Ultime notizie

EDITORIALE

Ecco perché la barca di Watamu si è ribaltata

Come prevenire in futuro queste rare tragedie

23-01-2023 di Freddie del Curatolo

Il Governo della Contea di Kilifi, dopo aver sentito tutte le autorità locali, ha dato la sua sentenza definitiva sull’incidente della barca da escursioni di Watamu, che sabato mattina si è ribaltata causando la morte ufficiale di 3 persone, cittadini keniani, e quella praticamente certa di una quarta, un bimbo di otto anni, che risulta ancora disperso.
“L’imbarcazione si è ribaltata a causa del sovraccarico di passeggeri e per le condizioni del mare” dice la Kilifi County in un comunicato rilasciato ai media.
Vale a dire che 30 passeggeri sono troppi per quel tipo di barche da “safari marino” (in realtà erano 29, 13 italiani e 16 keniani, ma sono stati contati anche i membri dello staff della barca, che solitamente sono almeno tre? E altri accompagnatori e “beach boys” che sarebbero saliti su altri natanti per aiutare i turisti? Non a caso i primi testimoni hanno parlato di una quarantina di persone). Chiaramente chi organizza e gestisce le barche, così come avviene con i bus ed altri mezzi su terra, tende ad accogliere più persone paganti possibili, fidando comunque sulle statistiche (non succede mai niente). Su questo tipo di barche in realtà, secondo gli esperti, non potrebbero essere accomodate più di 12-15 persone, ovvero quelle che possono stare sedute nei posti assegnati.
Alle considerazioni finali della Contea, noi aggiungeremmo che vi sono due cattivissime abitudini da parte dei proprietari o gestori delle imbarcazioni che si spingono oltre la barriera corallina: la prima è quella di far accomodare i turisti sul tetto delle stesse, tetto che è stato costruito per fare ombra ai passeggeri ma che di fatto, con l’aggiunta di una scaletta, da sempre viene utilizzato come “prendisole” e come osservatorio speciale all’aria aperta. Chi siede sul tetto, di fatto, modifica il baricentro della stessa e causa lo spostamento della linea di galleggiamento, rendendola più insicura rispetto a come è stata progettata.
Figuriamoci con condizioni di mare e di vento come quelle di sabato scorso.
In secondo luogo. È IMPENSABILE che sulle imbarcazioni non vi siano giubbotti salvagente per tutti e che chi non sa nuotare non sia obbligato ad indossarli appena salito in barca. Non a caso i deceduti sono bambini o donne che non erano avvezze all’acqua alta.
"Aumenteremo i controllori della spiaggia per garantire il rispetto della sicurezza e assicurare una risposta tempestiva alle emergenze e agli incidenti. Collaboreremo anche con la Kenya Marine Authority per formare un maggior numero di personale di sicurezza e risposta alle emergenze" scrive la Contea.
Quante volte abbiamo letto parole come queste dopo ogni incidente. Speriamo che questa volta un governatore così sensibile ed avvezzo al turismo e ai suoi problemi, le trasformi in fatti.
Basta un semplice controllo alla partenza delle barche e già si ridurrebbe in maniera fondamentale il rischio di questi incidenti, che per fortuna sulla costa sono rarissimi (durante questo periodo estivo, uno a Mombasa che ha causato sei morti e questo di Watamu).

TAGS: barcagarodaincidenteannegato

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Un’imbarcazione per le escursioni marine, con a bordo circa una trentina di turisti, sia italiani...

LEGGI L'ARTICOLO

Sale a quattro il bilancio dei cittadini keniani morti dopo il rovesciamento di una barca da safari...

LEGGI L'ARTICOLO

Un aereo della compagnia di bandiera etiope Ethiopian Airlines, in volo da Addis Ababa a...

LEGGI L'ARTICOLO

Ancora una volta le strade del Kenya e la guida spericolata degli autisti di bus locali si rivelano fatali per...

LEGGI L'ARTICOLO

Proseguono i simpatici videoservizi di Mirko Cannistraci per Watamukenya.net.
Questa volta ha "catturato" sulla spiaggia del Garoda Resort la top model italo-venezuelana Mariangela Bonanni e il fotografo Andrea Varani, dietro le quinte di uno shooting fotografico per cui hanno scelto Watamu.

CLICCA QUI E GUARDA IL VIDEO

Incidente mortale all'alba di questa mattina sulla Malindi-Mombasa: un matatu, il popolare pulmino-corriera che trasporta non più di 14 persone, della compagnia Munawar Shuttle, si è ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I miracoli spesso arrivano dal silenzio e hanno l'aria di qualcosa di naturale, di quotidiano.
Nessuno li sbandiera sotto il nostro naso, tantomeno gli artefici.
Quotidiano, naturale.
Come una piccola barca a motore che ogni mattina passa a prendere centinaia...

LEGGI TUTTO IL REPORTAGE E GUARDA LA GALLERY FOTOGRAFICA

Un altro incidente terribile sconvolge il Kenya nel periodo delle vacanze.
Almeno 24...

LEGGI L'ARTICOLO

E' la stagione delle riaperture a Malindi e questa è una cosa promettente e di conforto.
In questi giorni è la volta della...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le autorità aeroportuali di Malindi hanno riportato poco fa la notizia di un incidente aereo vicino all'aeroporto internazionale di Malindi.
Un piccolo velivolo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sarà officiata da Padre Orazio alla S.Anthony Cathedral di Malindi, oggi 24 febbraio 2017 alle 16, la messa in ricordo di Marco Vancini, l'imprenditore italiano ed ex console onorario di Malindi scomparso due anni fa in un tragico incidente stradale...

Un treno che trasportava carburante si è ribaltato rovesciando migliaia di litri di benzina super, di cui una parte nell'Oceano Indiano nei pressi dell'isola di Mombasa.
I trasporti...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un Cessna 206 con cinque persone a bordo, il pilota keniano e quattro turisti stranieri, si è schiantato mercoledì mattina intorno alle 11 nella Contea di ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'edizione 2017 dell'East Africa Classic Safari Rally si è aperta in maniera funesta: durante la tappa di ieri, secondo giorno della competizione, un incidente ha coinvolto il direttore e patron del Rally

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il destinoIl destino può avere dei risvolti che nella sua tragicità si portano dietro incredibili coincidenze che sembrano andare al di là della pura fatalità.
L'anno scorso, a...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un altro spaventoso incidente prima dell'alba sulle strade del Kenya, e ancora una volta per via di un...

LEGGI L'ARTICOLO