Ambiente

AMBIENTE

Acque inquinate al Nairobi Park, riparate fognature

Emergenza scattata dopo la denuncia dell'italiano Torchio

12-02-2021 di redazione

Fognature fallate trasportavano acque piene di rifiuti e chissà cosa altro all’interno del Nairobi National Park. Grazie alla denuncia sui social del fotografo italiano Paolo Torchio, sempre molto attento alle questioni che riguardano l’ambiente all’interno delle riserve e dei parchi del Paese, la Nairobi City Water and Severage Company ha ricevuto il diktat dalla NEMA di agire immediatamente per riparare i condotti delle fognature e bloccare il drenaggio pericoloso per le tante specie animali che vivono da sempre nel parco cittadino.
E’ stato il Direttore della NEMA, Mamo B. Mamo, a dichiarare ai media che le squadre del comparto del Ministero dell’Ambiente sono già sul posto per assicurarsi che le condutture siano ripararte, insieme al Nairobi Metropolitan Service.
Nel frattempo verrà anche avviata un’indagine per verificare se vi siano scarichi illegali di industrie o condomini nelle vicinanze del Nairobi Park.
Paolo Torchio, alcuni giorni fa, aveva scritto sul suo frequentatissimo spazio social, accanto a scatti eloquenti: “Il laghetto del Parco Nazionale puzza in maniera infernale: colori irreali, acqua verde come una zuppa di piselli con schiuma blu elettrico. Così è l’angolo della Hyena Dam Cosa sta succedendo? Perché le autorità competenti sono cieche? Ippopotami, coccodrilli e uccelli vivono all'interno del pozzo nero, ma non viene preso alcun provvedimento. Era difficile respirare mentre facevo quelle foto”.
Di seguito il Presidente di Friends of Nairobi National Park Gareth Jones, ha scritto al Direttore della Nema, esprimendo la sua preoccupazione per l’acqua inquinata che scorre all’interno del Nairobi Park, sfociando poi nell’Athi River. La lettera è stata inviata anche al KWS, oltre cheal Ministero del Turismo.
Il Parco di Nairobi ospita ancora leoni, bufali africani, babbuini, il rinoceronte nero orientale, il rinoceronte bianco meridionale, la zebra comune e la gazzella di Grant, oltre a gazzelle di Thompson, giraffe Masai, eland, impala, struzzi, sciacalli, facoceri e waterbucks e 400 specie di uccelli.
Già da tempo è minacciato dallo sviluppo edilizio della metropoli e dall’inquinamento, oltre che essere già stato toccato dalla ferrovia SGR.
Dopo 10 anni il Ministro del Turismo Najib Balala ha preparato un piano di gestione che riguarda i problemi sorti ultimamente nell’ambito di parchi e riserve, tra cui il bracconaggio, la lenta estinzione di alcune specie, i conflitti uomo-animali, l’inquinamento e gli scavi invasivi, il cambiamento climatico. Nello specifico del parco ci sono anche l’aumento dell’urbanizzazione, l’insediamento e le costruzioni abusive e la sostenibilità delle infrastrutture.

(foto di Paolo Torchio )

TAGS: nairobi parkinquinamento kenyapaolo torchio

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Ci sono ben 17 italiani tra i trecento “angeli” volontari che concorrono alla salvaguardia della Natura...

LEGGI L'ARTICOLO

Lo avevano chiamato "Lipstick", rossetto, per i contorni marcati intorno alla sua bocca che sembravano proprio truccati.
Ma la sua bellezza era nella...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ieri è finalmente arrivato il grande giorno della presentazione di Karanja al Museo Nazionale di Nairobi.
Karanja, oggi simbolo della protezione degli animali in Kenya, è stato uno dei rinoceronti-icona della conservazione in Kenya, uno degli esemplari più...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

(foto di Paolo Torchio) Dopo il divieto totale dei sacchetti di polietilene, il Ministero dell'Ambiente del Kenya sta pensando seriamente di vietare le bottiglie di plastica su tutto il territorio nazionale per proteggere l'ambiente.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L’arte rupestre preistorica è una delle attrazioni culturali meno note ma più affascinanti di questo Paese che...

LEGGI L'ARTICOLO

Si chiamava Karanja ed era il più famoso rinoceronte nero del Kenya.
Imponente e pacifico, è morto di vecchiaia nel dicembre del 2014 dopo essere stato per tanti anni uno degli esemplari più fotografati nei safari all'interno della Riserva del...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

E’ di un fotografo italiano la più bella foto nel Maasai Mara del 2020.
Paolo ...

LEGGI L'ARTICOLO

Per la sesta volta di fila la riserva nazionale keniana del Maasai Mara ha vinto il premio "Africa Leading National Park" del World Travel Awards.
La cerimonia 2018 del venticinquesimo WTA si è tenuta ieri a Durban, in Sudafrica e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Uno dei pezzi più importanti della storia degli italiani in Kenya e della seconda guerra mondiale in Africa è stato abbattuto senza preavviso da ...

LEGGI L'ARTICOLO

Una lieta notizia per gli italiani in Kenya e la loro memoria, proprio alla vigilia delle...

LEGGI L'ARTICOLO

Due giorni fa abbiamo pubblicato uno sfogo importante arrivato direttamente dal Ministro del Turismo del ...

LEGGI L'ARTICOLO

La sezione keniana del Comitato degli Italiani all'Estero (Co.Mi.Tes Kenya) si apre ancor più ai connazionali e per...

LEGGI L'ARTICOLO

Anche quest'anno il Maasai Mara è la migliore riserva di tutto il Continente africano, e Diani Beach la migliore spiaggia.
Questo è emerso dalle premiazioni dei...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A Nairobi arrivano i taxi elettrici finlandesi per combattere l’inquinamento e ridurre...

LEGGI L'ARTICOLO

Anche Watamu in strada per difendere la sua bellezza e la salute pubblica, prima del ...

LEGGI L'ARTICOLO

Watamu si promuove a Nairobi come destinazione turistica autonoma, con le sue particolarità e le sue strutture e attività.
Tutto questo avverrà da venerdì 29 settembre a domenica 1 ottobre al 7th August Memorial Park di Nairobi, nel centro della capitale...