Ultime notizie

INFORMAZIONI

Acquistare terreni in Kenya: decalogo utile

I passaggi necessari perché vada tutto a buon fine

24-08-2021 di redazione

Acquistare un terreno in Kenya è ancora molto conveniente e soprattutto, a differenza di altri Paesi, è un investimento sicuro che poco dipende, come in passato, dalla situazione politica o di sicurezza nazionale.
I parametri per valutare la crescita dei paesi in via di sviluppo come il Kenya sono cambiati da alcuni anni e la pandemia ha confermato che investire su proprietà è conveniente.
Semmai le precauzioni riguardano i passaggi necessari per assicurarsi di non essere raggirati, specie in questo periodo in cui le registrazioni dei titoli di proprietà stanno passando dal cartaceo agli archivi digitali.
Ecco una breve guida pratica all’acquisto di un terreno in Kenya.

1. Se si è intenzionati ad acquisire un terreno, la prima cosa da fare è condurre una ricerca (survey) per assicurarsi che vi sia un titolo di proprietà e che questo titolo sia originale e in regola.

2.  Una volta accertato che esiste un titolo di proprietà valido, bisognerà accertarsi che i confini, la metratura e le altre condizioni per definirlo siano effettive, sulla carta e in natura. Per fare questo bisogna rivolgersi al “Land Registry” nell’ufficio di riferimento della Contea. Per velocizzare la ricerca dei documenti che confermino che il terreno in vendita sia effettivamente quello, è necessario presentarsi (o delegare qualcuno di fiducia, ovviamente) con una copia del titolo di proprietà fornita dal venditore. Si consiglia di effettuare questa ricerca o quantomeno presentarne i risultati ad uno studio legale o notarile che potrà garantire la bontà degli stessi presso il registro fondiario e quello delle imprese.

3. Dopo che gli accertamenti svolti soddisfano tutti i requsiti, sarà compito del notaio preparare una lettera di intenti o una prima offerta formale da parte dell’acquirente al venditore, con l’accettazione dello stesso riguardo alla descrizione della proprietà offerta, per concertare il prezzo d’acquisto e le modalità di pagamento.

4. Nel caso acquirente e venditori trovino l’accordo, sarà necessario che nel contratto definitivo siano presenti i termini e le condizioni da accettare, compreso l’eventuale deposito e la sua scadenza. Solitamente il contratto viene redatto dai legali del venditore e presentato a quelli dell’acquirente per l’approvazione. Così per l’eventuale deposito da versare.

5. Subito dopo il pagamento del deposito, l’acquirente dovrà pagare le tasse sulla proprietà alla municipalità o alla Contea di riferimento, prima di completare la transazione.

6. Per rendere operativo il trasferimento dei documenti, tra avvocati, i documenti devono essere firmati con consenso del Commissario dei Terreni (Land Commissioner).

7. A questo punto il terreno sarà sottoposto a nuova valutazione, ai fini del pagamento dell’imposta di bollo. Deve essere fatta una richiesta di valutazione ad un perito del Governo. Il funzionario farà una visita alla proprietà e preparerà il rapporto. A questo punto verrà emessa la valutazione che determinerà il vero valore del terreno, ai fini del pagamento delle tasse.

8. Nel momento in cui l’acquirente avrà pagato la tassa sul terreno, verrà attivato il processo di registrazione online e la proprietà del terreno sarà pronta per essere legalmente del nuovo proprietario.

9. A questo punto, dopo aver ricevuto i documenti completi in originale dal venditore, l’acquirente dovrà pagare l’intero saldo relativo al prezzo pattuito per la proprietà. Il pagamento verrà effettuato tramite gli studi legali per finalizzare la registrazione.

10. Nel momento in cui la transazione sarà operativa, il venditore non vanterà più alcun diritto su quella proprietà, che apparterrà all’acquirente.

TAGS: terreni kenyaacquisto kenyaproprietà kenyaaffari kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Dal Ministero dei Trasporti il via libero per l'acquisto di altri 22,4 ettari di terreno per garantire l'espansione dell'aeroporto internazionale di Malindi.
 

LEGGI TUTTO

Mayungu sarà la prossima frontiera del turismo costiero. Il villaggio di pescatori tra Malindi e Watamu si sta evolvendo, tra le ultime compravendite di terreni e immobili (anche personaggi di spicco di Nairobi hanno acquistato plot o abitazioni già esistenti)...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Si chiude dopo cinque mesi il grande cerchio della solidarietà italiana per le vittime dell'inondazione della vallata del fiume Galana, nell'entroterra di Malindi. Le migliaia di cittadini keniani della costa rimasti senza capanna e terreni coltivabili, sono stati aiutati parzialmente...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Chi ha in mente di acquistare una villa, una casa o un terreno a Watamu, sappia che questo potrebbe essere il ...

LEGGI L'ARTICOLO

Lo scorso anno ci fu una corsa all'acquisto di sedie, tavoli, letti, armadi e forniture di pregio del vecchio Coconut Village e del Malindi Beach Resort, ormai dismessi. 
Tanti...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Uno dei frutti tropicali più caratteristici, utilizzato per il vero più come condimento e pietanza di contorno, rischia di scomparire e il Kenya prende provvedimenti per non rimanere senza e ridurre il suo prezzo che nel giro di un anno...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Avevamo già dato conto dell'operazione del Ministero dei Terreni della Contea di Kilifi di una...

LEGGI L'ARTICOLO

Si informa che, alla luce della progressiva sospensione di tutti i collegamenti aerei dal Kenya per...

LEGGI L'ARTICOLO

I residenti di Ganda e di Kwachocha, i sobborghi interessati dallo sgombero degli abusivi per allargale e allungare la pista dell'aeroporto internazionale di Malindi, ne sono certi, tutto si sta preparando per iniziare a far piazza pulita di chi, anni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Fino a cinque anni di prigione più sanzioni pecuniarie a chi non termina costruzioni di...

LEGGI L'ARTICOLO

Anno nuovo, problemi vecchi con l'avanzamento dei lavori per l'ampliamento dell'Aeroporto Internazionale di Malindi.
La National Land Commission, massimo organismo nazionale che si occupa dei terreni ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Quello dei funerali è ormai uno dei business più importanti, tra gli affari del "popolo", che animano l'economia del Kenya.
Già nel 2013 uno studio del Journal of Human Developement indicava le spese per i funerali tra...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il tema della settimana di Malindikenya.net, annunciato dalla quarta parodia di Freddie e Sbringo che...

LEGGI L'ARTICOLO

Un ostacolo in più per l'espansione dell'aeroporto internazionale di Malindi e la costruzione della pista per accogliere i boeing provenienti dall'Europa e ogni altro velivolo dall'estero: 25 mila proprietari di case e terreni, tramite un avvocato, hanno da tempo presentato...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dallo scorso 12 aprile il Ministero dei Terreni (Department of Land) della Contea di Kilifi ha indetto una nuova...

LEGGI L'ARTICOLO

Le più importanti agenzie di Real Estate di Nairobi hanno inserito Malindi al secondo posto in...

LEGGI L'ARTICOLO