Editoriali

EDITORIALE

Ora tocca a voi, siete pronti per il Kenya?

Tornare o viverlo per la prima volta: karibu!

24-02-2022 di Freddie del Curatolo

Dopo l’improvvisa ed esaltante escalation di provvedimenti delle ultime 48 ore, il settore turistico del Kenya finalmente fa i conti con la bella notizia arrivata dall’Italia, ovvero la riapertura vera e propria del turismo, in entrata e in uscita, tra i due paesi.
Gli italiani non dovranno più esibire alcuna motivazione o dichiarare eventualmente il falso o le mezze verità tramite autocertificazioni per recarsi nella destinazione desiderata e soprattutto ogni struttura turistica potrà gestire prenotazioni e tornare a pubblicizzare la sua attività in maniera non fittizia ma finalizzata all’arrivo di tutti coloro che intendono fare una vacanza, anche la prima della loro vita, nei paradisi equatoriali di un paese che può offrire allo stesso tempo spiagge bianche e mare cristallino e savana con animali selvaggi e panorami mozzafiato e tante altre meraviglie.
I resort da decine di camere possono rivedere i loro accordi con tour operator e agenzie di viaggio italiane, i boutique hotel riprendere a fare marketing sui social e su altri canali e tornare a lavorare con chiunque senza sembrare tendenziosi o voler anticipare i tempi, le agenzie di safari possono tornare senza problemi a preparare stuzzicanti avventure ed offrire itinerari secondo le necessità e i sogni del cliente e così via. Gioisce qualsiasi attore dell’offerta turistica che ha potuto sperimentare negli ultimi trent’anni quanto la presenza italiana, anche stagionale, anche da “una botta e via” sia stata fondamentale per il loro guadagno e la loro crescita.
Ecco allora ristoratori, organizzatori di transfer, artigiani, beach boys (sic!), sarti, recuperare l’ottimismo, pronti a rivalutare specialmente sulla costa un tipo di turista di cui hanno sentito la mancanza e non solo in termini numerici. E beneficeranno del loro ritorno, speriamo corposo se non da questa Pasqua, da luglio e agosto per poi vivere una stagione da novembre in poi sulle ali di quelle positive del 2018 e 2019, anche le donne che vendono frutta e verdura al mercato, i padroncini di tuk-tuk e tutti gli altri piccoli imprenditori che sopravvivono grazie al cosiddetto indotto creato dal turismo.
Gli italiani, con tutti i loro difetti da viaggiatori un po’ sui generis, le loro difficoltà con le lingue, il provincialismo che li porta a credere che tutto il mondo sia il loro paese, sono comunque tra i turisti preferiti per chi li accoglie in Africa e si trovano con la popolazione locale più di altre nazionalità europee e occidentali.
Da oggi sperimenteremo quanto la passione e la volontà di chi da due anni è pervaso dal celeberrimo mal d’Africa, senza più alibi, si trasformerà in biglietti aerei e in una vacanza finalmente priva di divieti e con pochissime restrizioni. Ma anche quanto il desiderio di viaggiare in posti nuovi e completamente diversi da quel mondo occidentale che li ha imprigionati e stressati, convinca e coinvolga i neofiti, e li porti a conoscere un luogo che facilmente gli entrerà nel cuore.

TAGS: tornare kenyariapertura kenyaturismo kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 16 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Grande risposta collettiva di tutti gli amanti del Kenya, dei lavoratori del settore del turismo, keniani...

LEGGI L'ARTICOLO

Ancora quarantotto ore, forse meno, per capire quali saranno (e se ci saranno) i cambiamenti nel...

LEGGI L'ARTICOLO

Piuttosto che niente, meglio piuttosto, diceva il cabarettista milanese del secolo scorso Walter Valdi, che...

LEGGI L'ARTICOLO

L’Italia ha deciso di rinviare al 10 agosto ogni decisione riguardo alla riapertura dei...

LEGGI L'ARTICOLO

La notizia della trattativa tra il Ministero del Turismo italiano e il Governo per ottenere...

LEGGI L'ARTICOLO

In tredici anni di attività del Portale degli Italiani in Kenya e nella relativamente breve vita delle...

LEGGI L'ARTICOLO

Clicca sul file allegato per scaricare e leggere il protocollo del Ministero del Turismo del Kenya...

LEGGI TUTTO

Presto dovrebbe esserci un comunicato ufficiale del Governo keniano su una riapertura parziale...

LEGGI L'ARTICOLO

Vorrei tornare in Kenya perché mi manca.
Vorrei tornare in Kenya perché è un...

LEGGI L'ARTICOLO

La Malindi che riparte verso una stagione che si prospetta come la prima vera rinascita dopo le restrizioni...

LEGGI L'ARTICOLO

Sono ancora molte le incognite da risolvere riguardo alla riapertura del turismo in Kenya.
All’indomani...

LEGGI L'ARTICOLO

The New Normal, “La nuova normalità”. Con questo motto il Ministro del Turismo ...

LEGGI L'ARTICOLO

Chiunque lavori nel settore del turismo e in attività rivolte a visitatori si potrà vaccinare anche se non...

LEGGI L'ARTICOLO

Ancora una settimana di passione per centinaia di turisti italiani che non vedono l’ora di andare (e...

LEGGI L'EDITORIALE

E’ difficile, adesso come adesso, pensare alla riapertura totale del Kenya il ...

LEGGI L'ARTICOLO

Lo capirebbe anche un facocero del Serengeti che il turismo locale non può bastare a tenere...

LEGGI L'ARTICOLO