Ultime notizie

TURISMO

Nairobi chiusa, stagione turistica finita in tutto il Kenya

Pasqua dipendeva da clientela locale, chi chiude e chi no

27-03-2021 di Freddie del Curatolo

Se Nairobi piange, la costa keniana di sicuro non ride, anzi.
I ristoratori italiani della capitale tornano a fare i conti con la chiusura totale delle loro attività e la possibilità di effettuare solamente delivery, che più o meno equivale a chiudere anche perché il coprifuoco nelle nuove “zone rosse” è stato anticipato di due ore, ovvero alle 20 e che per i locali significa chiudere l’attività alle 19, per permettere ai dipendenti di tornare a casa.
“E’ una notizia spiacevole ma anche inevitabile e giusta – dice Gianpaolo Zappa, titolare della Cascina di Karen, all’interno del centro commerciale The Hub – figlia di una situazione divenuta preoccupante nelle strutture sanitarie cittadine. Il mio pensiero va immediatamente al personale che si ritroverà nuovamente in condizioni di precariato. La volta precedente avevamo fatto in modo di non lasciare a casa nessuno, applicando la logica dei turni, ma adesso viene da chiedersi se sia il caso di tenere aperto”.
Nella capitale ormai è praticamente impossibile trovare un posto nei reparti attrezzati per le terapie d’ossigeno e la richiesta del Governo, a parte il lockdown dell’area “infetta”, come viene definita che comprende le 5 contee confinanti di Nairobi, Kiambu, Machakos, Nakuru e Kajiado, è quella di muoversi il meno possibile.
Anche i voli aerei in uscita dalla capitale cesseranno oggi, mentre l’ultimo volo schedulato in entrata da Malindi e Mombasa è fissato per questo pomeriggio.
Dopodiché chi si vorrà muovere per raggiungere le altre contee, durante le vacanze pasquali, dovrà farlo previa autorizzazione e con il proprio mezzo, perché anche ai trasporti pubblici non sarà concesso viaggiare fuori dall’area infetta.
Albergatori e attività legate all’hospitality delle località costiere di villeggiatura hanno ricevuto un durissimo colpo. Le prenotazioni per la prossima settimana erano buone e da Nairobi arrivava il 90% degli occupanti. Ora bisognerà rivedere tutto e la stagione turistica può considerarsi chiusa fino al prossimo luglio, anche se non tutti chiuderanno.
“Grazie ad un marketing aggressivo e mirato avremmo avuto l’hotel pieno – spiega Roberto Marini, proprietario dell’Ocean Beach Resort di Malindi – la nostra clientela sarebbe arrivata dalla capitale e con la nostra formula di bed&breakfast anche i ristoranti della cittadina ne avrebbero tratto giovamento. Purtroppo questa decisione, necessaria comunque perché a Nairobi la situazione è critica, ci penalizza fortemente e costringe a tornare a dodici mesi fa. Questa volta potremmo decidere di restare aperti e probabilmente lo faremo, ma sicuramente per non licenziare nessuno dovremo stabilire una politica di orari ridotti e turni, con inevitabile riduzione dei salari. Speriamo che si possa tornare quanto prima alla normalità”.
Pensiero condiviso da altri hotelier che ultimamente hanno fatto un ottimo lavoro per risollevare Malindi, come Antonio Colleluori del Leopard Point e Francesca Biancacci di The Lawford.
Anche la vicina Watamu soffrirà della mancanza degli arrivi da Nairobi e poco cambieranno la situazione di crisi i proprietari di abitazioni che hanno anticipato il loro arrivo e si fermeranno nella località di vacanza.
“Qui la situazione era buona e avendo organizzato anche eventi nel rispetto dei protocolli Covid-19 non abbiamo visto incrementi di contagi – spiega Roberto Lenzi, proprietario di due hotel, Crystal Bay e Seven Island, oltre a Paparemo Beach che resterà aperto come ristorante e spiaggia ma rimanda i beach party alla prossima stagione. Peccato perché nell’emergenza, questi ultimi mesi sono stati meno negativi di quanto mi sarei aspettato”.
Anche a Diani e Mombasa la situazione non è diversa, le vacanze di Pasqua erano l’ultima vera occasione per fare cassa e il pochissimo turismo internazionale in arrivo non potrà cambiare di tanto le carte in tavola. Con l’ultimo decreto presidenziale che impedisce al turismo locale di muoversi da Nairobi, la stagione è praticamente finita.

TAGS: turismo kenyapasqua kenyastagione kenyachiusura kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Lo stop ai viaggi da Nairobi verso la costa ha convinto uno dei locali di Malindi che ultimamente...

LEGGI L'ARTICOLO

La stagione che è già andata oltre le più rosee aspettative, per il turismo in Kenya, sarà buona almeno fino alla settimana di Pasqua.
Queste sono le previsioni confutate guardando le prenotazioni alberghiere e soprattutto quelle dei tanti bed&breakfast, alloggi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Pasqua alta ma positiva per l'afflusso turistico sulla costa, grazie soprattutto ai viaggiatori keniani che...

LEGGI L'ARTICOLO

Dalla possibilità e dalla speranza di avere un volo in più a settimana dall'Italia al Kenya, in pochi giorni si è passati a non avere per tre settimane, compresa quella di Pasqua, nemmeno quello preesistente.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Domenica 15 settembre sarà l'ultimo giorno della stagione per poter godere del relax, della...

LEGGI L'ARTICOLO

Chiude in bellezza anche quest'anno la stagione delle feste serali del Papa Remo Beach.
L'esclusivo locale sulla spiaggia dell'amore di Watamu da questa...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le vacanze di Pasqua quest’anno arrivano abbastanza presto, nella prima settimana di aprile.
Per il...

LEGGI L'EDITORIALE

Chiude in bellezza la stagione delle feste serali del Papa Remo Beach.
L'esclusivo locale sulla spiaggia dell'amore di Watamu da l'arrivederci ai suoi mercoledì sera a base di cocktail, buffet e musica da ascoltare, e all'ormai storico beach party del...

LEGGI TUTTO

Passata la Pasqua, il Kenya attende la stagione delle piogge, di cui il Nord del Paese ha avuto un assaggio nelle scorse settimane e che in savana hanno già rinfrescato, ma lungo i fiumi Tana e Galana hanno causato anche...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sorpresa: a pochi giorni dalla chiusura dei battenti, con le saracinesche abbassate ed un eloquente cartello della proprietà del Centro Commerciale Oasis, il supermercato Nakumatt ha riaperto.
Nelle spiegazioni della...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A farla da padrone, nel ristorante più italiano di Malindi, sarà l'Abbacchio dell'Irpinia, appena arrivato da...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Malaika Beach Villas e relativo ristorante con lettini sulla spiaggia di Mayungu hanno deciso da...

LEGGI L'ARTICOLO

Anche per questa nuova stagione, che parte dopo la prima metà del 2018 e si spera possa arrivare in pompa magna fino a Pasqua 2019, i turisti stranieri potranno ancora entrare in Kenya con il visto turistico cartaceo compilato e richiesto...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Pasqua tra relax e piacere a Mayungu. Il Malaika Beach Villas per la sera di sabato 15 aprile organizza una serata speciale con spettacolo di danza giriama con cena a buffet gratuito per gli ospiti del resort e a pagamento per...

LEGGI TUTTO

Secondo i più attendibili “bernacca” della costa, ovvero i pescatori di Lamu, le grandi piogge arriveranno...

LEGGI L'ARTICOLO

Le recenti restrizioni annunciate dal Governo keniano hanno ridotto, se non quasi azzerato, le aspettative...

LEGGI L'ARTICOLO