Ultime notizie

NEWS

Kenya chiede aiuto, opportunità per le aziende italiane

Si aprono interessanti affari per accordi tra privati e governo

14-11-2022 di redazione

Il nuovo governo keniano è pronto a ricevere proposte di partnership, finanziamenti con ritorni, project financing e ogni altra forma di collaborazione con entità straniere nel campo dell’agricoltura, dell’irrigazione e dell’allevamento, oltre che nelle energie rinnovabili.
Le aziende italiane sono avvertite: è il momento di interessarsi e formulare proposte e la prossima riapertura a Nairobi dell’Istituto del Commercio Estero (ICE) è finalizzata ad aiutare le imprese che vogliono investire in questo paese che mai come ora, per stessa ammissione del suo presidente William Ruto, è aperto e vuole facilitare l’inserimento nel sistema produttivo del paese, con benefici per tutti: aziende, stato e popolazione. Ruto ha detto chiaramente che lo Stato ha optato per una partnership con enti privati perché i fondi del bilancio del Tesoro nazionale non sono sufficienti a coprire i progetti.
Tra i progetti già iniziati, la costruzione di 100 dighe nel paese, ma l’idea di Ruto è di arrivare a 1000 il prima possibile.
"Le costruiremo per contribuire all'irrigazione, per il bestiame e per uso generale", ha detto Ruto.
La grande siccità che sta flagellando il paese impone di pensare alla sopravvivenza di almeno 4.5 milioni di persone, che mai come in questi mesi, con la mancanza di piccole piogge consistenti, rischiano di perdere tutto e non avere alternative alla fame più nera. Il presidente ha dichiarato che i progetti delle dighe saranno realizzati nell'ambito di un programma di partenariato pubblico-privato.
Parlando durante la messa domenicale a Kabarnet, ha dichiarato di voler rimettere oltre sei milioni di allevatori che avranno bisogno di acqua per il loro bestiame in condizioni di lavorare.
"Abbiamo in programma di dare potere a circa 6 milioni di allevatori per incrementare la nostra produzione alimentare. Per questo abbiamo in programma di costruire altre dighe per l'acqua da utilizzare per l'irrigazione, per la casa e per il bestiame", ha dichiarato il Presidente.
Oltre a sistemi di irrigazione, produzione di fertilizzanti, energie rinnovabili, il governo ha recentemente approvato una legge che permette in Kenya le produzioni di prodotti della terra geneticamente modificati.

TAGS: agricolturaaziende allevamentoirrigazionedigasiccità

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

E' tragico il bilancio del crollo di una diga nel villaggio di Solai, vicino a Nakuru.
I morti accertati sono...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il primo raccolto di mais del progetto di irrigazione Israeliano-Kenyota nella valle del fiume Galana sfamerà la popolazione costiera che potrà pagare la farina a metà prezzo.
In questi giorni il Governo metterà in vendita pacchetti da due chili di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nuova pipeline per l'acqua dell'entroterra di Malindi
Sono arrivate le nuove tubature per rifare i condotti per il trasporto dell'acqua dall'entroterra di Malindi, nella zona di Langobaya e Baricho, alla costa.
Grazie a fondi di società cinesi, le stesse che...

LEGGI TUTTO

Dopo anni di attesa, rinunce, accuse di malgestione, il progetto di irrigazione della valle del Galala nella...

LEGGI L'ARTICOLO

E' una disperata operazione per salvare un centinaio di ippopotami nella regione del fiume Tana, centocinquanta chilometri a nord di Malindi.
Siamo nel distretto di Lamu, dove il fiume più importante del Kenya forma un delta che include anche due...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I meteorologi keniani hanno lanciato oggi l'allarme: la stagione delle piogge non è...

LEGGI L'ARTICOLO

Da venerdì 8 giugno al Village Market di Nairobi va in scena la seconda edizione di "The Italian Week Expo", la settimana promossa dal Comites Kenya in collaborazione con...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

C’è anche un progetto per un parco solare a Malindi, oltre ad una diga da 4 miliardi di euro a nord del...

LEGGI L'ARTICOLO

Diventa sempre più grave l'emergenza siccità in tutto il Kenya e in particolare nell'entroterra delle regioni costiere.
Dai problemi ingenti per l'allevamento e l'agricoltura, e per gli animali della savana, si è passati a quelli che affliggono direttamente le persone.LEGGI TUTTO

Sono già due le aziende internazionali che allevano coccodrilli presi lungo il fiume Galana, nell'entroterra di Malindi, per poi ammazzarli e vendere la pelle e in seconda istanza, la carne. 
Nel Paese della protezione degli animali da savana, il coccodrillo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A giugno è partito il nuovo progetto di Karibuni Onlus a favore della comunità dell’area di Langobaya.
L’idea è nata dal team delle fattorie di Karibuni, che, osservando la persistente insicurezza alimentare di quest’area semi arida soggetta a carestie e...

LEGGI TUTTO

Tempo di investimenti immobiliari a Malindi, considerata una delle zone più vantaggiose e in...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Fondo Monetario Internazionale ha considerato nei giorni scorsi la svalutazione dello Scellino keniota e considerato che la moneta del Kenya rimarrà su valori bassi, rispetto a dollaro ed euro, almeno per 4 mesi.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le cosiddette "piccole piogge" di quest'anno assomigliano molto alle sorelle maggiori di maggio e giugno.
Le precipitazioni abbondanti e continuate di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Brucia la più alta montagna d’Africa, il Kilimanjaro è in fiamme da 16 ore per cause...

LEGGI L'ARTICOLO

Uno studio di fattibilità condotto dall'Organizzazione per la ricerca agricola del Kenya (Kalro) e dal...

LEGGI L'ARTICOLO