Ultime notizie

NATURA

Tano Bora, i fantastici 5 ghepardi del Masai Mara

Lo spettacolo di una "squadra" keniana unica al mondo

26-03-2021 di Freddie del Curatolo

Li chiamano “Tano Bora”, i fantastici cinque.
Non sono supereroi, se non perché campioni di resilienza di quel mondo che è sempre più difficile preservare, la savana dell’Africa Subsahariana.
Sono cinque meravigliosi esemplari di ghepardo.
Se non proprio fratelli, sicuramente provenienti dalla stessa famiglia, nati e cresciuti nella sconfinata riserva del Maasai Mara.
I Tano Bora sono quasi sempre insieme: vivono, cacciano, si intendono e si aiutano a vicenda.
Il nostro fotografo esperto di Mara Paolo Torchio li ha “catturati” più volte con l’obbiettivo ed anche i media keniani hanno imparato a conoscerli.
Sono inconfondibili perché ben piazzati, in salute e sviluppano tattiche di gruppo, un gioco di squadra per la sopravvivenza che diventa un crudele ma vero, oltre che necessario, spettacolo per gli appassionati di fauna selvatica e di Africa selvaggia.  Secondo guide attendibili, potrebbero avere dai sette ai nove anni, perché sono stati avvistati già insieme a caccia nel 2015, senza i genitori.
I cinque ghepardi sono unici, audaci ed energici. Possono abbattere prede 10 volte più grandi di uno di loro, rendendoli la coalizione di maggior successo e famosa nella Masai Mara Game Reserve e ormai celebrata in tutto il mondo, anche attraverso documentari ed articoli di riviste specializzate.
Sono state le guide maasai a soprannominarli “Tano Bora”, è la loro peculiarità andare in giro insieme, essere inseparabili perché questo affiatamento permette loro di non mancare un obbiettivo.
Altri felini come i leopardi sono per lo più cacciatori solitari. Ma questi ghepardi “moschettieri”, conosciuti anche come i cinque fratelli, si sono fatti squadra per andare a caccia di prede enormi che altrimenti non potrebbero cacciare in maniera vincente.
Il loro cibo preferito sono grandi gnu, eland e zebre, mentre i loro colleghi meno organizzati o più “orsi” si accontentano di gazzelle ed antilopi. Ecco perché loro sono più piazzati e ben in carne.
I ghepardi solitamente cacciano tra la parte protetta del parco e nella savana nelle riserve gestite dalle comunità locali.
Mentre le femmine conducono una vita nomade alla ricerca di prede in luoghi anche distanti tra loro, i maschi sono più sedentari e possono invece delimitarsi in territori molto più piccoli in aree di cui conoscono le abitudini delle loro prede. Il ghepardo è l'animale più veloce del pianeta, capace di correre da 80 a 128 km/h, con la velocità media sulle lunghe distanze registrate dai 93 ai 98km/h. La loro velocità è frutto dell’ossatura leggera unita a gambe lunghe e sottili e una lunga coda.
Secondo alcuni esperti che hanno seguito per giorni i “Tano Bora”, si tratta di una squadra unica composta da due fratelli “biologici” ed altri tre “cugini”, ma ovviamente questo non è dimostrabile.
Quel che è certo è che sono unici e chi ha la fortuna di seguirli ed ammirarli nel Maasai Mara avrà conosciuto qualcosa di veramente fantastico.
Il ghepardo, oltretutto, sono famosi per la loro confidenza con i turisti e i fuoristrada, sui quali spesso e volentieri salgono come per giocare o sfidare gli uomini, di cui non hanno paura e per questo non gli ispirano ostilità.

FOTO GALLERY
TAGS: ghepardi kenyamasai maramaasai maranatura kenyasavana kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

La più prestigiosa rivista internazionale (e canale televisivo) di Natura ha stabilito che il...

LEGGI L'ARTICOLO

Voli diretti da Nairobi al Maasai Mara, anche con un aereo da 37 posti (il Dash 8-300) e soprattutto senza prezzi da...

LEGGI L'ARTICOLO

La classifica è stata stilata dalle più importanti associazioni per la tutela dell'ambiente del mondo: la riserva keniota del Maasai Mara è stata ritenuta una delle quindici meraviglie del mondo da salvaguardare.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ventisei esemplari di elefanti morti per cause non naturali ma non legate direttamente al bracconaggio.
Questo il preoccupante bilancio redatto dai...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Anche quest'anno il Maasai Mara è la migliore riserva di tutto il Continente africano, e Diani Beach la migliore spiaggia.
Questo è emerso dalle premiazioni dei...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Per la sesta volta di fila la riserva nazionale keniana del Maasai Mara ha vinto il premio "Africa Leading National Park" del World Travel Awards.
La cerimonia 2018 del venticinquesimo WTA si è tenuta ieri a Durban, in Sudafrica e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E’ di un fotografo italiano la più bella foto nel Maasai Mara del 2020.
Paolo ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il suo soprannome era Boxernose, naso da pugile e non è un caso che sia morto combattendo, nell'immenso ring della sua savana.
Difendeva un'immaginaria corona disegnata a guisa di criniera sul suo muso da fiero sovrano del Maasai Mara.
Ma...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sono 64 i parchi e le riserve nazionali del Kenya, che è il Paese del mondo con la più ampia varietà di specie animali in libertà.
Anche la vegetazione varia da parco a parco e con essa il microclima e...

LEGGI TUTTO

Chissà se qualche esemplare, tra le migliaia di gnu che si stanno spostando dal Parco del...

LEGGI L'ARTICOLO

Maasai Mara “fully booked” in questi giorni per la grande migrazione degli gnu.
Sembra di ...

LEGGI L'ARTICOLO

Ogni anno lo spettacolo della grande migrazione degli animali dalla Tanzania al Kenya è un'attrazione per migliaia di ...

LEGGI L'ARTICOLO

Un rarissimo caso di elefante rosa, un cucciolo affetto da albinismo, è stato fotografato per la...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un piacere in più nella meraviglia. Quest'anno per i safari in Kenya è stato il boom di richieste di cene o aperitivi nel mezzo della Savana.
Un modo in più per godersi una situazione indimenticabile, non solo durante i "game...

LEGGI TUTTO

Il Canto del Kenya di oggi, giovedì 17 dicembre, è la colonna sonora di un ...

LA DANZA DEGLI STRUZZI DEL MARA - Leggi la striscia quotidiana del Direttore