Ultime notizie

NEWS

Turismo in Kenya ancora vivo a febbraio

Arrivi fino a Pasqua, il settore respira

16-02-2023 di redazione

Ce lo auguravamo nei nostri articoli pre-natalizi e anche nelle previsioni per il nuovo anno pubblicate su questo sito: la stagione turistica italiana ed internazionale in Kenya non è ancora finita.
La cosiddetta onda lunga, che dopo la pandemia sembrava dover diventare un’onda anomala, si sta verificando con nuovi arrivi anche nella prima settimana di febbraio, dopo un gennaio eccellente e charter sempre pieni, con un’occupazione dei grandi resort che non è ancora calata, in media, sotto il 50% e villeggianti che hanno spesso e volentieri prolungato la loro vacanza.
Agenzie, compagnie aeree e siti di prenotazione stanno ricevendo richieste anche per marzo e i charter termineranno i loro voli i primi giorni di aprile, nonostante la possibilità, se ci saranno le richieste, di aggiungere un volo supplementare per la settimana di Pasqua.
Soddisfazione anche da parte degli hotelier di Diani, che dal 2018 non vivevano una stagione turistica così intensa. La difficoltà a calmierare i prezzi, data l’inflazione e conseguente perdita di valore dello scellino rispetto a euro e dollaro, ha creato problemi specialmente ai ristoratori e ai fornitori di servizi che contano sui trasporti (coinvolto anche il settore dei safari) per via dell’aumento del prezzo del carburante.
Dall’altra parte, per chi viene in Kenya dall’occidente, i prezzi restano abbordabili proprio perché il cambio è vantaggioso. Un’arma a doppio taglio che però alla fine non favorirà il paese e di conseguenza neanche al turismo. Ma questa stagione nel frattempo si è rivelata un “tempo di mezzo” e ha potuto far rifiatare molte attività, specialmente sulla costa, e far ritrovare uno stipendio a migliaia di dipendenti delle strutture di accoglienza e dell’indotto. Avanti così, sperando che nel frattempo in Kenya, dopo la pioggia di turisti, arrivino le piogge vere e le sofferenze della povera gente e del paese possa tornare sopra soglie di sopportabilità.

TAGS: turismopasquacharterarrivi

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 16 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Il Ministro del Turismo del Kenya Najib Balala ha comunicato l'estensione degli incentivi ai voli charter provenienti dall'Europa che atterrano a Mombasa.
L'iniziativa è stata intrapresa due anni fa per...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La stagione che è già andata oltre le più rosee aspettative, per il turismo in Kenya, sarà buona almeno fino alla settimana di Pasqua.
Queste sono le previsioni confutate guardando le prenotazioni alberghiere e soprattutto quelle dei tanti bed&breakfast, alloggi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Situazione paradossale per il turismo a Malindi e dintorni.
A Pasqua vogliono tutti farsi una settimana di vacanza sul mare nelle località turistiche che hanno ripreso a "tirare", ma non ci sono abbastanza voli da Nairobi.
Questo sta già capitando...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo gli arrivi dei charter della compagnia TUI dal Belgio e dall'Olanda, e i voli programmati a partire dal prossimo 9 dicembre della Qatar Airways, l'aeroporto internazionale Moi di Mombasa potrebbe nel prossimo futuro essere collegato direttamente con Londra, grazie...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Pasaka mema. Buona Pasqua, come si dice qui. Ma sulla costa del Kenya, nella coda di stagione turistica, questa...

LEGGI L'EDITORIALE

Dalla possibilità e dalla speranza di avere un volo in più a settimana dall'Italia al Kenya, in pochi giorni si è passati a non avere per tre settimane, compresa quella di Pasqua, nemmeno quello preesistente.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Con la ripresa del turismo a livelli più che accettabili, sia per quanto riguarda il mare che per...

LEGGI L'ARTICOLO

Le vacanze di Pasqua quest’anno arrivano abbastanza presto, nella prima settimana di aprile.
Per il...

LEGGI L'EDITORIALE

Anche i turisti polacchi si preparano a tornare sulla costa keniana con un volo charter alla...

LEGGI L'ARTICOLO

C'è soddisfazione da parte delle istituzioni keniane riguardo al ritorno del turismo internazionale sulla costa del Kenya.
I numeri parlano chiaro, da gennaio ad aprile con 292.000 arrivi, si è segnalato un aumento del 10% rispetto all'anno precedente (dati trasmessi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Pasqua alta ma positiva per l'afflusso turistico sulla costa, grazie soprattutto ai viaggiatori keniani che...

LEGGI L'ARTICOLO

Anche per questa nuova stagione, che parte dopo la prima metà del 2018 e si spera possa arrivare in pompa magna fino a Pasqua 2019, i turisti stranieri potranno ancora entrare in Kenya con il visto turistico cartaceo compilato e richiesto...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una stagione positiva per il turismo italiano sulla costa del Kenya volge al termine. Come ogni anno, e...

LEGGI E GUARDA IL VIDEO

La notizia era già arrivata con l'acquisizione da parte del colosso del trasporto aereo Qatar Airways da parte di Air Italy e di conseguenza Meridiana Fly, che comunque....

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Aumentati gli arrivi di turisti in Kenya nei primi otto mesi del 2016. La crescita rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente rispetto agli ingressi internazionali segna un positivo del 14%, mentre gli arrivi italiani sono cresciuti del + 3,3 %...

leggi tutto

Il settore turistico keniano guarda alla Pasqua 2022 come l’invitato ad un cenone nientaffatto luculliano...

LEGGI L'ARTICOLO