Eventi

MOSTRE

I fiori di Gian Paolo Tomasi da domani sera adornano il Baby Marrow

Si inagura la mostra "Portraits of Flower" nell'Art Food Restaurant di Malindi

19-12-2017 di redazione

Una mostra di fiori al Baby Marrow Art & Food Restaurant di Malindi.
Si inaugura domani sera, mercoledì 20 dicembre alle 19 "Portraits of flowers", la nuova personale dell'artista italiano Gian Paolo Tomasi, che già espone da tempo nel locale di Vasco Da Gama Road le sue opere concettuali, immaginifiche, profonde o semplicemente didascaliche.
Questa volta protagonisti non sono donne "virtuali", l'Africa epocale o gli armonici contrasti a cui Tomasi ci ha abituati, ma i fiori.
Fiori africani bellissimi, colorati, unici.
Fiori a cui manca solo il profumo, fiori resi ancora più scenici e ipnotici dall'arte della fotocomposizione.
Fiori che diventano opere straordinarie, oggetti di arredamento ma anche e soprattutto metafore della nostra società, come spiega lo stesso artista.
"I fiori che ho fotografato e lavorato - dice Tomasi - sono tutti diversi tra loro, e fanno della diversità la loro bellezza. Allo stesso tempo fanno parte del grande mondo della Natura e con esso vivono in sintonia. Cosa che per l'essere umano non solo non succede più, ma che nella civiltà moderna è diventato addirittura un tabù. Oggi si da alla parola "diverso" sempre un'accezione negativa, mentre è nella diversità che risiede la bellezza".
La mostra di Tomasi viene inaugurata in prima assoluta a Malindi proprio nei giorni in cui il Governo di Donald Trump ha annunciato di bandire alcune parole dal sistema sanitario, tra cui proprio "diversità". 
In tempi di omologazione e di divisioni razziali, politiche e di religioni, il minimo che si possa fare è cercare di "dirlo con un fiore".
E dirlo con la bellezza dei quadri di Gian Paolo Tomasi è ancora meglio.
L'artista sarà al Baby Marrow per presentare e spiegare le sue opere, a partire dalle 19 e durante la cena.
Per informazioni e prenotazioni: Tel. 0700766704

FOTO GALLERY
TAGS: Gian Paolo Tomasomostra tomasiBaby Marrow Malindiarte malindifiori malindi

Il Baby Marrow abbina alle sue proposte gastronomiche sempre qualcosa di nuovo.
Nel locale di Vasco Da Gama Road, in un ambiente unico dove si respira arte e piacere di incontrarsi, nel...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Anche per la serata di Ferragosto, oltre al sabato sera, la cena al Baby Marrow sarà ingentilita dalla bella voce della cantante keniana Linah, con le sue interpretazioni di classici soft internazionali.
Nel locale di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le cene del sabato sera con il talento locale al Baby Marrow Art & Food Restaurant raddoppiano, con il bis alla domenica.
Sotto la supervisione di Gian Paolo Tomasi, durante la cena vengono presentati creativi, artisti e artigiani locali che con...

LEGGI TUTTO

"I saw african woman" è il titolo della nuova produzione artistica di Gian Paolo Tomasi, che sarà in mostra da questo giovedì, 2 agosto, al Baby Marrow Art & Food di Malindi.
Le donne africane iperreali di...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE OPERE

Al Baby Marrow si celebra l'otto marzo, festa della donna, con il ritorno in scena del pianista e cantante Marco "Sbringo" Bigi.
Dal suo repertorio di brani e standard italiani ed internazionali, il musicista che per tutta la stagione si è...

Dopo il successo dello scorso agosto, tornano le serate del Baby Marrow all'insegna dell'arte, della cultura e della scoperta di talenti keniani che hanno molto da dire e da mostrare. Per l'alta stagione le serate raddoppiano, non soltanto artigiani e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' arrivata la serata finale del ciclo di incontri musicali tra Italia e Kenya al Baby Marrow.
L'iniziativa ideata da Gian Paolo Tomasi e messa in pratica dal Maestro Marco "Sbringo" Bigi, che ogni settimana si è avvalso della partecipazione...

LEGGI TUTTO

Un altro giovedì all'insegna dello stare insieme con la classe e l'eleganza del musicista Marco "Sbringo" Bigi, che ben s'intona con le opere d'arte di Gian Paolo Tomasi alle pareti del Baby Marrow Art & Food Restaurant di Malindi.
Ogni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Baby Marrow, rinomato ristorante italiano di Malindi, è stato recentemente rinnovato nel segno dell'arte e dell'immagine.
In un ambiente unico, raffinato ed elegante ma informale, è possibile godere di un menu ricco, vario e studiato  per ogni tipo di palato e...

LEGGI TUTTA LA SCHEDA

Proseguono i giovedì in musica del Baby Marrow che abbinano la bravura, la classe e l'esperienza del Maestro italiano Marco "Sbringo" Bigi, polistrumentista con l'eccellenza sui tasti bianchi e neri, con talenti locali.

LEGGI TUTTO

Un evento unico che unisce la cultura della costa keniota, quella dell'etnia Mijikenda, all'arte e alle culture di tutto il mondo, attraverso i veicoli imprescindibili della musica, delle parole e dell'arte visiva. Tutto insieme in una serata dal titolo "La...

LEGGI TUTTO

Proseguono con successo i fine settimana all'insegna della creatività locale, del talento e della commistione tra arte e buona cucina al Baby Marrow di Malindi, in Vasco Da Gama Road.
L'appuntamento di questo sabato era con l'artigiano Francis Chibule di...

LEGGI TUTTO

Un Ernest Hemingway "keniano" che si racconta in prima persona, dalla stanza del Nairobi Hospital dove è ricoverato.
Siamo nel 1953 e Freddie del Curatolo inizia così il suo racconto, che prenderà forma con l'intermezzo di

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il weekend dedicato all'arte e al talento locale del Baby Marrow Art & Food Restaurant, questa settimana ospita uno storico pittore di stanza a Malindi.
Spytrack, questo il suo nome d'arte, ha ottant'anni ma non li dimostra, una mano ancora...

LEGGI TUTTO

Nell'ambito degli weekend dedicati all'arte e al talento locale, anche questa sera al Baby Marrow durante la cena, il pittore tanzaniano Feruzi espone le sue opere e presenta in diretta l'arte africana del "tinga tinga" di cui lui è uno dei...

LEGGI TUTTO

Una "Radiomalindi" dal vivo, ogni giovedì al Baby Marrow Art & Food Restaurant.
Questa l'idea di Freddie del Curatolo per intrattenere a modo suo gli italiani che passeranno l'agosto sulla costa keniana.
Si chiama...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO