Speciale turismo

PROMOZIONE

Imprenditori italiani in Kenya pronti al nuovo corso

"Ma senza l'aeroporto internazionale sarà molto più dura"

14-10-2016 di redazione

All'indomani delle dichiarazioni su Malindi e Watamu di Roger Jones, responsabile dell'agenzia ingaggiata dal Ministero del Turismo keniano per rilanciare il settore, gli imprenditori italiani della Contea di Kilifi ci hanno contattato, hanno scritto in privato o sulle nostre pagine Facebook, per dire la loro, tra plausi e interrogativi, sui giudizi "tranchànt" di Jones e le proposte abbastanza rivoluzionarie che l'agenzia spagnola THR vuol portare sul tavolo di Najib Balala. 
"Jones ha ragione - è il commento di Roberto Marini - bisogna partire dalla riqualificazione di Malindi, per puntare su una clientela di classe. E' ora di dire basta alle vacanze all-inclusive e ai villaggi vacanze. 
E anche sulla demolizione di alcune strutture mi trova d'accordo. Sarebbe troppo bello riportare Malindi a quello che era venticinque anni fa".
Anche Roberto Lenzi, proprietario di Crystal Bay e 7 Islands Resort e di Paparemo Beach, è convinto che l'upgrade della Kilifi County debba partire dai servizi. 
"Abbiamo la bellezza dei luoghi - dice Lenzi - Watamu ha tutto per poter essere la Formentera dell'Africa. Ma ci vogliono regole, pulizia, edifici eleganti e funzionali. Solo così si può spingere chi vuole investire a costruire strutture d'elite pronte ad ospitare una clientela al passo con i tempi che ama il divertimento e può permettersi di spendere, ottenendo in cambio bellezza e qualità".
Per Pasquale Tiritò, proprietario di Jacaranda Resort, pulizia e servizi sono priorità che aiuterebbero moltissimo. "La strada costiera pr collegare Malindi a Watamu rientra nell'ottica di quelle infrastrutture necessarie di cui parla Jones - specifica l'imprenditore romano - e permetterebbe di riqualificare tutto un versante costiero meraviglioso, che va da Mayungu alla Jacaranda Bay, dove le spiagge sono più pulite e le strutture non sono desuete. Però l'aeroporto internazionale rimane un passo fondamentale per non far morire il turismo della Contea di Kilifi". 
Secondo il CEO di Kilili Baharini Bruno Boschi "Gli imprenditori turistici italiani dovrebbero accantonare egoismi e unirsi per riorganizzare l'ordine dell'immagine di Malindi per puntare su un turismo di qualità e non di quantità. Concordo con Jones che l'aeroporto di Malindi dovrebbe diventare un hub  per incrementare collegamenti interni e di medio raggio più che per i charter. Bisogna guardare alle nazioni africane e arabe che sono potenziali aree di business turistico per la costa, che rimane un posto splendido per clima, vegetazione, mare e safari". 

TAGS: imprenditori kenyaroberto mariniroberto lenzipasquale tiritòbruno boschi

La folta comunità di Italiani residenti, turisti, possessori di seconde case si confronta con il prossimo referendum costituzionale. 
A Watamu è stato creato il Comitato per il Sì, che vuole diffonderne le ragioni presso i connazionali che votano attraverso le...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Che la neonata associazione turistica Malindi Watamu facesse sul serio lo avevamo già scritto.
Ora si attendeva l'impegno delle istituzioni nazionali e regionali a sostegno delle iniziative di promozione della costa nord del Kenya, portate avanti da questa nuova unione...

LEGGI TUTTO

"Un successo tangibile". Bastano queste due parole di Roberto Marini, colui che ha proposto e voluto lo stand promozionale di Malindi e Watamu all'Africa Travel Show di Nairobi, per far capire che non solo ci sono i margini perché il...

LEGGI TUTTO

Aeroporto Internazionale di Malindi, un'accelerata benaugurante per l'allargamento della pista.
Ieri mattina c'è stato un incontro importante tra l'Associazione Turistica di Malindi e Watamu (MWTA) e il Consiglio popolare della Contea di Kilifi, in pratica un parlamento regionale composto dai...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

In cinque giorni abbiamo raccolto già 3000 euro, e siamo a più di un terzo dell'obbiettivo che ci siamo prefissi, 1 milione di scellini.
Questo il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un grave lutto avvolge la comunità italiana di Malindi, ci ha lasciato uno dei decani della "colonia" italiana.
Il costruttore bresciano Renato Marini. Logorato da una lunga malattia, si è spento nella sua casa dietro il Galana Center, una delle...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Sono contento che sia tornata l'unità nazionale in Kenya, ora però il Governo deve rilanciare il turismo sulla costa, cominciando dagli aerei".
Flavio Briatore, prima di ripartire per l'Italia dopo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Giorno importante, quasi storico per la promozione turistica di Malindi e Watamu.
Domani alle 18 nella sala conferenze dell'Ocean Beach resort si presenta un'associazione alla quale per la prima volta partecipano in forma attiva sia gli imprenditori che le istituzioni...

LEGGI TUTTO

Una lunga giornata dagli amici del Kilili Baharini di Malindi, conclusa con una cena conviviale a parlare e ricevere consigli sul futuro della cittadina turistica e sul rilancio dell'economia in questo angolo di costa.
L'alleanza tra il Ministro delle Risorse...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una grande serata di Gala quella allestita dalla Fondazione della principessa Charlene di Monaco in onore di AMREF e delle sue attività sociali in Africa e specialmente in Kenya. Una cena nella storica sala "Impero" dell'Hotel de Paris, per raccogliere...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una lettera aperta al Ministro del Turismo Najib Balala.
L'iniziativa di Malindikenya.net ha trovato l'appoggio dei maggiori imprenditori del settore turistico di Malindi e Watamu.
La lettera è stata scritta all'indomani delle dichiarazioni del Ministro sul rilancio della destinazione, fatta recapitare...

LEGGI TUTTA LA LETTERA

Un lungo speciale dedicato al Kenya attuale su Rai Uno.
Andrà in onda domani sera alle 23.50 nell'ambito di "Speciale Tg1", con un servizio dedicato all'ascesa turistica di Watamu e interviste a tre

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'Onorevole Najib Balala, Ministro del Turismo del Kenya, sarà a Malindi oggi, venerdì 11 novembre, per incontrare gli imprenditori locali e stranieri e discutere del rilancio del settore nella Contea di Kilifi.
Il meeting avverrà alle 17 nella Conference Room...

LEGGI TUTTE LE INFORMAZIONI

Il grande giorno degli aiuti italiani agli alluvionati del Galana è arrivato.
Dopo un mese di raccolta fondi, organizzata da Malindikenya.net con l'adesione immediata della NGO Karibuni e di alcuni imprenditori del settore turistico di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Roberto, 70 anni, lombardo e vedovo con due figli, torna nella casa di Malindi per la prima volta dopo la perdita della moglie.
Incontra Monica, una ragazza locale di 23 anni che lavora in un negozio di parrucchiere.
Da qui...

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE

Jambojet, la compagnia low cost di Kenya Airways, ha preso in leasing un nuovo velivolo, un Bombardier da 78 posti, per poter servire all'occorrenza da Nairobi gli aeroporti di Malindi e Ukunda (Diani) senza creare disservizi come avvenuto durante le...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO