Personaggi

ITALIANI IN KENYA

Una regista teatrale nella (dis)umanità di Kakuma

Laura Sicignano parla dello spettacolo nato tra i rifugiati

22-06-2022 di Freddie del Curatolo

Una regista e autrice teatrale italiana nella silenziosa, remota tragedia quotidiana del campo di rifugiati più vasto e popoloso d’Africa.
Laura Sicignano, genovese già fondatrice del Teatro Cargo ed ex direttrice del Teatro Stabile di Catania, con alle spalle diversi spettacoli su temi prevalentemente legati al sociale e alla condizione femminile, si è recata a Kakuma, al confine tra Kenya e Sud Sudan, per vivere di persona la realtà durissima, tra disperazione e squarci di umanità, di oltre 200 mila uomini donne e bambini che hanno lasciato la loro terra natia per fuggire da guerra e carestie e degli operatori umanitari che li assistono.

L’esperienza che Laura ha raccontato a Malindikenya.net diventerà uno spettacolo dal titolo “Kakuma, la ricerca della felicità”, prodotto dal Teatro Nazionale di Genova, che sarà rappresentato nella prossima stagione teatrale.
“Kakuma è una di quelle esperienze che ognuno di noi occidentali, che spesso ci dimentichiamo di quanto siamo privilegiati, dovrebbe fare una volta nella vita – ammette la regista – perché in quella che posso definire una “discarica umana”, si incontrano gli estremi della nostra essenza: da una parte le qualità umane di assistenti e volontari, di cui non ho apprezzato soltanto generosità ed efficienza, ma anche intelligenza, cultura e preparazione, dall’altra i rifugiati, la loro condizione permanente di confinati, al di fuori di tutto, con un passato terribile che leggi nei loro occhi e un futuro tenuto in piedi in precario equilibrio da fede e speranza. Con uno sguardo particolare, da donna, alla condizione femminile. Anche tra profughi e reietti le donne sono quelle che soffrono maggiormente”.
Laura Sicignano è sbarcata a Nairobi proprio a ridosso della Giornata Internazionale del Rifugiato e grazie all’organizzazione gesuita JRS e al connazionale Angelo Pittaluga, Country Director di JRS in Kenya, ha trascorso alcuni giorni a Kakuma, raccogliendo storie, girando immagini ed intervistando chi lavora e frequenta questo mondo ai confini della dignità umana.

“La mia è stata comunque una visione e sarà una narrazione parziale – spiega Laura - sarebbe impossibile decifrare e allo stesso tempo spiegare una realtà così complessa in un solo spettacolo teatrale. Ho scelto come forma di racconto il diario di viaggio, che poi è in parte l’esperienza che ho vissuto, tra reportage divulgativo e momenti poetici. Mi ha colpito in particolare l’umanità di chi lavorando cerca di stabilire un contatto con i rifugiati, nonostante il gap quasi insanabile tra persone viste come privilegiati di passaggio e chi è conscio di dover rimanere ancora, chissà per quanto tempo, in un ambiente ostile e lontanissimo da qualsiasi concetto di casa. Sono rapporti basati su fugaci sguardi, mezze parole, gesti accennati. Il tutto nel mezzo del deserto del Turkana, mentre già a poche centinaia di chilometri di distanza, il Kenya continua a crescere con le sue contraddizioni, l’ipermodernità e gli slum di Nairobi, le savane e la presenza cinese, l’economia globale e la fame. In scena il coacervo di abissi umani ed emozionali, espressioni e sentimenti taciuti, sarà rappresentato da un’attrice italiana e da una ballerina africana e mi aiuterò con oggetti emblematici che mi sono rimasti impressi: polvere e terra, filo spinato, taniche. Poco altro c’è a Kakuma, che non sia l’umanità ai margini, in grado di darci una grande lezione sul senso della vita”.

TAGS: teatrokakumarifugiati

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Lunedì 20 giugno si celebra la giornata internazionale del rifugiato e per il Kenya è una giornata di grande importanza. Con...

LEGGI L'ARTICOLO

La Onlus italiana "Still I Rise" fondata dal giovane cooperante e scrittore cremonese Nicolò Govoni è pronta per ...

LEGGI L'ARTICOLO

In Kenya si riprende a morire di Coronavirus ed il contagio arriva anche vicino ai campi di rifugiati più...

LEGGI L'ARTICOLO

Dadaab, un luogo famoso come Hollywood visitato da dignitari da tutto il mondo.
La regione da asilo ad un milione di rifugiati la gran maggioranza dalla vicina Somalia. 
Daadab, il campo profughi, a circa 100 km dal confine, ha fatto...

LEGGI TUTTO

Un reading con due famose attrici italiane di cinema e teatro per inaugurare al White Elephant il “Festival della...

LEGGI L'ARTICOLO

"Finché sarò viva, questo teatro non verrà venduto per farci un supermercato o...

LEGGI L'ARTICOLO

S'intitola "Dutch music from the theatre", il pomeriggio musical-teatrale che questo sabato inaugura gli eventi della Pro Guitar Academy di Malindi.
La scuola di musica voluta dal Maestro di chitarra Paolo Maria Palmitessa prosegue con buoni risultati la sua programmazione...

LEGGI TUTTO

Ecco gli appassionati versi del Canto del Kenya di oggi, martedì 8 dicembre:
“Finché...

LA PASSIONE DELLA SIGNORA CLEOPATRA - Leggi la striscia quotidiana del Direttore

Il primo appuntamento italiano con le Serate Kenya di Freddie è fissato per sabato 20 maggio al Teatro Filodrammatici di Treviglio, in provincia di Bergamo.
L'anno scorso alla serata organizzata ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya a teatro. Malindi, Watamu, la savana, i masai, gli italiani, il popolo keniota. "Freddie del Curatolo vi racconta il Kenya" ha esordito sabato sera al Teatro Nuovo Ariberto di Milano con un grande successo. Accompagnato da Marco "Sbringo"...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' andata in scena sabato sera a Treviglio, in provincia di Bergamo, la seconda edizione di "Serata Kenya", la kermesse in teatro organizzata dal Luxury Club "Maxlife" che riunisce una trentina di imprenditori del settore del lusso impegnati anche nella...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nell’ottobre 2018 in una delle baraccopoli più povere ed estese del mondo, quella di Kibera a Nairobi, è successo...

LEGGI L'ARTICOLO

La semiarida e tormentata regione keniana del Turkana potrebbe dare sostentamento alle sue...

LEGGI L'ARTICOLO

Tra i bambini che giocano, allegri e spensierati come solo loro possono essere, riconosciamo il piccolo Felix.
Lui ...

LEGGI L'ARTICOLO

Attendiamo di poter scrivere il tuo nome.
Sì, proprio il tuo, di te che stai leggendo.
Tu che frequenti il Kenya, che...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Si terrà a dicembre 2018 la prima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Malindi.
L’idea, che era stata lanciata due anni fa in un incontro pubblico all'Ocean Beach Resort dall’Onorevole Dan Kazungu, parlamentare eletto nel distretto di Malindi e oggi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO