Ultime notizie

FAUNA

Stop al consumo di carne di animali selvatici

Arresti a Malindi per commercio di antilopi e facoceri

15-07-2016 di redazione

La carne degli animali di savana, la cosiddetta "game meat" da sempre costituisce un'attrazione, una leggendaria passione per gli appassionati carnivori che vogliono assaggiare un cibo esotico e allo stesso tempo sentirsi "avventurieri" del gusto. Una tradizione che fino a qualche anno fa costituiva anche un indotto per il turismo. 
Oltre al celeberrimo "Carnivor", ristorante di Nairobi con specialità di savana portate in tavola su lama o spiedo alla maniera dell'asado argentino, vi erano altri locali che promettevano un safari culinario tra gazzella, antilope, zebra, facocero e coccodrillo.
A Malindi c'era il mitico "Braciere" gestito dal veronese Germano, già anima del Bar Bar per molti anni, dalla metà degli Ottanta all'inizio dei Novanta, ma anche alcuni ristoranti britannici proponevano la carne selvatica. Sulle rive del fiume Sabaki si poteva assaggiare l'ippopotamo stufato.
Oggi, fortunatamente, è rimasto il solo Carnivor, che ha il suo allevamento personale di specie protette, che quindi hanno perso quel loro sapore forte e particolare di selvatico, e sembrano un po' tutte uguali. Anche la carne di facocero, un tempo molto popolare a Malindi tra gli italiani, perché ricorda quella del cinghiale (buona per il ragù e per il brasato) è vietata.
Per mettere fine al bracconaggio e al commercio clandestino, dall'inizio dell'anno vengono condotte operazioni importanti, che hanno già portato ad arresti di persone coinvolte nel traffico di specie animali protette. 
Nei giorni scorsi l'ennesimo caso, un malindino è stato trovato in possesso di dieci chili di filetto d'antilope, pronto per essere messo in commercio. E' stato processato per direttissima. Giorni prima, un "macellaio" rudimentale di Langobaya era stato portato in polizia per aver sezionato due facoceri. Si raccomanda turisti stanziali e residenti stranieri della costa di non accettare, nemmeno per curiosità, carne di animali che non siano d'allevamento. Potreste passare seri guai con la giustizia.

TAGS: Carne facoceroMalindi contrabbando

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Negli scaffali dei supermercati e nei chioschi di tutto il Kenya viene venduto zucchero potenzialmente cancerogeno.
L'indagine era...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nell'ambito della campagna contro il bracconaggio e il traffico illegale di ogni feticcio animale in Kenya, oltre alla tutela dell'ecosistema, vale la pena ricordare che da un po' di tempo la legge keniana è molto più severa e intransigente con...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Due ippopotami trovati decapitati, un altro nella morsa di una trappola mortale, il classico laccio di acciaio stretto alla gola.
Il segnale inquietante che la caccia...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Muhogo wa Nyama" (carne con cassava) è un piatto tipico della cucina keniana. La cassava è un tubero del tutto simile alla comune manioca, viene usato per fare la farina o come le patate, sia fritta che stufata. Il suo...

LEGGI TUTTA LA RICETTA

Venerdì alla Malindina è sempre tempo di apericena gourmet, a partire dalle ore 19.30 va in...

LEGGI L'ARTICOLO

Gli mshakiki sono spiedini di carne, simili come presentazione agli arrosticini della tradizione del centro Italia.
Possono essere di bovino, pollo o capretto e ideale, prima della preparazione, è la frollatura della carne in frigo e la marinatura con olio, sale, pepe...

LEGGI QUI LA RICETTA

Kebab è una parola di origine araba ormai nota in tutto il mondo.
Ma ogni Paese ha la sua ricetta per queste polpette di carne.
Ecco la ricetta della costa swahili, per questo piatto popolarissimo che non manca mai nelle...

LEGGI LA RICETTA

Carne musica e...molto di più. Il mercoledì è la serata speciale del Tangeri Lounge di Malindi e...

LEGGI L'ARTICOLO

L'appuntamento settimanale al Driftwood, con la grigliata di carne e di pesce a bordo piscina, nell'...

LEGGI L'ARTICOLO

Il venerdì sera uno degli appuntamenti storici e fissi delle serate di Malindi è la Barbecue...

LEGGI L'ARTICOLO

La nuova gestione del Tangeri Lounge, locale con terrazza sul lungomare di Malindi, si ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Finalmente, con l’estensione dell’apertura serale dei locali, torna uno degli appuntamenti storici ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il weekend del Driftwood di Malindi, storico e affascinante club fondato dagli inglesi ma ormai...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo un safari di dieci giorni ai piedi del deserto del Chalbi, con due notti demenziali ma assolutamente...

LEGGI TUTTO

Il riso "pilau" è uno dei piatti unici più frequenti da trovare nei ristoranti del Kenya, specialmente quelli della costa. La ricetta è di origine mediorientale, ma la sua variante swahili è diffusa soprattutto in Kenya e Tanzania e la...

LEGGI TUTTA LA RICETTA

Consueto appuntamento con l’apericena in uno dei più suggestivi scenari della cittadina turistica.
Anche...

LEGGI TUTTO