Ultime notizie

CURIOSITA'

Cosa dicono le scritte sui camion del Kenya

Saggezza, sarcasmo e consigli "da strada"

11-05-2021 di Freddie del Curatolo

Chiunque sia transitato sulle strade del Kenya e si sia trovato davanti un camion, un tir o un matatu, avrà sicuramente notato che quasi tutti hanno una scritta in swahili da qualche parte nel retro: può essere sul bordo superiore o inferiore, sopra la targa o sui parafanghi di gomma dura. Anche per chi non li capisce o nella migliore delle ipotesi ne cattura solo una o due parole, suonano come dei proverbi, delle sentenze, dei consigli.
In effetti nella maggior parte dei casi lo sono, o al limite sono modi di dire spiritosi che nascondono la saggezza di strada o la goliardia dei proprietari dei mezzi e di chi li guida.
E’ un po’ la trasposizione di quello che sono le scritte sui kanga per le donne di Kenya e Tanzania, ovviamente in quel caso i detti e gli aforismi sono meno sarcastici e terra-terra di quelli da “camionista”, ma non per questo meno taglienti. (Per i Kanga vi rimandiamo a questo interessante articolo di una delle massime esperte dell’argomento, pubblicato dal nostro portale).
Oggi si tende, specialmente sui matatu, a sostituire il swahili con l'inglese, ma l'effetto è meno poetico ed evocativo, anche per gli stessi keniani.
Tra le migliaia che personalmente ho letto in oltre trent’anni e tra quelli che abbiamo fotografato nei nostri viaggi, ne segnaliamo alcuni come esempio di questa curiosa e radicata abitudine di “parlare” attraverso i veicoli.
UKIFANYA WEWE KEKI, MIMI SAMUSA NINA NYAMA NDADI.
Letteralmente: “Se pensi di essere una torta, sappi che io sono una samosa e non una polpetta”. In poche parole, l’invito è quello di smetterla di credersi ciò che non si è e di essere sé stessi e non vergognarsene.
WE LALA UTAKIUTA UNACHOKIOTA
Questa scritta è un invito a non sognare ad occhi aperti e a darsi da fare. La traduzione letterale è “Se dormi sempre, non puoi mangiare quello che sogni”.
USIONJE, UKIONA UTAZOEA
E’ quasi il messaggio opposto di quello precedente: invita a non provare sempre cose nuove, a non darsi troppo da fare, perché tanto qualsiasi novità e qualsiasi entusiasmo diventerà presto un’abitudine. Insomma, secondo l’estensore del motto, accontentarsi è sempre l’abitudine migliore. “Non guardare, non provare o ne farai un’abitudine”.
UREFU NA UFUPI NI MAUMBILE, MIMBA NA UTAMBI NI BIDII YAKO
Abbiamo preso ad esempio una delle tante scritte che riportano a frasi bibliche. Questa ricorda che siamo nati per innalzarci (verso il Sommo, si suppone) e che è Dio che decide quanto vivremo, ma le prove maggiori da superare per arrivare in alto sono la gravidanza e superare i travagli della salute. Letteralmente “L’altezza e la durata sono nella Natura, la gravidanza e le malattie sono il tuo sforzo”.
KUKU KALA MCHELE JIONI KALIWA NA WALI
Questo aforisma più o meno ricalca il tema dell’essere e dell’apparire. Il messaggio cita testualmente: “Quando (di giorno) fai il pollo, colori il riso, poi la sera per il pesce sei riso in bianco”. Il riferimento è nel modo di cucinare il pollo byriani, in cui tradizionalmente si colora di arancione metà del riso e lo si chiama “Mchele”, mentre quando si mangia il pesce il riso che è bianco viene chiamato “wali”. Ma sempre riso è.
INZI AKIACHA UJINGA ANAWEZA TENGEZA ASALI
Sui camion ogni tanto spuntano anche messaggi che invitano al sapere o quantomeno ad essere meno superficiali. Questo non ha bisogno di grandi spiegazioni, è un proverbio che può essere tranquillamente tradotto testualmente: “Se la mosca uscisse dalla propria ignoranza, potrebbe fare il miele”.
FILISIKA UJUE TABIA YA MKEO
Non poteva spuntare, dai camionisti e driver, considerato anche il maschilismo ancora imperante in Kenya, una frase ironica sulle donne, particolarmente sulle consorti. Anche questa non ha bisogno di spiegazioni supplementari: “In bancarotta conosci il vero carattere di tua moglie”.
UKIKOSA TUMAINI UTAPATA TUMATUMBO
Questa scritta è una delle più eloquenti di una certa filosofia dei keniani. E’ un invito a tenere duro, a non perdere la speranza, ma anche ad avere la consapevolezza che se non ci credi più, sai quello che ti aspetta. Letteralmente: “Se perdi la speranza, otterrai interiora”.
Il riferimento è al cibo dei poveri per eccellenza, gli intestini degli animali. Insomma, qualcosa da mangiare lo troverai sempre, ma non sarà un granché. Vedi tu...
KAZI YA MOYO NA KUSUKUMA DAMU, LAKINI KUPENDA NI KIHEREHERE CHAKO
Non poteva mancare un consiglio per la sfera emozionale. Qui l’autotrasportatore si trasforma in psicologo da quattro soldi, anzi da quattroruote e sentenzia che il vero amore passa dalla testa e non dal batticuore. Traduzione letterale: “Il cuore batte e pompa sangue per la circolazione, ma all’amore ci pensa il cervello”.
MSAFARA WA MAMBA MBURUKENGE HAWAKOSI JE WEE MJUSI?
Terminiamo con una frase interrogativa, per proseguire il viaggio nella ricerca di una risposta che arrivi magari in contemporanea con un’area di sosta per fare i propri bisogni.
Chiediamoci tutti: “Può una piccola lucertola viaggiare con una carovana di coccodrilli?”.
"Safari Njema", come si dice qui: buon viaggio!

TAGS: camion kenyastrade kenyascritte kenyasaggezza kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

La voce dei residenti e dei proprietari di case di due zone residenziali di Malindi, sfocia sui quotidiani nazionali e sulle televisioni, secondo un sistema che ultimamente sta dando i suoi frutti, come li può dare anche unirsi per una...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un altro spaventoso incidente prima dell'alba sulle strade del Kenya, e ancora una volta per via di un...

LEGGI L'ARTICOLO

In questo spazio troverete citazioni di chi ha amato questo mondo e ha saputo descriverlo.
Aforismi, brani, versi e pensieri di scrittori, uomini di cultura o anche semplici appassionati.
Cose pensate, dette, scritte e magari poi negate o ritrattate, oppure rese...

Un’altra strage della strada in Kenya, con 12 morti e almeno altrettanti feriti, per via dei trasporti notturni e di ...

LEGGI L'ARTICOLO

L'ente nazionale della viabilità del Kenya (NTSA) ha deciso con effetto immediato di vietare in tutto il Paese il trasporto pubblico dalle 7 di sera alle 6 del mattino.
Una decisione maturata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I lavori di riqualificazione delle strade di Malindi che abbisognavano urgentemente di riparazione...

LEGGI L'ARTICOLO

La stagione delle piogge è iniziata con una certa veemenza in Kenya, soprattutto per quel che riguarda le regioni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Malindi prosegue il suo processo di restyiling in attesa del ritorno del turismo: quello locale di...

LEGGI L'ARTICOLO

“Safari to Malindi”. Da quando sono arrivato  in Kenya 63 anni fa, ho seguito una tradizione dei residenti locali  “upcountry” di prendere le ferie a dicembre, e passare alcune settimane alla costa, al mare, una specie di ferragosto alla kenyana....

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Camion che vanno e vengono, a qualsiasi ora del giorno e della notte, lungo strade sterrate ma allargate e spianate appositamente per farle passare, che segano in due tranquilli villaggi di capanne e di qualche casa in muratura.
Lo scenario...

LEGGI TUTTO

Sarà prossimamente asfaltata la strada interna che va da Mambrui a Marafa, grande villaggio famoso per le Hell's Kitchen, canyon che da sempre è un'attrazione turistica per i suoi colori ed il contrasto con la natura africana. 
 

LEGGI TUTTO

Uno spaventoso incidente ha coinvolto un bus della Modern Coast, un autoarticolato e un tuk-tuk ieri sera intorno alle 20 vicino all'aeroporto di Malindi.
La collisione sembra essere stata causata dall'eccessiva imprudenza del guidatore del Bus, che avrebbe urtato un tuk-tuk...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nairobi sarà collegata entro 3 anni ad un’autostrada che smaltirà anche il traffico dei camion provenienti dalla...

LEGGI L'ARTICOLO

In swahili si usa dire "kazi na endelea" che potrebbe equivalere all'internazionale "work in progress", se non che...

LEGGI L'ARTICOLO

Prendere due piccioni con una fava. Ci sarà senz'altro anche un modo di dire simile in kiswahili per dire che a volte non solo si riescono a risolvere i problemi, ma magari se ne risolvono due nello stesso tempo, con...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il "mondo bianco" della costa keniota si trova una trentina di chilometri a nord di Malindi.
Dopo la spiaggia dorata di Che Shale, oltre la base italiana del progetto aerospaziale San Marco, la vista dell'oceano sparisce e appaiono chilometri e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO