori del mare dell'italiano Salvatore Tusa e del direttore del Museo Nazionale di Malindi Caesar Mbita.  
Intelligente si è rivelata la regia dello spettacolo, che ha visto D'Orazio cambiare posizione ad ogni sonata, rendendosi visibile di volta in volta a tutti.
Se è vero che il virtuosismo di Paganini fa sempre leva sul pubblico e ha raccolto applausi prolungati, la vera sorpresa sono state le interpretazioni dei brani del compositore contemporaneo siciliano Luciano Chessa, proposte con un braccialetto di sonagli al polso destro, e le meravigliose note del compositore belga Eugene Ysaye, un Paganini delle Fiandre che nella versione scatenata di D'Orazio ha lasciato con il fiato sospeso.
Pubblico entusiasta, bis allegro e la certezza per residenti e villeggianti malindini di aver assistito a qualcosa di unico e importante, che potrebbe essere il primo di tanti eventi culturali con base nella nostra cittadina. Grazie soprattutto all'interesse dell'Istituto Italiano di Cultura per la nostra comunità e alla bella risposta che sta dando a queste iniziative.

TAGS: Museo MalindiFrancesco D'OrazioFrancesca ChiesaMauro MassoniConcerto MalindiNational Museum Malindi

Un grande bis per il violinista italiano Francesco D'Orazio, che dopo aver incantato i presenti al Museo Nazionale di Malindi martedì scorso, due giorni fa si è esibito al National Theatre di Nairobi, davanti a una platea che da giorni...

LEGGI TUTTO

L'evento organizzato dall'Istituto Italiano di Cultura domani sera a Malindi avrà come ospite d'onore l'Ambasciatore d'Italia a Nairobi Mauro Massoni.
Al Museo Nazionale della cittadina, dietro Uhuru Garden, verrà infatti inaugurata la mostra "Immersions" che mette a confronto l'archeologia marina...

LEGGI TUTTO

Costa solo Kshs.1000 all'anno la tessera della "Malindi Museum Society", ed è un modo, per chi gravita a Malindi, per sostenere la cultura e foraggiare chi organizza mostre, incontri e tiene archivi e piccole biblioteche storiche vive.
Con la tessera...

LEGGI TUTTO

"Immersioni, un violino una voce e l'eco dei secoli" è un evento senza precedenti per il Museo Nazionale di Malindi, che segna la conferma di un percorso intrapreso con l'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi e l'Ambasciata Italiana in Kenya,...

LEGGI LA NOTIZIA E PRENOTA IL TUO POSTO A SEDERE

Le potenzialità del Kenya nel campo della ricerca archeologia sono note, anche se soprattutto si tratta di quelle di terra, collegate soprattutto agli importanti ritrovamenti che riguardano nostri proto-antenati nella zona del...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'appuntamento è da non perdere, per gli italiani che sono a Malindi e dintorni in questo periodo. 
Sabato 15 ottobre alle ore 18 al Museo Nazionale di Malindi (ex DC office, dietro la piazzetta del cambio, Uhuru Garden) la direttrice...

LEGGI TUTTO

E' stato presentato ufficialmente ieri il programma dell'edizione 2015 del Malindi Multicultural Festival, organizzato da Kilifi County, Kenya National Museum, Mseto Africa con la partecipazione dell'Associazione turistica MalindiWatamu. 
Quest'anno si prevede l'edizione più ricca e coinvolgente di sempre. 

LEGGI TUTTO

Un bello spot positivo per Malindi grazie alla residente italiana Cristina "Cris" Vittici e alla trasmissione di Rai Italia "Cara Francesca" che da molti anni intervista connazionali residenti all'estero.

LEGGI TUTTO

La giornalista keniota di origine indiana Rasna Warah presenterà oggi, venerdì 30 settembre alle 16, al Centro Culturale della Malindi Museum Society (presso il Museo Nazionale di Malindi, ex Dc Office dietro la piazzetta "del Cambio") il suo nuovo libro...

LEGGI TUTTO

Sarà officiata da Padre Orazio alla S.Anthony Cathedral di Malindi, oggi 24 febbraio 2017 alle 16, la messa in ricordo di Marco Vancini, l'imprenditore italiano ed ex console onorario di Malindi scomparso due anni fa in un tragico incidente stradale...

Un workshop di romanzieri storici italiani per far crescere la coscienza storica e narrativa dei giovani scrittori keniani.
"History and stories", questo il titolo delle cinque giornate nairobine, in scena da...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sono terminate le riprese del docufilm "Italiani in Kenya", mediometraggio commissionato dal Ministero degli Esteri italiano, tramite l'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi, nell'ambito della settimana della lingua italiana nel mondo. 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La rassegna del Cibo e della Cultura italiana a Nairobi non poteva avere sede migliore dello storico hotel Sarova Stanley nel centro della capitale keniana.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LA FOTOGALLERY

La presenza portoghese a Malindi iniziò con l’arrivo di Vasco de Gama nel 1498. E’ noto che la cappella fu costruita alla fine del XV secolo. E’ piuttosto sorprendente che le autorità di un’antica città islamica autorizzassero la costruzione di...

LEGGI TUTTO

Un documentario sugli italiani in Kenya. E' l'idea, appoggiata dall'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi, del regista italiano Giampaolo Montesanto.
Montesanto ha da poco ultimato e messo in circolazione un lungometraggio simile, sui nostri connazionali in Eritrea ed è pronto...

LEGGI TUTTO

In arrivo un docufilm sulla danza per esaltare le bellezze naturali della costa keniana. 
"Explorers in dance", nato dall'incontro tra la tersicorea di fama internazionale Tania Von Armine Oggero e il regista Francesco Malavenda, sta per essere presentato in Italia...

LEGGI TUTTO