Editoriali

EDITORIALE

Caro Baba Crismasi, regalaci noi stessi

Lettera di Freddie al Babbo Natale keniano

24-12-2019 di Freddie del Curatolo

Caro Baba Crismasi, tu che scendi dalle pendici del Monte Kenya con uno slittino ricavato da due cassette di frutta, trainato da altrettante Antilopi di Grant, e che quando arrivi sulla costa ti togli la giacca per il caldo e hai sotto una camicia hawaiana e un kikoy, quest’anno non ho molto da chiederti.
So che sul clima puoi fare ben poco, dato che è risaputo che tu ami la neve ma qualcuno da anni ti sta sciogliendo i ghiacciai, che non ti sei mai sottratto alle richieste di regali di plastica e ora tutti i Natali degli ultimi cinquant’anni galleggiano nei nostri oceani e che gli esseri umani ti stanno sempre più sulle balle, com’è giusto che sia.
Eppure sei rimasto uno dei pochi simboli che riuniscono e rappresentano un po’ tutti: pagani (perché non dimentichiamolo che tu non sei credente e semmai il tuo dio si chiama Odino) e cristiani, perché sono ancora tanti quelli che, come cantava Enzo Jannacci, credono che Gesù Bambino sia Babbo Natale da piccolo.
Personalmente e come direttore di Malindikenya.net, vorrei che qui sulla costa riuscissi a regalarci un po’ di volontari in più per continuare le nostre battaglie per rendere questo luogo meraviglioso come è sempre stato fino a qualche decennio fa, almeno fino a quando anche tu non sei stato ingaggiato dalle multinazionali e hai aperto una filiale a Pechino.
Quindi risparmiaci regali che non siano riciclabili, per favore, e che possano alimentare la corruzione. Tra l’altro non ho mai capito dove li recuperi, se il Polo Nord sia zona franca e come fai a sdoganarli al porto di Mombasa, che è diventato un casino. Misteri del passaporto diplomatico dell’Antartide...
Quest’anno noi avremmo bisogno di bidoni della spazzatura adatti al riciclo. Ce ne sono di dignitosi e non carissimi e se vuoi ti posso allegare la fotografia, anzi te la aggiungo qui sotto. Oltretutto più se ne comprano, meno costano. Qualche attività di Malindi, e si spera anche banche e aziende, li stanno già prenotando e quando ne avremo tanti, la cittadina sarà senz’altro più pulita e potremo iniziare una campagna educativa per non gettare nulla per strada. Dirai “poca cosa con tutti i problemi che ci sono al mondo”, sì ma hai mai fatto qualcosa tu per i problemi del mondo? E allora dacci una mano per queste piccole cose per cui stiamo dimostrando unità d’intenti e buona volontà.
Se poi vuoi fare qualcosa di utile e immediato per la popolazione locale, sai bene che nell’entroterra di Malindi le ragazzine hanno bisogno di assorbenti, ma fai in modo che non li disperdano nell’ambiente. Puoi regalare loro quelli lavabili e riutilizzabili, ad esempio.
Ai maschietti, senza preoccuparti di fare una cosa diseducativa o illegale, regala dei preservativi biodegradabili. Le statistiche dicono che le gravidanze tra minori sono ancora tante da queste parti.
Sì, lo so...i regali per ragazzi e soprattutto bambini non devono essere solo utili, ma ispirare al gioco, al divertimento...e poi gli abbiamo già tolto buona parte delle fantasie, dei sogni, della bellezza del Creato...se gli leviamo anche i doni sotto l’albero cosa rimane loro?
L’altro giorno una ragazzina in un villaggio della Rift Valley si è impiccata perché aveva perso il telefonino. Chissà se era un regalo del precedente Natale. Ecco, puoi tranquillamente evitare questo genere di sorprese ai ragazzini.
A noi residenti, ai turisti e a tutti i keniani adulti, se puoi, prepara solo un bigliettino e scrivici sopra che è ora di smetterla con l’alibi che è il Governo a dover fare qualcosa, perché il Governo è come te: non esiste e distribuisce regali, che si chiamano promesse, solo prima del suo Natale, che si chiama “Elezioni”. E allora i regali facciamoceli noi, ai nostri figli e al nostro Pianeta, ogni giorno. Perchè la Terra siamo noi, ne siamo i responsabili e solo noi possiamo fermarne la distruzione, e perché ogni giorno è il compleanno di milioni di esseri umani, e di conseguenza è un Natale.
Buon Natale, Crismasi Njema!

 

TAGS: natale kenyababbo natale kenyalettera kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Il Canto di oggi, Natale 2020, non è un canto ma una poesia, magari filastroccata sottovoce

NATALE NELLO SLUM - Leggi la striscia del nostro Direttore

Chi crede che Santa Claus non frequenti l’Africa, magari per il caldo o per paura che le ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nella splendida cornice del Sandies Tropical Village di Malindi, in riva all'Oceano Indiano sulla spiaggia di Silversand, si accendono le luci del Natale.
Sabato 1 dicembre, a partire dalle 19...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Caro Babbo Natale africano, un ragazzino di undici anni di nome Kaingu, nello slum di Malindi, mi ha detto che esisti.
Che non c'è solo il tuo collega del Mondo Freddo, con le guance eburnee arrossate dal freddo e dalla...

LEGGI TUTTO

Caro Babbo Natale africano, un ragazzino di undici anni di nome Kimani, in uno slum di Nairobi, mi ha detto che esisti.
Che non c'è solo il tuo collega del...

LEGGI TUTTA LA STORIA

Cosa si può desiderare di meglio che godersi le vacanze di Natale al caldo guardando l’Oceano Indiano?  
Il Natale del Kilili Baharini Resort, sulla spiaggia di Silversand a Malindi, quest’anno è davvero speciale e particolarmente dedicato ad accogliere...

LEGGI TUTTO

Il Canto del Kenya per la vigilia di Natale è dedicato all’albero.
Uno...

L'ALBERO DEL NATALE DI SEMPRE - Leggi la striscia quotidiana del Direttore

Il giorno di Natale sulla costa del Kenya è sempre un po' speciale.
Il sogno delle feste al caldo attira migliaia di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un cenone di Natale di classe e di cucina raffinatissima, quello in scena martedì 24 dicembre al Kilili Baharini...

LEGGI L'ARTICOLO

Tutti alla Voile Rouge a festeggiare il Natale italiano, lunedì 23 dicembre, portando in dono manicaretti e qualcosa per ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Natale è un rito, un’abitudine, per molti una semplice convenzione.
Anche se...

LEGGI L'EDITORIALE

Anche Malindi da qualche anno ha il suo mercatino di Natale.
Un appuntamento sempre pieno di sorprese, quello del Driftwood Club, che il penultimo sabato prima di Natale organizza il Christmas Craft Fair, il ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Anche quest’anno il Billionaire Grill Restaurant si illumina sotto le stelle per la tradizionale cena di ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Natale del Tangeri Lounge è un tributo alla buona carne e al Piemonte, con il dopocena da vivere e...

LEGGI L'ARTICOLO

Mezza Nairobi si è trasferita sulla costa keniana per le vacanze di Natale e di fine anno, unitamente a qualche migliaio di turisti europei, soprattutto italiani ed inglesi. Per questo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tre sere per tutti i gusti per festeggiare il Natale in uno dei locali più coinvolgenti della stagione.
Alla ...

LEGGI L'ARTICOLO