Ultime notizie

VIVERE IN KENYA

Quanto costa vivere a Malindi e Watamu: cinque esempi

Dall'africanizzato all'italiano nababbo, costi mensili sulla costa keniana

11-03-2021 di redazione

Quanto può costare veramente vivere a Malindi e Watamu senza lavorare?
Con quanto un pensionato o chi ha una rendita può campare assaporando il dolce far niente?
Considerato il ritorno prepotente della voglia di "cambiare vita" e la crescente malsopportazione dell'Italia, noi di malindikenya.net abbiamo aggiornato gli studi fatti a suo tempo e le esperienze "sul campo", e stilato cinque categorie di connazionali "tipo", residenti o semi residenti. Sono spese al netto di alcune consigliabili precauzioni, come un'assicurazione sanitaria che copra trasporto in ospedale privato e almeno 10 mila euro di spese per le prime cure (prezzo medio circa 500 euro all'anno).
Ecco i risultati, aggiornati a marzo 2021:


1.  AFRICANIZZATO
Appartamento nei quartieri locali poveri (Ngala 4, Muyeye o Mtangani a Malindi, Timboni a Watamu) da 60/70 euro al mese (camera, soggiorno, bagno e cucina), bolletta luce 10 euro circa. Alimentazione a base di polenta e verdure, fagioli e chapati, parti meno nobili della carne, uova e frutta. Spesa rigorosamente al mercato o negli shop locali, nessun prodotto d'importazione e cibo italiano. Niente televisione o comunque senza decoder e parabola, cucina a carbone, spostamenti in boda-boda. Da bere, acqua del rubinetto fatta bollire, una "soda" ogni tanto. Partner o vicini di casa che aiutano saltuariamente a lavare e pulire. Telefonino semplice o smartphone con molta attenzione alle tariffe più convenienti per chiamare con whatsapp.
COSTO MENSILE: 350 euro

2. MZUNGU INTEGRATO
Appartamento nei quartieri della piccola borghesia locale (Majengo, Central, Shella a Malindi, Kilifi Town, Mtwapa) 120/150 euro al mese, bolletta luce 15 euro, acqua 5 euro.
Alimentazione nei ristorantini locali (prezzo medio 3 euro a pasto) o riso, verdure, carne e pesce non nobile (taffi, kumbu), frutta. Spesa al mercato o negli shop locali, nessun prodotto di importazione. Cucina a gas. Televisione con canali locali, spostamenti anche in tuk-tuk. Da bere, acqua minerale economica, una soda e una birra ogni tanto. Houseboy saltuario per lavare e pulire. Smartphone con attenzione alle tariffe economiche internet.
COSTO MENSILE 650 euro

3.  EUROPEO RISPARMIATORE

Appartamento o porzione di villetta in residence (da 200 a 300 euro al mese, con bollette intorno ai 50 euro), spesa per cibi anche importati (ogni tanto salumi, formaggi), verdure conosciute: melanzane, broccoli, cavolfiore, spinaci. Spesa nei supermercati indiani e nei negozietti di frutta e verdura in cui parlano l’italiano. Cene in ristoranti africani di discreto livello e una volta alla settimana una pizza italiana. Cucina a gas. Televisione con decoder per prendere anche Rai Italia. Spostamenti in tuk-tuk. Da bere, talvolta anche vino sudafricano o cileno o le offerte degli importatori italiani. Houseboy, smartphone con tariffa fissa.
COSTO MENSILE: 900 euro

4. ITALIANO COMODO

Villetta indipendente con piscina in affitto (500/600 euro al mese, bolletta luce 200 euro, acqua 50), alimentazione varia (pesce, carne, crostacei, prodotti italiani, vino), televisione con abbonamento Rai Italia, internet wi-fi, cene in ristoranti italiani di buon livello, giornate in spiagge organizzate come Rosada o Malaika Beach a Malindi e Paparemo a Watamu. Acquisto di automobile preferibilmente giapponese per gli spostamenti. Houseboy e servizio di security.
COSTO MENSILE: 1600 euro

5. NABABBO

Villetta in zona residenziale turistica (Casuarina a Malindi, Ocean Breeze, centro a Watamu), acquistata, con piscina. Alimentazione di pesce, crostacei, filetto di carne, verdure non indigene (carciofi, asparagi, finocchi ecc…), pesce, salumi, prodotti italiani d’importazione, vini italiani. Spesa nei supermercati possibilmente occidentali, cene in ristoranti di buon livello due-tre volte a settimana, cene a casa con ospiti e festicciole. Giornate al mare quasi quotidiane in stabilimenti balneari e serate nei locali o al casinò. Houseboy, giardiniere, askari. Televisione con abbonamento “premium”, internet wi-fi . Fuoristrada di proprietà, safari quando se ne ha voglia.
COSTO MENSILE: 2800 euro

I COSTI SI INTENDONO AL NETTO DI MEDICINE, CURE SANITARIE ORDINARIE, VIZI COSTOSI E DEL POSSIBILE PARTNER LOCALE,.
NEL BUDGET MENSILE BISOGNA CALCOLARE ANCHE UN VIAGGIO IN ITALIA (O ALL’ESTERO, MINIMO IN ETIOPIA, E DELLA DURATA MINIMA DI 5 GIORNI) PER RINNOVARE IL VISTO TURISTICO. 
ALTRIMENTI IL PERMESSO DA RESIDENTE COSTA 1000 EURO ALL’ANNO CON ANTICIPO DI 3 ANNI, COMPROVANDO L’INTROITO DI UNA PENSIONE, O UNA FIDEIUSSIONE BANCARIA DI CIRCA 20 MILA EURO ANNUI.

TAGS: italiani malindiitaliani watamumalindi costo vitawatamu prezzivivere kenyavivere watamu

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

PAROLE D'AFRICA

Ernest Hemingway

"Io sarei tornato in Africa"

di redazione

Io sarei tornato in Africa, ma non per guadagnarmi la vita, per questo mi bastavano un paio di matite e poche centinaia di fogli di carta della meno cara.
Ma sarei tornato là, dove mi piaceva vivere, vivere veramente, non...

Dopo Nairobi, Mombasa e Kisumu, anche Malindi e Watamu possono beneficiare della app per i taxi low-cost Uber, che ha ormai preso piede anche nel Continente africano.
Dopo ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il suo nome era Salvatore, ma a Watamu lo conoscevano tutti come Sasà.
Aveva preso...

LEGGI L'ARTICOLO

E' Jacaranda Bay la spiaggia più bella di Watamu, lo dicono centinaia di appassionati d'Africa, turisti e residenti italiani che amano la costa del Kenya.
LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LA CLASSIFICA FINALE SU WATAMUKENYA.NET CLICCANDO QUI

Quanti dopo aver frequentato il Kenya e la sua costa, o anche solo avendolo sentito raccontare da...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LA GALLERY

Una giornata originale e divertente organizzata per giovedì 28 gennaio ...

LEGGI L'ARTICOLO

Marco Cavalli, quarantacinquenne piemontese di Alessandria, è il nuovo Corrispondente Consolare Italiano a Watamu. 
Lo ha reso noto ufficialmente l'Ambasciata d'Italia a Nairobi. 

LEGGI TUTTO

Nei suoi occhi blu ci trovi il cielo e il mare di Watamu. La solarità di una donna che ha trovato il suo equilibrio, la serenità che cercava.
Faresti fatica a dire che Marina Mauro arriva dal Nord Italia (friulana...

LEGGI TUTTA LA STORIA

Un lungo speciale dedicato al Kenya attuale su Rai Uno.
Andrà in onda domani sera alle 23.50 nell'ambito di "Speciale Tg1", con un servizio dedicato all'ascesa turistica di Watamu e interviste a tre

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Italiani in Kenya a Capodanno.
Non basterebbe un film per raccontare i due giorni a cavallo tra il 2018 e il 2019 trascorsi dai nostri connazionali tra Malindi, Watamu e i parchi nazionali del ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Ve lo dice uno che ha girato il mondo, per lavoro e anche per diletto: il Kenya è uno dei luoghi più affascinanti e dove ci si sente più a proprio agio e Watamu è uno dei posti...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Anche quest’anno non è una metafora né un esercizio di esagerato ottimismo dire che c’è...

LEGGI L'ARTICOLO

Una domenica sera in "trasferta" a Watamu per Freddie e Sbringo, che propongono il peggio del loro...

LEGGI L'ARTICOLO

L'estate sta finendo (un anno se ne va, avrebbero cantato i Righeira...) ma a Malindi e Watamu ci sono ancora serate da passare insieme e in allegria, tra buffet, aperitivi, grigliate e musica. Ecco cosa succede in questo fine settimana.

Watamu si promuove a Nairobi come destinazione turistica autonoma, con le sue particolarità e le sue strutture e attività.
Tutto questo avverrà da venerdì 29 settembre a domenica 1 ottobre al 7th August Memorial Park di Nairobi, nel centro della capitale...

Malindi, Watamu e la Contea di Kilifi si promuovono anche quest’anno con il magazine in inglese ''What’s Best in Kilifi County’’.
E’ uscita in questi giorni.....

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO