L'angolo di Freddie

L'ANGOLO DI FREDDIE

Non sono un artista, ma se lo fossi...

Pensieri di un poliedrico incompreso all'equatore

04-10-2021 di Freddie del Curatolo

In realtà non ho mai pensato di essere un artista, forse non lo penso neanche adesso che ho alle spalle due dischi pubblicati, un altro in via di definizione, uno zaino di libri editi, qualche spettacolo portato in giro tra Italia e Kenya ed altre cosucce da poco.
Eppure sono ancora qua.
Ci sarà un motivo?
Ho ancora voglia di esprimermi, farmi giudicare e se possibile apprezzare.
Comprendere forse è troppo.
Da ragazzo tendevo a pensarla come Fernando Pessoa: essere compresi significa prostituirsi, è preferibile essere presi seriamente per ciò che non si è o ignorati con discrezione e naturalezza.
Poi però salivo su un palco e mi trasformavo nella bestia che ero anche fisicamente.
Probabilmente sono qua proprio perché non c’è un vero motivo.
Da bambino il mio sogno, come quello di quasi tutti i miei coetanei, era fare il calciatore.
Ma ero un po’ soprappeso.
Un po’.
Poco.
Non è che mi usassero come palla, anche perché ero alto.
Al limite palla ovale, per il rugby…poi coi piedi ero anche bravo, di testa meglio.
Grandi lanci, gran visione di gioco, se non mi toglievo gli occhiali.
Mi mettevano sempre in porta.
Così diventai allenatore.
A dieci anni.
Ma stavo sulle palle a tutti.
Agli altri ragazzini e anche ai loro genitori, che volevano fare loro gli allenatori.
Così mi proposi come accompagnatore ufficiale della squadra e seguivo i ragazzi con un registratore a cassette, di quelli orizzontali che oggi non fanno più che c’era anche il microfonino.
Li intervistavo prima, durante e dopo la partita.
Poi a casa scrivevo l’articolo sulla partita e il giorno dopo lo fotocopiavo.
Siccome la cosa piaceva (soprattutto a me) in quinta elementare iniziai a fare un vero e proprio giornalino, settimanale.
Cercai d’intervistare anche i maestri, ma il mio primo scoop fu il bidello.
Il mio colpo più grande fu l’inchiesta sul ladro di merendine.
Altro che Montalbano!
Un’inchiesta senza fine, perché il ladro ero io.
Giornalismo alla “Libero”, per intenderci.
Forse da grande volevo fare il cronista, lo scrittore.
Sì vabbè, niente di speciale, non per vantarmi… però… il tesserino da giornalista me lo sono guadagnato.
Da professionista, eh!
Questo non si paga, eh no. Sono mica pubblicista!
Sono PROFESSIONISTA, come Feltri, Travaglio, Belpietro… ecco, capite l’entusiasmo, nei primi anni del Terzo Millennio?
Capite perché ho lasciato due o tre promettenti carriere e mi sono trasferito all’Equatore?
Capite anche perché sono ancora qui a scrivere, cantare, raccontare ciò che vedo?
Non credo finirò mai di scrivere libri, anche se ne ho già un cassetto pieno e hanno più rifiuti loro della provincia di Benevento.
Il comico americano Andy Kaufmann, quando faceva cose serie, a chi dalla platea lo fischiava e gli chiedeva scenette comiche, come risposta leggeva tutto il Grande Gatsby di fiato. Nove ore di performance fino a quando l’ultimo spettatore non crollava nel sonno o se ne andava scuotendo la testa.
Kaufmann non aveva scritto un suo romanzo, io sì, quindi se mi invitate a casa vostra potrei leggervi il mio ultimo, che è meno bello del Grande Gatsby ma non è un brutto romanzo.
Magari lo farò quando l’avrò pubblicato.
Per ora mi limito a esprimermi come riesco.
Sì, se fossi un artista, vorrei essere un artista incompreso.

Eccovi allora il video di una canzone del mio album “Nel regno degli animali” che più o meno spiega questa cosa. La scrissi con l’amico Sapo (Paolo Sapone) nel 1989 e l’ho ritoccata negli anni fino alla pubblicazione nel 2004, mentre da Pessoa passavo a Gaber, attraverso tanti altri letterati, rocker, filosofi, cabarettisti, pescatori, sociologi, banditi, capitani di lungo sorso e anziani saggi mijikenda incontrati nel cammino.
BUON ASCOLTO E BUONA VISIONE!
 

 

TAGS: artista kenyafreddie kenyacanzone kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

COMUNICATO STAMPA 
Ci volevano due artisti in esilio volontario, il...

GUARDA IL VIDEO

Ora io so una canzone dell’Africa, una canzone della giraffa e della luna nuova sdraiata sul dorso,
dell’aratro nei campi e dei visi sudati degli uomini che raccolgono il caffè. 
Ma sa l’Africa una canzone che parla di me? 

Un giovedì sera speciale, come nella tradizione del Baby Marrow Art & Food Restaurant di ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Metti una serata d'estate all'italiana a Malindi: cosa non può mancare? La buona cucina, il ...

LEGGI L'ARTICOLO

Oggi in Italia, come per tanti settori ed aspetti che riguardano l’arte e la cultura...

LEGGI L'ARTICOLO

Metti una sera in Toscana tra un grande musicista figlio d'arte e un raccontatore figlio (adottivo) del Kenya ed esce fuori qualcosa di unico ...

LEGGI TUTTO

Il Kenya a teatro. Malindi, Watamu, la savana, i masai, gli italiani, il popolo keniota. "Freddie del Curatolo vi racconta il Kenya" ha esordito sabato sera al Teatro Nuovo Ariberto di Milano con un grande successo. Accompagnato da Marco "Sbringo"...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il gran finale del cabaret in musica di Freddie e Sbringo questa sera al Baby Marrow è una parata con...

LEGGI L'ARTICOLO

Chiusura con il botto, giovedì sera, per la radio dal vivo di Freddie al Baby Marrow.
"Good Night Malindi" ha chiuso le trasmissioni dopo cinque puntate da "tutto esaurito" e sempre con nuovi testi, canzoni e trovate.
Anche...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Mentre tra 24 ore andrà in onda sul canale youtube di Tele Esule l’ottava e terzultima parodia per gli...

LEGGI L'EDITORIALE

Dopo due mesi, con dieci canzoni per dieci sabati consecutivi trasmesse sul nostro canale “fun” Tele Esule, è...

LEGGI L'ARTICOLO

Ecco il video della canzone "Amani na elimu" (Pace ed apprendimento) di Freddie del Curatolo e Marco Bigi, eseguita dal coro di Asante Sana Children's Home di Mambrui, diretto dal Maestro Paolo Belloli, durante la serata inaugurale del Malindi Talent...

GUARDA IL VIDEO

Tornano per la quarta settimana di seguito gli animali di Freddie e Sbringo al Baby Marrow di...

LEGGI L'ARTICOLO

Ancora una serata per Freddie e Sbringo e il loro fortunato spettacolo tra canzoni e racconti “C’erano una volta ...

LEGGI L'ARTICOLO

Un viaggio durato esattamente due mesi, ogni settimana a Malindi.
Una carrellata di racconti, poesie, canzoni, suggestioni nella sala del Baby Marrow Art & Food Gallery di Malindi, tra un piatto della cena e un drink.
Freddie del Curatolo ha...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO