Eventi

EVENTI

Il sound internazionale di K Simba al Sunset Beach

L'artista keniano, italiano d'adozione presenta l'album "The Blackstar"

03-03-2022 di redazione

Kennedy Cozzi Omwansa, in arte K Simba è un orgoglio musicale keniano con un cuore, un imprinting e una professionalità crescente che deve molto all’Italia.
Abbiamo già parlato di lui, della sua voce importante capace di appoggiarsi a sonorità reggae, afro beat e pop-rock e delle canzoni che riflettono il suo spirito libero, l’attenzione alla società e alle sue istanze e la voglia di amare e divertirsi.
Poco meno di un anno fa, K Simba aveva presentato le sue prime canzoni con uno showcase al White Elephant, accompagnato dalla Fanisi Band, gruppo tutto malindino che nel frattempo è cresciuto artisticamente sulla sua scia facendosi conoscere a livello nazionale.
Quest’inverno il cantante dal look rasta che è stato adottato da una coppia di italiani, Franco Cozzi e Ombra Crespi, che sono i suoi primi fans (Cozzi è anche produttore artistico), ha trascorso tre mesi tra Milano e uno studio di Lugano dove ha affinato i brani già composti e ne ha scritti due nuovi, affidandosi ad importanti professionisti.
K Simba li presenterà questa sera, giovedì 3 marzo, al Sunset di Watamu, con un concerto integrale che promette classe e divertimento. E’ lo stesso cantante a raccontarci le nuove produzioni, che entrano a far parte del suo album d’esordio, dal titolo “The Black Star”.
“Ho portato in Italia il mio sound africano e la passione per il reggae – racconta a Malindikenya.net l’artista malindino – e mi sono confrontato con altri generi e arrangiamenti che mi piacciono, spostando un po’ il tiro sul pop-rock. L’esperimento ha sortito due nuovi brani di respiro più internazionale che proporrò in anteprima al Sunset, insieme agli altri otto che compongono l’album”.
Abbiamo ascoltato “Bingwa wa Mapenzi” (Maestro dell’amore), una potenziale hit già in rotazione a Nairobi, che ricorda le commistioni afro-pop di Youssou Ndour e la musica sudafricana ma nella voce e nel ritornello swahili di K Simba svela la sua anima keniana. Il tutto prodotto in maniera molto professionale per non limitarsi alla popolarità sull’asse Kenya-Italia.
“Questo brano parla di come in amore ci sia sempre qualcosa da imparare, sia dalle storie finite che lasciano strascichi sia da quelle che stanno per iniziare su cui nutriamo aspettative – racconta K Simba – e non dobbiamo cercare qualcuno che ci insegni come dominare l’amore o i nostri istinti, perché dipende tutto da noi stessi, che siamo allo stesso tempo allievi e insegnanti”.


L’altra canzone si intitola “Open the gate” ed è dedicata al figlio Leon, che ha 4 anni.
“Dall’Italia lo sentivo quasi tutti i giorni – spiega K Simba – ed ogni volta era convinto che lo chiamassi perché stavo tornando e diceva a sua madre – apri il cancello, papà tra poco arriva – così ne ho fatto una canzone, d’amore e d’accoglienza”. Tra qualche mese Kennedy tornerà in Italia e si preparerà per un tour estivo che lo farà conoscere anche a chi non frequenta il Kenya.
Intanto, a partire dalle 21 al Sunset Beach di Watamu, con la possibilità di cenare ed assaggiare le fantastiche pizze e i cocktail di Matteo, lo ascolteremo sul palco con l’inseparabile Fanisi Band, formata da Soopy Kaingu (chitarra e kifudu), Michael Kababa (chitarra), Rommy Osiro (shaker), Oha Makalasti (percussioni, kayamba, bumbumbu) Mwangolo Maxwell (tastiere e batteria elettronica).

TAGS: k simbamusica kenyaartista kenyaalbum kenyareggae kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Poco meno di trentasette anni fa, nel settembre 1983, la formazione reggae inglese degli UB40 dava...

LEGGI L'ARTICOLO

L'artista svizzero Cee-Roo, già noto per operazioni di musica e video del genere, ha girato tutto il Kenya e registrato canti, suoni e rumori della vita quotidiana del Paese, riunendoli in un brano e in un emozionante video.
Ecco il...

GUARDA IL VIDEO

Si chiama “Simba”, ed è un satellite creato da studenti e ricercatori dell’Universita La Sapienza di Roma in...

LEGGI L'ARTICOLO

Metti tanta passione malindina, il talento di un autore di musiche e testi con una forte presenza...

LEGGI L'ARTICOLO

"Africa".
Quante volte abbiamo ascoltato questa parola, questa evocazione, in un brano musicale?
Centinaia sono i brani pop il cui titolo riporta il nome del...

LEGGI, GUARDA E ASCOLTA!

Produzione musicale in Italia per il direttore di Malindikenya.net Freddie del Curatolo. 
Nelle sue vesti di cantautore, Freddie è in questi giorni in Liguria per registrare il suo secondo album a distanza di undici anni, per raccontare il suo "Esilio...

LEGGI TUTTO

Luci sulla stagione di Paparemo Beach, iniziata giovedì scorso con il primo beach party "a fari spenti" per scaldare i motori.
Serata andata oltre le aspettative per un classico di Watamu che era già molto atteso e che da qui in...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A soli sessantatre anni scompare il più grande musicista keniano.
Ayub Ogada, nativo della...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Finalmente anche la piattaforma musicale Spotify è approdata in Kenya.
Ci siamo...

LEGGI L'ARTICOLO

La Pasqua di Malindi è tutta una festa, oltre al classico Malindi Multicultural Festival, l'Ocean Beach Resort propone il...

LEGGI L'ARTICOLO

Oggi in Italia, come per tanti settori ed aspetti che riguardano l’arte e la cultura...

LEGGI L'ARTICOLO

Un evento unico che unisce la cultura della costa keniota, quella dell'etnia Mijikenda, all'arte e alle culture di tutto il mondo, attraverso i veicoli imprescindibili della musica, delle parole e dell'arte visiva. Tutto insieme in una serata dal titolo "La...

LEGGI TUTTO

Il futuro degli album musicali, specialmente nel campo dell'elettronica e della sperimentazione di suoni e del multimediale, è rappresentato dalle applicazioni per cellulari. 
Il primo app-album 3D registrato in...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una serata dal sapore anni Sessanta e Settanta, questo sabato al Paparemo Beach di Watamu, con la splendida voce  della cantante del gruppo ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I cantautori, per anni stanziati soprattutto tra l’Italia e la Francia, con una derivazione spuria...

QUI LA RECENSIONE DEL DISCO

Si chiude giovedì sera, 11 gennaio, al Baby Marrow Art Restaurant di Malindi, la fortunata rassegna di racconti, canzoni, poesia e musica "Io conosco il canto dell'Africa", ideata da Freddie del Curatolo con la collaborazione artistica di Marco Bigi.
L'ultima delle...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO