Ultime notizie

NEWS

Emergenza, anche a Malindi code per la farina

Scorte a prezzo speciale già in esaurimento

05-08-2022 di Freddie del Curatolo

La fame stringe d’assedio i keniani alla vigilia delle elezioni politiche e dopo Nairobi e Mombasa, anche a Malindi arrivano le scorte di farina di mais. Scorte sicuramente non sufficienti per la popolazione bisognosa, che il Governo del presidente uscente Uhuru Kenyatta ha promesso due settimane fa al prezzo calmierato di Kes 100.
Si tratta più o meno del 50% di sconto rispetto alle cifre che si erano viste subito dopo il blocco dell’esportazione di grano da parte di Russia ed Ucraina, coinvolte nella guerra nel ruolo di aggressore ed aggredito.
A Malindi nella giornata di giovedì si sono viste lunghissime code quando, nel pomeriggio, sono arrivati i primi camion da nord.
E’ stato sufficiente recarsi fuori dai principali supermercati e distributori locali per rendersi conto di chi sono i keniani che si sono messi in fila nella speranza di poter risparmiare buona parte dei loro pochi averi. Qualcuno forse tornerà a mangiare almeno una volta al giorno il classico piatto di ugali, polenta di mais con erbe dell’orto. Per chi ha ancora un orto, altrimenti è un’altra battaglia al mercato per trovare le varietà locali di mchicha, sukuma wiki, mnavu a prezzi accettabili, per non dire i pomodori per il sugo. Anche perché non ci sono solo la crisi economica, l’effetto post pandemia e la guerra in Ucraina, ma anche la grande siccità che ha bruciato campi e ucciso capi di bestiame. Per chi il campo e animali non se li era già venduti prima.
Come già accaduto nella capitale Nairobi, le derrate contingentate messe a disposizione dal governo tramite accordo con i produttori si volatilizzeranno in pochi giorni, nonostante l’obbligo di non superare i 4 pacchi da due kg per persona. Poi si tornerà ad attendere una nuova offerta speciale, o un presidente che faccia quello che ha promesso in campagna elettorale: pensare alla sua gente e rendere la vita delle classi indigenti meno simile ad un girone dell’inferno dantesco.

TAGS: farinafameemergenzapovertàpoveri

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Una delle tante piaghe del Kenya è quella delle continue interruzioni dell’energia elettrica (black-out). 
Le altre, tra le molte, sono la mancanza d’acqua potabile nelle case, che porta i politici, in cerca di voti, a promettere: “Se mi eleggete prometto...

LEGGI TUTTO

Il chapati è un pane tradizionale portato in Kenya dalla tradizione indiana, ma poi evolutosi in tutto il Paese ed oggi preparato in strada, nei locali poveri come in quelli di alto livello come accompagnamento per le pietanze.
La sua...

LEGGI QUI LA RICETTA

Il primo raccolto di mais del progetto di irrigazione Israeliano-Kenyota nella valle del fiume Galana sfamerà la popolazione costiera che potrà pagare la farina a metà prezzo.
In questi giorni il Governo metterà in vendita pacchetti da due chili di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Canto di oggi, Natale 2020, non è un canto ma una poesia, magari filastroccata sottovoce

NATALE NELLO SLUM - Leggi la striscia del nostro Direttore

Dico Africa ma penso al Kenya. Dico Kenya ma penso a Watamu. 
Africa è un concetto troppo grande perché entri nel mio cuore senza devastarlo. 
Le guerre, la fame, i soprusi, le ingiustizie perpetrate dalla sua stessa gente nei confronti...

LEGGI TUTTO

Più che l’economia del Paese fecero la siccità e i tempi lunghi per il raccolto del mais.
Fatto sta ...

LEGGI L'ARTICOLO

La più importante ed organizzata realtà solidale italiana della costa del Kenya, Karibuni Onlus, ha...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo alcuni giorni di completa mancanza sui bancali dei supermercati e nei negozietti locali, a Malindi e sulla costa nord del Kenya sono tornate le confezioni da 1 o 2 kg di farina di mail, indispensabili per preparare l'ugali, il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Avevamo lanciato l'appello sul nostro portale lo scorso 21 luglio: i bambini dell'entroterra di Malindi, come tanti...

LEGGI L'ARTICOLO

Una situazione senza precedenti e pensarla nel Kenya che cresce economicamente è ancora più triste e assurdo.
La fame nell'entroterra della Contea di Kilifi ormai è una morsa insopportabile anche per una popolazione notoriamente adattabile e paziente come quella della...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le patate impastellate con aroma di limone e anima di peperoncino sono una delle delizie dello street food della costa keniana.
Si chiamano "Viazi Karai" e vengono vendute ad ogni angolo di strada, fritte al volo negli wok sistemati in...

LEGGI LA RICETTA

Sono già venti le contee del Kenya che hanno lanciato l'emergenza siccità e che chiedono al Governo aiuti ...

LEGGI L'ARTICOLO

L'ugali, composto da posho o sima, ovvero farina di mais e da un contorno che può essere di carne, pesce o verdura, è il piatto unico tipico del Kenya e specialmente della costa.
La farina viene bollita come la nostra...

LEGGI QUI LA RICETTA

La situazione inizia a farsi seria. La siccità e il calo del turismo sulla costa del Kenya hanno creato un mix terribile di raccolti insufficienti e mancati guadagni che ha messo in ginocchio intere famiglie dei villaggi dell'entroterra.
 

LEGGI TUTTO

Per chi vive a Malindi e dintorni è facile constatare come nei bancali dei supermercati e nella coloratissima e allegra confusione di chioschi, bazar e baracchette locali, da un po' di tempo a questa parte, manchi l'alimento principale dei cittadini...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La morsa della fame sul Kenya e specialmente nei suoi estremi, dal desertico nord al sud delle savane, sta...

LEGGI L'ARTICOLO