Visti e permessi

NEWS

Visto turistico Kenya: Attenzione per chi arriva a Mombasa

Il Visto per il Kenya è di 90 giorni rinnovabile per altrettanti, ma...

09-11-2018 di redazione

Un'avvertenza ai turisti italiani che in questi giorni e nei venturi intraprenderanno il viaggio verso il Kenya, con atterraggio all'aeroporto Moi di Mombasa.
Come è risaputo e segnalato anche nei siti ufficiali delle istituzioni, sia keniane che italiane, il cosiddetto "Visa", ovvero il visto d'ingresso in Kenya per i turisti, vale 90 giorni e successivamente, pagando circa 20 euro (Kshs. 2100 attualmente) è estendibile di altri 90.
Tuttavia negli ultimi giorni sono stati segnalati casi di ufficiali dell'immigrazione keniani che hanno timbrato permessi di un solo mese, anche per villeggianti che sono soliti fermarsi nel Paese per tre o più mesi di vacanza.
C'è da notare che sullo sticker (adesivo) che viene apposto come marca da bollo, è scritto in inglese che il periodo di validità non deve eccedere i 90 giorni e che dopo bisogna eventualmente chiedere rinnovo, oltre che quel tipo di visto non permette di lavorare nel Paese.  
Eppure se nessuno chiede l'estensione immediata del massimo dei giorni, specie per chi arriva con un volo charter, viene segnato solo un mese.
Ovviamente, nel caso, ci si può recare all'Ufficio Immigrazione e pretendere, senza pagamento aggiuntivo come da termini di legge, di cambiare il Visa fino a 90 giorni.
Ma si può anche (con maniere gentili ed educate, possibilmente) chiedere direttamente agli ufficiali di Mombasa di scrivere "tre mesi", mostrando il proprio biglietto di ritorno o il modello compilato nel quale si dichiara quanto si soggiornerà in Kenya e facendo presente che la legge prevede che si possa richiedere un permesso di soggiorno turistico fino appunto a 90 giorni.
Ancora ignote le cause di questo comportamento diffuso dell'Immigration di Mombasa.
"Stiamo lavorando di concerto con l'Ambasciata d'Italia in Kenya per capire dove risieda il problema" fanno sapere dal Consolato Onorario di Malindi.
Speriamo di potervi aggiornare prossimamente, per adesso si consiglia di prestare attenzione e di far valere senza timore i propri diritti.

TAGS: visto kenyavisto turistico kenyaingresso kenya

Nessuna variazione per le feste e l'inizio dell'anno nuovo: i turisti potranno ancora entrare in Kenya con il visto turistico cartaceo compilato e richiesto direttamente alla dogana d'ingresso nel Paese.
Nonostante il visto...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Anche per questa nuova stagione, che parte dopo la prima metà del 2018 e si spera possa arrivare in pompa magna fino a Pasqua 2019, i turisti stranieri potranno ancora entrare in Kenya con il visto turistico cartaceo compilato e richiesto...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Buone notizie per chi viaggerà verso il Kenya durante le prossime vacanze natalizie e nei primi mesi del 2017. Il "vecchio" visto cartaceo sarà ancora valido a dispetto di quello da fare online che, pur essendo più pratico e ormai...

LEGGI TUTTO E SCARICA IL MODULO

Il Visto cartaceo per entrare in Kenya da turisti è ancora valido ed è stato prorogato dall'Ufficio Immigrazione "Sine die".
Lo ha confermato anche il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta a margine dell'inaugurazione dello stand keniota all'Expo di Milano.
I...

Per entrare in Kenya è necessario possedere un passaporto con validità residua di almeno sei mesi al momento della richiesta del visto.
Occorre altresì essere in possesso di un...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

CONSOLATO ONORARIO DI MALINDI

A TUTTI I CONNAZIONALI VISTO TURISTICO

Si fa presente a tutti i Connazionali...

LEGGI TUTTO IL COMUNICATO

Falso allarme per l'obbligatorietà del visto online per entrare in Kenya. 
Per questa estate, e forse anche oltre, nessun problema all'aeroporto di Mombasa per chi si presenterà senza il visto online "E-visa". 
Sul sito dell'Ufficio Immigrazione del Kenya era apparsa...

LEGGI TUTTO

"I cittadini del Paesi africani avranno il visto d'ingresso per il Kenya free".
L'annuncio è stato fatto da Kenyatta in persona, nel giorno del...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da qualche settimana i frequentatori non residenti del Kenya, e particolarmente chi a novembre viene a "svernare" per più di tre mesi nello splendido clima di Malindi e delle altre località turistiche della Contea di Kilifi, sono soggetti al timbro...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E IL COMUNICATO

Una nuova direttiva del Ministero della Salute Italiano segnala il Kenya tra i Paesi i cui cittadini sono tenuti a presentare un certificato di vaccinazione contro la polio, per poter ottenere il visto d'ingresso nel nostro Paese.
La circolare è...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La notizia era nell'aria da giorni, ma da lunedì scorso è ufficialmente possibile ottenere il visto d'ingresso per entrare in Kenya tramite internet. La decisione del Dipartimento dell'Immigrazione di Nairobi rientra nell'ambito della tecnicizzazione di molti altri servizi governativi che...

LEGGI TUTTO

Un evento ben riuscito e da ripetere, segno che quando a Malindi le idee originali diventano realtà con un'organizzazione seria e precisa, persone che abbinano passione a conoscenza e mestiere, il successo è garantito.
E' stato...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Il rimpasto del Governo voluto dal Presidente Uhuru Kenyatta per fronteggiare una crisi politica dovuta a scandali e truffe che hanno coinvolto alcuni ministri, ha fatto sì che al Ministero del Turismo tornasse una vecchia conoscenza degli imprenditori e dei...

LEGGI TUTTO

La Contea di Kilifi e la Regione Lombardia hanno raggiunto un accordo di massima per lo sviluppo del Turismo a Malindi e Watamu.
Lo ha annunciato il Governatore della Contea Amason Kingi a margine di una riunione del Consiglio della...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Alla fine l'importante era raccogliere fondi per la lotta contro la poliomelite, malattia che in Italia manco ricordiamo ma che in Kenya miete ancora vittime e danneggia la vita di tanti bambini in maniera irreversibile. 

LEGGI TUTTO

Il confronto continuo degli arrivi turistici del Kenya con Paesi come Sudafrica o Marocco è fondamentalmente sbagliato.
Negli ultimi due anni non abbiamo fatto altro che confrontare i nostri numeri dei turisti in arrivo con quelli del Sud Africa.
 

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO