Ultime notizie

NEWS

Kenya rimosso dai paesi a rischio pirateria

Acque territoriali più sicure, benefici per il commercio

10-09-2021 di redazione

Un’ottima notizia riguarda il territorio marittimo del Kenya e le sue coste: l’Organizzazione Marittima Internazionale, agenzia delle Nazioni Unite responsabile della sicurezza della navigazione globale, ha rimosso il Kenya dalla lista rossa delle nazioni interessate dalla pirateria dei mari. L’ingresso in questa lista che per il Kenya significava perdere parecchia competitività, specie per il porto di Mombasa, era avvenuto 12 anni fa dopo una serie di spiacevoli episodi nelle acque territoriali del paese africano, compreso l’assalto ad una nave cargo italiana con l’equipaggio tenuto in ostaggio per più di due mesi.
Nei giorni scorsi, avendo appurato che al largo delle coste keniane non avviene un episodio di pirateria ormai da 4 anni, l’IMO ha deciso di riportare il Kenya nel novero delle nazioni che non rischiano particolarmente le minacce della pirateria, che nell’oceano indiano è particolarmente quella somala, spesso foraggiata dal terrorismo di stampo arabo.
Questa decisione non è importante solo in chiave sicurezza, ma anche economicamente: infatti farà risparmiare al Kenya e all'Africa orientale milioni di scellini in assicurazioni e altre spese di sicurezza, e potrebbe aprire i porti del Kenya (oltre a Mombasa è operativo da tre mesi quello di Lamu) a nuovi commerci ed affari..
Il Governo del Kenya ha ricevuto gli encomi delle associazioni internazionali del commercio marittimo per gli sforzi esercitati negli ultimi anni per sorvegliare i propri territori ed intensificare le operazioni nell’ottica dello sviluppo della blue economy.
La ridefinizione avrà benefici anche per altri paesi utenti dei porti keniani, come l'Uganda, il Ruanda, il Burundi, la Repubblica Democratica del Congo e il Sud Sudan che attualmente dipendono dal porto di Mombasa per le loro esportazioni e importazioni.
La diminuzione dei costi di assicurazione influirà in maniera positiva anche sull’abbassamento dei prezzi di trasporto delle merci e quindi sulla competitività dei prodotti, aumentandone la richiesta.

TAGS: pirateria kenyatrasportu kenyacommercio kenyamare kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Il Kenya si prepara ad abbattere la pirateria in internet, lo streaming illegale e la riproduzione...

LEGGI L'ARTICOLO

Per prevenire una possibile epidemia di Coronavirus anche nel proprio Paese, il Governo del ...

LEGGI L'ARTICOLO

Da oggi il libero commercio tra Stati africani non è più solo una teoria ma diventa legge, sottoscritta da 24 Paesi su 54, con...

LEGGI L'ARTICOLO

Avevamo già dato conto dell'operazione del Ministero dei Terreni della Contea di Kilifi di una...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya rilancia la propria immagine sul mercato italiano.
Forte dell'onda lunga del buonissimo successo di immagine ricevuto all'Expo, grazie ad una campagna mirata, tra maratone e presenza del Presidente della Repubblica Kenyatta, il Ministero del Turismo e Commercio del...

LEGGI TUTTO

Dallo scorso 12 aprile il Ministero dei Terreni (Department of Land) della Contea di Kilifi ha indetto una nuova...

LEGGI L'ARTICOLO

La Contea di Nairobi aiuterà le piccole e medie imprese a crescere.
Secondo un accordo firmato dal neo Governatore di Nairobi Mike Mbuki Sonko e la Camera di Commercio e dell’Industria del Kenya (KNCCI), le imprese locali gestite al femminile...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Gli ultimi rapimenti in Kenya, al confine con la Somalia (perché come non ci stancheremo mai di ripetere, checché ancora qualche giornale ne scriva a migliaia di chilometri di distanza, sulla costa keniana fino a venti chilometri dal confine non c'è...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tra un paio d'anni si potrà viaggiare con la ferrovia veloce SGR da Mombasa fino alla più...

LEGGI L'ARTICOLO

La storica firma del Protocollo d'Intesa è stata apposta dal Presidente keniano Uhuru Kenyatta ieri a Kigali, insieme a quella di altri 26 Capi di Stato di altrettante Nazioni del Continente.
Si tratta della...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dall'Italia arrivano finalmente spiragli di luce per la costa keniota. 
Dopo una stagione terribile, per colpe non certo di Malindi e Watamu, ma di congiunture astrali mondiali che tra crisi economica, terrorismo internazionale e paure ingiustificate (virus ebola a migliaia...

LEGGI TUTTO

L'ultimo sequestro, avvenuto ieri in Vietnam, di cento chili di corna di rinoceronte provenienti dal Kenya, riporta alla triste attualità il contrabbando legato alle specie protette della savana africana.
La battaglia contro i bracconieri che uccidono elefanti procede con risultati anche...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La strada che da Malindi porta al Parco Nazionale dello Tsavo Est, meglio conosciuta come...

LEGGI L'ARTICOLO

"Presto prenderemo importanti misure per non permettere più che i beach boys...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Molte le adesioni all'incontro di oggi, lunedì 28 settembre, tra i residenti e gli investitori italiani a Malindi, Watamu e Mambrui e i rappresentanti del Governo keniano e di enti governativi, oltre all'Ambasciatore d'Italia in Kenya Mauro Massoni, che per...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La notizia è di quelle che fanno ben sperare per la ripresa del turismo italiano nella costa nord del Kenya, a Watamu, Malindi e Mambrui.
Con l'arrivo di un buon numero di villeggianti, nelle due settimane centrali di agosto, si...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO