Personaggi

PERSONAGGI

Carlo, ricercatore italiano per la meteorologia keniana

Unico connazionale in un progetto che lo ha portato a Nairobi

10-05-2019 di Freddie del Curatolo

Che l’Italia sia un Paese di giovani “cervelli in fuga” è ormai un dato di fatto, ma che arrivino in Kenya (anche se per vie traverse) è un fatto insolito.
Infatti Carlo Cafaro, trentenne ricercatore al Dipartimento di Meteorologia dell’Università di Reading, in Inghilterra, è l’unico connazionale tra una sessantina di colleghi che partecipano al progetto internazionale SWIFT (Science for Weather Information Forecast Techniques). SWIFT e’ un progetto internazionale finanziato dal Global Challenge and Research Fund (per saperne di più, visita il sito https://africanswift.org/).
Casertano, laureato in Matematica all’Universita’ Sapienza di Roma, si e’ poi trasferito in Inghilterra dove ha portato a termine un dottorato in Matematica applicata alla meteorologia. Il progetto SWIFT a cui partecipa da Gennaio lo ha portato a vivere un’intensa settimana all’ufficio meteorologico nazionale del Kenya a Nairobi. E’ lui stesso a raccontare la sua esperienza a malindikenya.net.
“Il progetto SWIFT si propone di migliorare le tecniche di previsione del tempo e la loro comunicazione nei Paesi africani della fascia equatoriale – spiega Cafaro – lavoriamo con diversi partner africani, tra cui il Kenya, Paese influenzato da eventi particolari, come inondazioni e periodi di siccita’. Così sono state fornite al centro di Nairobi tecniche di previsione più avanzate ed il mio compito, in questa settimana, è stato verificarne l’utilizzo e l’efficacia”. Si tratta di metodi gia’ in uso presso molti centri meteorologici del mondo ma e’ la prima volta che vengono usati in questa parte del continente africano. Quaranta, tra ricercatori e previsori del tempo, provenienti dall’Inghilterra e da diversi stati africani, hanno lavorato intensamente a turno per 24 ore al giorno per fornire previsioni in tempo reale per l’Africa orientale e occidentale, usando appunto queste metodologie all’avanguardia. Carlo è arrivato in Kenya proprio mentre il secondo ciclone tropicale, Kenneth, si abbatteva sul nord del Mozambico e in Tanzania lasciando una scia di devastazione.
“Chi vive in Kenya da questo punto di vista può stare tranquillo – ammette il ricercatore italiano - I cicloni tropicali sono fenomeni purtroppo frequenti in quella fascia geografica ma non possono verificarsi in prossimita’ dell’Equatore. Al massimo se ne possono sentire indirettamente gli effetti, come avvenuto in questa occasione sulla costa della Tanzania”. 
Cafaro conferma che in tema di meteorologia il servizio keniano è ancora naturalmente indietro rispetto all’Europa, più come uffici e strumentazioni, che come entusiasmo e competenza. Ma se è vero che l’Africa è il futuro del Pianeta, non è detto che non lo possa essere anche per la meteorologia.
 “E’ stata comunque un’esperienza interessante – conclude il giovane studioso italiano – in più sono riuscito anche a ritagliarmi una giornata al Nairobi National Park, per respirare un po’ dell’Africa sognata, quella vista in una fotografia che ritraeva una giraffa in primo piano e sullo sfondo la skyline con i grattacieli della metropoli: natura selvaggia e cività. Ora quell’immagine l’ho vissuta in prima persona”. 

TAGS: carlo cafarometeo kenyaprevisioni kenyaitaliani kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Un pranzo con musica per incontrarsi tra italiani in Kenya, organizzato da Comites, il Comitato degli Italiani all'Estero (organo consultativo dell'Ambasciata d'Italia in Kenya).

LEGGI TUTTO

Continuiamo a dirlo: vita durissima da un po' di tempo a questa parte per i latitanti italiani in Kenya: la collaborazione tra le due polizie, tra le magistrature e tra i Ministeri degli Esteri sta portando ad un lavoro di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo quattro giorni di vacanze supplementari al Whitesands di Mombasa e in altri hotel cittadini, la truppa di 200 italiani circa che hanno dovuto rimandare il rientro in Italia via Istanbul con Turkish Airlines, per via dell'emergenza neve nella capitale...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La sezione keniana del Comitato degli Italiani all'Estero (Co.Mi.Tes Kenya) si apre ancor più ai connazionali e per...

LEGGI L'ARTICOLO

Il servizio meterologico del Kenya (KMD) ha emesso nel pomeriggio di oggi un comunicato per allertare la popolazione costiera riguardo ad un'ondata di maltempo che, secondo le previsioni degli studiosi, dovrebbe interessare fin da domani la regione bagnata dall'Oceano Indiano.
Nella giornata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

C'erano cittadini di trentatre differenti nazionalità a bordo del volo Ethiopian Airlines diretto da...

LEGGI L'ARTICOLO

Sono arrivate in Kenya le piccole piogge, e sulla costa secondo i meteorologi locali dureranno almeno fino a giovedì.
Ieri nella Contea di Kilifi ha...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A Malindi e sulla costa keniana le piogge sono attese come una manna dal cielo. La siccità ha fatto danni estremi, alla terra e agli allevamenti.
Sono già morti capi di bestiame e molte piante si sono ridotte a rami...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Cieli azzurri, nuvole bianche , caldo soffocante e non una goccia di acqua.
Da troppo tempo la siccità non allenta la sua morsa feroce e lo Tsavo, per chi come noi mancava da circa due mesi , ora  appare un...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Mapango e Lily Palm di Watamu hanno organizzato per la serata di ferragosto una cena di gala (se le previsioni daranno pioggia si svolgerà al coperto, altrimenti nella veranda del Mapango e a bordo piscina) con a seguire uno spettacolo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Malindi e Watamu sicure e lontane dai teatri delle stragi dei terroristi somali".
Questa l'opinione diffusa dei Tour Operator italiani che stanno confermando, uno ad uno, la loro presenza nei villaggi turistici e nei resort sulla costa keniota, a partire...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

C’è Gianni, che una volta sì e una volta no che ci sentiamo su whatsapp, mi invia dall’Italia...

LEGGI L'ARTICOLO

Il servizio meterologico del Kenya ha consegnato le sue previsioni per il 2020 o almeno per il...

LEGGI L'ARTICOLO

Un workshop di romanzieri storici italiani per far crescere la coscienza storica e narrativa dei giovani scrittori keniani.
"History and stories", questo il titolo delle cinque giornate nairobine, in scena da...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Condizioni di tempo ancora instabili in tutto il Kenya, costa compresa.
Il Servizio ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il più famoso festival del Romanzo Storico d'Europa si tiene ogni anno a Piove di Sacco, in provincia di Padova.
L'edizione di quest'anno si apre oggi ed...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO