Speciale turismo

PROMOZIONE

La Task Force del turismo incontra gli imprenditori a Malindi

Forum con i collaboratori del Presidente Kenyatta all'Ocean Beach

02-12-2014 di redazione

Una serata importante all'Ocean Beach Resort di Malindi, alla luce del calo consistente di turismo soprattutto italiano a Malindi e Watamu.
Il Governo del Kenya da alcuni mesi ha istituito una Task Force, ovvero un comitato di "saggi" coordinati dal Ministero del Turismo e dalla Kenya Tourist Federation, organo preposto a rilanciare la destinazione Kenya, ultimamente vessata da continui problemi e da tanta disinformazione.
Il periodo problematico ha suggerito ai più importanti imprenditori del settore turistico delle due cittadine a maggioranza di turismo italiano di presenziare all'incontro. Erano presenti il Vice Ministro del Turismo, Ibrahim Mohamed (il Ministro del Turismo Phyllis Kandie era in partenza per un incontro internazionale a Parigi), il direttore del Kenya Tourist Board Murithi Ndegwa, il Comandante Nazionale della Polizia Turistica, Justine Barmao, il Vice Governatore della Contea di Kilifi, Owen Baya ed altri prominenti dirigenti del settore turistico, dei trasporti e delle infrastrutture, arrivati per l'occasione da Nairobi. Prima del meeting con gli imprenditori malindini, la Task Force del Turismo con il viceministro Ibrahim Mohamed, hanno partecipato a un meeting con il direttore dell'Aeroporto di Malindi, Walter Agong e i Sottosegretari ai Trasporti e ai Lavori pubblici. Roby Marini: "C'è il progetto e la locazione, siamo vicini alla meta". Il Ministero dei Trasporti ha definito lo scalo internazionale a Malindi una "priorità assoluta". La Task Force prosegue i suoi meeting con Mombasa, per discutere e raccogliere le istanze anche degli investitori della Costa Sud. Roberto Marini, proprietario dell'Ocean Beach e componente della Task Force, unico italiano e unico malindino, ha ringraziato il gruppo per il lavoro duro e difficile fin qui svolto, augurandosi che tanto ardore e buona volontà, idee e cooperazione diano presto buoni frutti.
Ecco le priorità del gruppo, confutate anche dai presenti:

SICUREZZA

Per rilanciare il turismo che in questo momento è agonizzante, serve soprattutto migliorare la condizione di sicurezza nel Paese perché anche luoghi tranquilli come Malindi e Watamu ne risentono. Ma non solo, occorrerebbe un intervento in Tv del Presidente che spiegasse che il Kenya è insicuro solo in alcune zone, specialmente quelle di confine con la Somalia, che sono ben lontane dai luoghi turistici, che invece sono presidiati dalle forze dell'ordine, benché non ce ne sia nemmeno questo gran bisogno.
Il Comandante della Polizia Turistica ha confermato l'invio di personale e mezzi per la regione costiera e più severità per gli agenti corrotti o troppo indulgenti nei confronti di beach boys insistenti o spacciatori. 


DISINFORMAZIONE 

Il virus Ebola e la sua impropria affiliazione a tutta l'Africa hanno messo in risalto le pecche del sistema promozionale ed informativo del turismo keniota. In particolare molte critiche sono state mosse, sia dagli imprenditori italiani sia dal rappresentante della Contea di Kilifi, nei confronti del Kenya Tourist Board che, in quanto organo di marketing e promozione del turismo specialmente all'estero, è reo di aver fatto poco. 
"Perché non vi siete presentati al TTG di Rimini, dato che il turismo italiano è così importante sulla regione costiera?" 
E' stata la domanda del proprietario del Garoda Resort di Watamu Guido Bertoni, sottolineata da grandi applausi. 
Presa conoscenza e apprezzato il lavoro di malindikenya.net, a bocce ferme la responsabile della Task Force ha chiesto una collaborazione attiva tra il nostro portale e il Ministero del Turismo per "riempire" di notizie positive e veritiere il mondo di internet.

INIZIATIVE DEL GOVERNO 

"Via subito la tassa d'ingresso alle dogane" è la richiesta del patron del Casinò di Malindi, Robert "Bobby" Cellini. E con essa anche il biglietto d'ingresso nei parchi. "La stagione invernale quest'anno è ormai compromessa, proviamo con una mossa a sorpresa, che sia seguita dall'indicazione che il Kenya è accessibile a tutti". Molti applausi e richiesta messa sul tavolo per andare dritta in Consiglio dei Ministri. Il Governo ha già messo in atto alcune iniziative che per la verità non hanno riscosso grande successo, come la riduzione delle tasse per chi va in vacanza, e quella di atterraggio per gli aerei negli aeroporti di Mombasa e Malindi, che ha permesso di abbassare i costi del biglietto aereo da Nairobi. Il 2 dicembre prossimo verranno lanciati pacchetti appositi per il turismo "domestico", al fine di invogliare i cittadini di Nairobi a trascorrere weekend e vacanze natalizie a Malindi e Watamu. "E' la nostra destinazione di punta" ha chiarito il Vice Ministro. 


AEROPORTO INTERNAZIONALE 

La nota lieta della serata. Prima dell'incontro con gli imprenditori malindini, c'è stato un meeting all'aeroporto di Malindi tra la Task Force e il direttore dello scalo Walter Agong. E' stato illustrato e approvato il piano di allungamento della pista, per trasformarla in internazionale. Il Ministero dei Trasporti ha definito l'aeroporto internazionale di Malindi "una priorità assoluta". E' allo studio anche la proposta a Kenya Airways di tre voli quotidiani da Malindi a Nairobi. "Uno anche la mattina presto e uno la sera" ha specificato Roberto Marini "per dare la possibilità a chi viene di poter stare anche solo un giorno". 
La Task Force ha annunciato che i soldi per attuare il progetto sono già stati stanziati, ma il Vice Governatore della Contea di Kilifi Owen Baya ha obbiettato che per adesso gli investimenti sono tali solo sulla carta. In ogni caso, parola di Lucy Karume, tutto è pronto per iniziare e entro la fine dell'anno prossimo Malindi DEVE avere un aeroporto internazionale. 

MIGLIORARE L'AMBIENTE 


Sicurezza e aeroporto internazionale, ma per il Console Onorario di Malindi Marco Vancini "contemporaneamente bisogna migliorare la pulizia della cittadina, le strade e l'illuminazione". La Contea ha confermato l'impegno per l'illuminazione di tutta Malindi e anche di Watamu, coi lampioni solari. "E' un progetto da 50 milioni di scellini" ha confermato il Vice Governatore.
Si parla anche del collegamento Malindi-Watamu via Mayungu e dell'eterno bypass, la tangenziale di Malindi che porterebbe via i camion dal centro. Anche l'imprenditore e artista Armando Tanzini ha confermato l'importanza della bellezza e dell'armonia. "L'attrazione principale del Kenya, da 40 anni a questa parte, è la meraviglia dei luoghi. Stiamo abbandonando colpevolmente questa percezione in cambio dello sviluppo economico che non tiene conto della bellezza". 

PRINCIPALI PARTECIPANTI 


Dr. Ibrahim Mohamed - Vice Ministro del Turismo keniota

Murithi Ndegwa - Direttore Kenya Tourist Board (marketing e promozione turistica del Kenya)

Lucy Karume - Chairman della Kenya Tourist Federation e della Task Force

Justine Barmao - Comandante nazionale della Polizia Turistica

Owen Baya - Vice Governatore della Contea di Kilifi

Altri membri della Task Force, tra cui Chris, imprenditore residente a Diani e Roberto Marini, imprenditore residente a Malindi. 

Marco Vancini - Console Onorario d'Italia a Malindi

Roberto Macrì - Responsabile Co.Mi.Tes Malindi

Guido Bertoni - Garoda Resort Watamu e Kobe Resort Watamu

Rolando Canestrini - Co-Proprietario Acquarius Watamu

Robert J. Cellini - Proprietario Casinò Malindi

Armando Tanzini - Proprietario White Elephant

Pasquale Tiritò - Proprietario Jacaranda Resort

Malindi North Resident Association

Rotary Club Malindi

Kenya Hotel Keeper Association

Malindikenya.net

Imperial Bank Manager

Standard Bank Manager

Molti direttori di resort, proprietari di attività malindine, imprenditori kenioti e indiani, manager locali di hotel e strutture turistiche.

TAGS: Task Force MalindiTurismo KenyaPromozione Kenya

Che la neonata associazione turistica Malindi Watamu facesse sul serio lo avevamo già scritto.
Ora si attendeva l'impegno delle istituzioni nazionali e regionali a sostegno delle iniziative di promozione della costa nord del Kenya, portate avanti da questa nuova unione...

LEGGI TUTTO

Jambojet, la compagnia low cost di Kenya Airways, ha preso in leasing un nuovo velivolo, un Bombardier da 78 posti, per poter servire all'occorrenza da Nairobi gli aeroporti di Malindi e Ukunda (Diani) senza creare disservizi come avvenuto durante le...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Aeroporto Internazionale di Malindi, un'accelerata benaugurante per l'allargamento della pista.
Ieri mattina c'è stato un incontro importante tra l'Associazione Turistica di Malindi e Watamu (MWTA) e il Consiglio popolare della Contea di Kilifi, in pratica un parlamento regionale composto dai...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Charter e voli di linea che atterrano a Malindi con dogana in loco non solo non è fantascienza, ma sarebbero possibili già dall'inizio della stagione estiva. E' l'autorevole parere di Marino Marini, esperto del settore da 25 anni e già...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Giorno importante, quasi storico per la promozione turistica di Malindi e Watamu.
Domani alle 18 nella sala conferenze dell'Ocean Beach resort si presenta un'associazione alla quale per la prima volta partecipano in forma attiva sia gli imprenditori che le istituzioni...

LEGGI TUTTO

Aeroporto Internazionale di Malindi, finalmente un accordo con le prime 120 famiglie che dovranno sgomberare per permettere l'allargamento della pista. Sul piatto ben 280 milioni di scellini kenioti.
Qualcosa si muove e nella direzione giusta.

LEGGI TUTTO

Aeroporto Internazionale di Malindi, finalmente un accordo con le prime 120 famiglie che dovranno sgomberare per permettere l'allargamento della pista. Sul piatto ben 280 milioni di scellini kenioti.
Qualcosa si muove e nella direzione giusta.

LEGGI TUTTO

Una Land Rover che riscalda la grigia domenica milanese, colorandola con immagini meravigliose della natura africana e portando per un pomeriggio i milanesi in giro per il Kenya. "Safari in città" si è rivelata un'iniziativa decisamente positiva: il Ministro del...

LEGGI TUTTO

Il Ministro del Turismo del Kenya Najib Balala ieri a Milano ha incontrato prima i Tour Operator, poi rappresentanze di imprenditori e di associazioni e infine i giornalisti, in una mattinata che lo ha visto dispensare ottimismo e "fare squadra"...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Aziende italiane in Kenya in promozione al Village Market di Nairobi.
L’evento, volto alla promozione e alla valorizzazione dell’Italia in Kenya, è organizzato dal COMITES sotto l’egida dell’Ambasciata d’Italia in Kenya e vi possono prendere parte tutti operatori economici, associazioni...

LEGGI TUTTO

Le bianche spiagge della Jacaranda Bay, tra Watamu e Mayungu proprio di fronte a quel paradiso di sabbia, oceano e barriera corallina che da anni ormai viene conosciuto come "Sardegna 2", hanno fatto bella mostra di sè per tre giorni...

LEGGI TUTTO

Una vetrina speciale per Malindi, Watamu e le attività che si sono promosse tramite il magazine "What's best in Kilifi County".
Durante la settimana delle imprese italiane in Kenya, che si sono messe in mostra al Village Market di Nairobi,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Se il Ministero del Turismo del Kenya vuole differenziare il marketing e la promozione di Malindi e Watamu, rendendole mete autonome e distinte, ci sarà un motivo. 

LEGGI TUTTO

Buone notizie da Berlino per il turismo in Kenya. 
La Borsa Internazionale del Turismo tedesca (ITB) ha premiato il nostro Paese come la seconda miglior destinazione in Africa per quanto riguarda i safari e il turismo ecosostenibile. Una posizione di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ci siamo, la Kenya Airways ha formulato la sua richiesta alle forze scese in campo a Nairobi in nome del turismo, sulla questione del volo Milano-Malindi via Nairobi.
"Siamo pronti ad aprire la tratta Milano-Malindi via Nairobi, con dogana passeggeri...

LEGGI TUTTO

Nuova promozione delle meraviglie del Kenya in Italia. 
Da domani a martedì 8 marzo a Milano prende il via l'iniziativa "Safari in città" che vedrà appunto il capoluogo lombardo trasformarsi in una savana virtuale. 
Sarà il Ministro del Turismo del...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO