Ultime notizie

EDITORIALE

Riapertura del turismo in Kenya, come quando e perché

Aspettative e speranze degli italiani che meritano un premio

04-01-2022 di Freddie del Curatolo

C’è vita fuori dall’Italia dopo l’Omicron?
Questo si chiedono migliaia di italiani che con l’anno nuovo sperano di poter tornare a viaggiare senza rischi, sotterfugi o comunque difficoltà organizzative, assicurative e via dicendo.
In particolare chi ogni inverno era abituato a frequentare destinazioni esotiche come il Kenya ed evitare i mesi con le temperature più rigide dell’anno, risparmiare sul riscaldamento e vivere l’estate e la natura dell’equatore, si sente come un leone dello Tsavo in gabbia.
Quest’anno per dire il vero, rispetto alle scorse ferie natalizie, si sono visti più connazionali che hanno ammesso di mancare dal Kenya da due anni, ovvero dall’inizio delle restrizioni o dai primi voli di rimpatrio nella primavera del 2020.
C’è chi è tornato per evitare i postumi della crisi d’astinenza, chi ha una casa o una proprietà da controllare, chi ha deciso di riaprire la sua attività, ma ci sono anche tanti semplici turisti che evidentemente si sono rotti le scatole di dover attendere la riapertura ufficiale deli viaggi di piacere per i paesi di Fascia E di cui le mete africane più gettonate fanno parte.
A nulla sono serviti i nostri appelli, i meeting degli operatori e degli imprenditori italiani del settore turistico in Kenya e in Italia e il lavoro sottotraccia del nostro Ambasciatore a Nairobi.
Per adesso non si sblocca nulla almeno fino al 31 gennaio.
Ma dopo? Si ha sentore di cosa potrebbe accadere?
Di sicuro il 1 febbraio è l’ultima data utile per il turismo organizzato, charter e resort, perché darebbe la possibilità di lavorare e respirare economicamente almeno per due mesi, fino a fine marzo (a Zanzibar talvolta la stagione turistica arriva anche a fine aprile). C’è da tenere conto che quasi tutte le attività in Kenya hanno riaperto i battenti a dicembre per ospitare soprattutto clientela locale proveniente da Nairobi, e qualche europeo dell’Est o di paesi dove non c’è assoluto divieto di viaggiare, ma solo lo sconsiglio.
Nell’ipotesi che dal 1 febbraio venissero riaperte le destinazioni africane, le stesse strutture turistiche potrebbero pensare di allungare i tempi di apertura, evitando un nuovo blackout che presumibilmente poi durerebbe fino al prossimo luglio, con tutti i problemi conseguenti, specialmente legati agli stipendi dei dipendenti e alla manutenzione. Il Governo italiano, si sa, in questo periodo ha altre priorità e per mettersi tranquillo Draghi ha già prolungato a marzo lo stato di emergenza.
Insomma, quest’incertezza non può durare a lungo, urge fissare date certe e prendersi la responsabilità di scelte che una volta per tutte privilegino la voglia di tornare alla normalità, specialmente nei confronti di cittadini che, volenti o nolenti, hanno seguito fino a qui tutti i dettami del Governo, arrivando addirittura alla terza dose del vaccino. Dopo aver meritato quelli virtuali di limitazioni, dolori, sopportazioni e pazienza, sarebbe più che giusto che ricevessero il “premio” reale della possibilità di tornare a viaggiare liberamente (rispettando restrizioni ed obblighi dei paesi ospitanti, chiaramente) per il mondo che nel 2022 è ancora loro precluso.

TAGS: viaggi kenyaturismo kenyariapertura kenya2022 kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Il probabile prolungamento dello stato di emergenza in Italia con la quasi certezza che dopo il 15...

LEGGI L'ARTICOLO

Ancora quarantotto ore, forse meno, per capire quali saranno (e se ci saranno) i cambiamenti nel...

LEGGI L'ARTICOLO

The New Normal, “La nuova normalità”. Con questo motto il Ministro del Turismo ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya è stato votato tra le venti mete del mondo dove i turisti vorrebbero recarsi quando...

LEGGI L'ARTICOLO

La compagnia di bandiera keniana Kenya Airways vorrebbe tornare a volare quanto prima da...

LEGGI L'ARTICOLO

Chiunque lavori nel settore del turismo e in attività rivolte a visitatori si potrà vaccinare anche se non...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya è uno dei nove Paesi più sicuri dove viaggiare in tempi di Covid-19, per lavoro o vacanza, secondo...

LEGGI L'ARTICOLO

L’Italia ha deciso di rinviare al 10 agosto ogni decisione riguardo alla riapertura dei...

LEGGI L'ARTICOLO

Dal prossimo 22 settembre, il Regno Unito rimuoverà il Kenya dalla lista rossa dei Paesi in cui non è...

LEGGI L'ARTICOLO

Fare di necessità virtù è un concetto con cui gli africani convivono da sempre, anche se...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Governo Draghi, nell’ambito delle nuove disposizioni che riguardano il Green Pass e le normative sul...

LEGGI L'ARTICOLO

Sarà una settimana intensa per molti governi degli stati europei, alle prese con la graduale...

LEGGI L'ARTICOLO

Ancora troppe incertezze sul futuro dei viaggi organizzati per il Kenya dall’Italia...

LEGGI L'ARTICOLO

Anche i charter europei della compagnia anglo-tedesca TUI hanno deciso di sospendere i propri...

LEGGI L'ARTICOLO

La notizia della trattativa tra il Ministero del Turismo italiano e il Governo per ottenere...

LEGGI L'ARTICOLO

Clicca sul file allegato per scaricare e leggere il protocollo del Ministero del Turismo del Kenya...

LEGGI TUTTO