Ultime notizie

NEWS

Cos'è la nuova tassa del 3% in Kenya

Spieghiamo la "Content Tax" introdotta da oggi

01-09-2023 di redazione

A partire da questo mese, la Kenya Revenue Authority (KRA) inizierà a riscuotere un'imposta del 3% sui fornitori di contenuti digitali.
L'imposta si applica alle persone fisiche e ai proprietari di aziende che generano reddito dalla creazione di contenuti online, comprese le sponsorizzazioni, la monetizzazione dei contenuti e le entrate pubblicitarie.

Il governo, a quanto riferiscono i media locali, sta cercando di sfruttare l'ecosistema online in continua espansione, che ha visto un'impennata di creatori di contenuti su varie piattaforme come TikTok, YouTube e social media, Instagram, blog e molte altre, da cui la decisione di imporre le tasse.
Il disegno di legge finanziaria 2023 aveva inizialmente previsto di imporre una tassa del 15% sugli incassi dei creatori di contenuti, ma dopo le lamentele dei cittadini la tassa è stata rivista e ridotta prima al 5% e infine al 3. La Kenya Revenue Authority (KRA) definisce l'imposta sui servizi digitali come tutto ciò che è identificabile, creato e memorizzato digitalmente e che ha o fornisce valore.

L'imposta, che verrà riscossa ogni 20 del mese, ha il potenziale di aumentare i costi di produzione e ridurre i profitti di chi opera.
Come spesso accade, non è ancora chiaro quale sarà il metodo di riscossione e su quale basi avverrà, dato che in mancanza di una rete di controlli affidabile, dovrebbe basarsi sull’autodichiarazione e difficilmente nel mondo quando si può evitare di dichiarare un profitto, anche minimo, senza obbligo di esibire prove, lo si fa.

In più in Kenya il mondo degli influencer, dei tik-tokers e simili, riguarda anche giovani di bassissima estrazione dei quartieri poveri che, attraverso scenette, video che catturano l’attenzione e storie, cercano di sbarcare il lunario in una maniera diversa da quelle sperimentate in precedenza o dai loro fratelli e sorelle maggiori. Da oggi anche loro fanno parte della società e il loro passatempo che porta due soldini viene a tutti gli effetti considerato un lavoro. Su cui non ci mangiano solo le multinazionali dei social network ma anche il governo del paese in cui vivono.

TAGS: tassedigitaleyoutubesocial

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Se il buongiorno si vede dal mattino...il lancio della nuova piattaforma digitale "This Is Kilifi", ideata dalla Contea di Kilifi per promuovere le sue destinazioni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Benvenuti alla quarta puntata della posta settimanale degli italiani in Kenya. Oggi nello spazio dedicato ai...

LEGGI E GUARDA IL VIDEO

Siamo giunti alla quinta puntata della nostra consueta posta settimanale dei lettori e dei...

GUARDA IL VIDEO

Riaprire subito il Kenya al turismo dall’Italia in maniera totale o almeno per i...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA IL VIDEO

Siamo giunti alla sesta puntata della nostra consueta posta settimanale dei lettori e dei followers...

LEGGI L'ARTICOLO

Pubblicizzare il Kenya online sta iniziando a dare i risultati sperati, se ne accorgono anche gli ...

LEGGI L'ARTICOLO

Eccoci arrivati alla terza puntata della posta settimanale dei lettori di malindikenya.net e dei lettori delle...

LEGGI E GUARDA IL VIDEO

In questo servizio trasmesso alle 18.30 italiane dal canale Youtube di Tele Esule...

GUARDA IL VIDEO

La velocissima crescita tecnologica del Kenya non può che avere qualche rovescio della medaglia.
Secondo una ricerca pubblicata dall'agenzia Serianu in collaborazione con la United States University of Kenya e sulla base di un sondaggio del Price Waterhouse Coopers (PWC),...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Cambiano le regole per tornare in Italia dal Kenya.
Da oggi per il Governo italiano, chiunque torni o arrivi da uno...

LEGGI L'ARTICOLO

Il processo di digitalizzazione della burocrazia keniana, che ha già riguardato diversi settori (per...

LEGGI L'ARTICOLO

Ci sono diversi modi di reagire a questi tempi sciagurati.
E' facile ...

LEGGI L'ARTICOLO

Per essere in regola nell'ospitare a pagamento turisti nella propria casa in Kenya, o per affittarla a terzi, bisogna OBBLIGATORIAMENTE seguire questo iter:

LEGGI QUI L'ITER DA SEGUIRE

Scoccano le ultime 48 ore della maratona musicale di Tele Esule dedicata agli italiani in Kenya e all’ironia...

LEGGI L'ARTICOLO

Si chiamano "Tinga Tinga Tales" e sono delle bellissime storie animate per ragazzi create da una società di animazione digitale di Nairobi e ideate e prodotte da una sceneggiatrice britannica innamorata dell'Africa, Claudia Lloyd.
Vanno in...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una grande svolta nel sistema dei trasporti in Kenya. Da maggio, secondo quanto ha annunciato la National Transpor and Safety Authority (NTSA) ovvero la "motorizzazione civile" del Kenya, la patente di guida diventa digitale.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO