Ultime notizie

FAUNA

Zebra a pois fotografata nel Maasai Mara

Le foto invadono i social, ma la "canzone" potrebbe essere triste

16-09-2019 di Freddie del Curatolo

Bando alla canzone degli Anni Sessanta, qui una cosa è certa, nel Maasai Mara non c’è nessun “maraja” che possa aver regalato alla riserva del Kenya il piccolo esemplare di “zebra a pois” fotografato dalla guida turistica e fotografo naturalista Anthony Tira vicino al Matira Bush Camp e purtroppo la storia del giovane esemplare così raro potrebbe non avere un lieto fine da canzone dell’estate.
Come si può notare dalla foto che sta facendo il giro della rete e dei social non solo del Kenya, si tratta di una zebra marrone di non più di una settimana d’età con tanti puntini più o meno larghi al posto delle classiche strisce bianche e nere.
"All'inizio ho pensato che fosse una zebra che era stata catturata e dipinta o marcata nell’ambito di censimenti migratori – ha spiegato Tira -  Ero davvero confuso quando l'ho vista per la prima volta".  
Tuttavia, ad un esame più attento, la guida turistica ha capito che si trattava di una zebra con un disturbo melaninico. La Zebra visibilmente debole si è attaccata a un'altra zebra femma con le solite strisce, forse la madre. La scoperta ha provocato un afflusso di fuoristrada in quella zona  del Mara con turisti e fotografi in cerca dell’incredibile scatto.
Questo è stato il primo caso nella Mara di una zebra come spiegato ai media keniani dall’esperto di fauna selvatica al Matira Camp Parmale Lemein.  Tuttavia, Lemein ha rapidamente sottolineato che, secondo le ricerche, nessuna delle zebre con tali condizioni in altri parchi in Africa purtroppo è sopravvissuta per più di sei mesi dopo la nascita. Recentemente, i keniani hanno anche assistito alla nascita di una giraffa bianca, nata da una madre anch’essa bianca, nella Ishaqbini-Hirola Community Conservancy, nella contea di Garissa.

 

TAGS: zebra kenyasavana kenyamaasai maranatura kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

La più prestigiosa rivista internazionale (e canale televisivo) di Natura ha stabilito che il...

LEGGI L'ARTICOLO

La classifica è stata stilata dalle più importanti associazioni per la tutela dell'ambiente del mondo: la riserva keniota del Maasai Mara è stata ritenuta una delle quindici meraviglie del mondo da salvaguardare.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Voli diretti da Nairobi al Maasai Mara, anche con un aereo da 37 posti (il Dash 8-300) e soprattutto senza prezzi da...

LEGGI L'ARTICOLO

Anche quest'anno il Maasai Mara è la migliore riserva di tutto il Continente africano, e Diani Beach la migliore spiaggia.
Questo è emerso dalle premiazioni dei...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Per la sesta volta di fila la riserva nazionale keniana del Maasai Mara ha vinto il premio "Africa Leading National Park" del World Travel Awards.
La cerimonia 2018 del venticinquesimo WTA si è tenuta ieri a Durban, in Sudafrica e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Anche quest’anno in Est Africa si avvicina il tempo della grande migrazione per decine di migliaia di gnu e pure per...

LEGGI L'ARTICOLO

Il suo soprannome era Boxernose, naso da pugile e non è un caso che sia morto combattendo, nell'immenso ring della sua savana.
Difendeva un'immaginaria corona disegnata a guisa di criniera sul suo muso da fiero sovrano del Maasai Mara.
Ma...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E’ di un fotografo italiano la più bella foto nel Maasai Mara del 2020.
Paolo ...

LEGGI L'ARTICOLO

Prendendo in esame parallelamente due statistiche relative all’anno appena trascorso in Kenya, saltano all’occhio numeri contrastanti che apparentemente fanno...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il quinto giorno del nostro giro è completamente immerso nella meraviglia.
Siamo...

LEGGI IL REPORTAGE E GUARDA LE FOTO

Se n’è andato da vero Re.
Senza che nessuno lo...

LEGGI L'ARTICOLO

Un piacere in più nella meraviglia. Quest'anno per i safari in Kenya è stato il boom di richieste di cene o aperitivi nel mezzo della Savana.
Un modo in più per godersi una situazione indimenticabile, non solo durante i "game...

LEGGI TUTTO

Ventisei esemplari di elefanti morti per cause non naturali ma non legate direttamente al bracconaggio.
Questo il preoccupante bilancio redatto dai...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Maasai Mara “fully booked” in questi giorni per la grande migrazione degli gnu.
Sembra di ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Canto del Kenya di oggi, giovedì 17 dicembre, è la colonna sonora di un ...

LA DANZA DEGLI STRUZZI DEL MARA - Leggi la striscia quotidiana del Direttore