Personaggi

PERSONAGGI

Gianpaolo Zappa porta in tavola un'Italia di qualità nel Kenya che cresce

Da Nyali alla "Cascina" di Nairobi, classe e genuinità della tradizione enogastronomica di casa nostra

23-12-2017 di Freddie del Curatolo

Avere tanta Africa dentro e averla vissuta fin da bambino, ma allo stesso tempo sentirsi profondamente italiano. Conoscere la storia e le pieghe anche amare di questo Paese, ma credere nelle persone e continuare a dispensare un naturale ottimismo e una predisposizione all’incontro e alla bellezza delle cose.
E’ un connazionale da conoscere e da prendere ad esempio, Gianpaolo Zappa.
Bresciano di Rovato, in Kenya dall’infanzia, tra la Rift Valley, Mombasa e Nairobi, e oggi gestore di uno dei ristoranti italiani più apprezzati della Capitale, “La Cascina”, all’interno del centro commerciale “The Hub” di Karen, nel verde delle colline d’Africa che ispirarono la Blixen per “La mia Africa”.
La storia della famiglia Zappa è un altro romanzo che sarebbe bello poter leggere, ma basta sedersi e condividere un buon bicchiere con “l’oste” della Cascina per godersi fantastici racconti e aneddoti di un’epopea.
I genitori di Gianpaolo si trasferirono in Kenya negli anni Cinquanta e trovarono ad accoglierli una terra ricca di contraddizioni, “dove mancava tutto ma non c’era bisogno di niente”. 
Le fertili vallate di Nanyuki e delle pendici del Monte Kenya chiedevano solo di essere coltivate, schiudevano profumo di caffè e di tè, regalavano la dolcezza di alberi da frutto e il necessario nutrimento del grano.
“I miei arrivavano dalla povertà dell’immediato Dopoguerra – racconta Zappa – e mentre scoprivano Nanyuki con le sue file di capanne e baracche, e il “far west” dei dintorni di Nairobi, si stupivano del fatto che grazie agli inglesi si trovassero cose che in Italia ti sognavi”.
Gli anni d’Oro dell’Impero Britannico erano però al tramonto e la rivolta dei Mau Mau costrinse la famiglia Zappa a momenti anche duri e di pericolo, con un breve ritorno in Italia.
“Sono nato in Italia – racconta il ristoratore – ma avevo già il Kenya nel destino. La mia famiglia decise ben presto di tornare nel Continente a cui si erano legati e che li attendeva per ricominciare”.
Così è iniziata anche l’avventura di Gianpaolo, che per passione e con crescente professionalità si è avvicinato al mondo della ristorazione. Per anni è stato l’anima con il socio Gianni Sganzerla, fondatore del noto ristorante “La Veranda” di Nyali, anche di “Eataly” e poi è tornato nella “sua” Rift Valley, per una nuova scommessa, con lo stesso Gianni e la moglie Veronica Moresco.
Scommessa che a giudicare dall’afflusso, dalle recensioni degli avventori e dalla qualità che noi stessi abbiamo avuto la fortuna di valutare, è già stata vinta.
“La Cascina è uno spaccato di specialità e creatività enogastronomica italiana in uno dei simboli della Nairobi in crescita e sviluppo – spiega il residente italiano – a Nairobi pionieri come Gaetano Ruffo de “La Trattoria” tanti anni fa aprirono la via e fecero conoscere anche ai keniani l’arte del mangiare bene di cui l’Italia è “portatore sano” in tutto il mondo. Da allora sono stati aperte tante attività ed è aumentata l’importazione di prodotti anche di primissimo ordine”.
La Cascina ha il pregio di proporre entrambe le cose: esaltare la qualità delle materie prime di questo Paese, come carne pesce e verdura, ma offrire anche un panorama di quei cibi che non possono che provenire dalla nostra Penisola, come ad esempio salumi, formaggi ed ovviamente vini.
“Oltre ad appoggiarci a chi importa – precisa Zappa – noi stessi ci facciamo arrivare periodicamente prodotti freschi per via aerea, selezionando e scegliendo aziende italiane che diventano nostre “alleate” nel fornire una qualità eccellente e creare menu vari e con novità e primizie stagionali. Così avviene con il vino, di cui i keniani in primis stanno diventando ottimi conoscitori”.
Per chi vive a Nairobi, un salto alla Cascina è d’obbligo, per chi transita o spende qualche giorno di vacanza, un tuffo nella migliore tradizione culinaria di casa nostra, con il piacere di poter fare due chiacchiere d’Africa e di vita con un “oste” davvero speciale, di quelli che ci rendono orgogliosi di far parte della comunità di italiani in Kenya.  
 

TAGS: Gianpaolo ZappaLa Cascina NairobiGianni SganzerlaRistoranti NairobiItaliani Nairobiitaliani kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 16 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Malindikenya.net ha approfittato della sua sosta a Nairobi per incontrare diversi soggetti dediti ...

LEGGI L'ARTICOLO

C’è tanta voglia di specialità, servizio e vini italiani nella ripartenza dei ristoranti di Nairobi.
Uno dei ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il portale degli italiani in Kenya ha deciso di mettere in vetrina le migliori eccellenze della ristorazione...

LEGGI GLI ARTICOLI

La mitica vespa, parcheggiata nella piazzetta del centro commerciale “The Hub” di Karen, accoglie i clienti...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya, anche commercialmente parlando, ha più volti: se si intende investire e si ha ancora voglia di...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo una breve malattia se n’è andato l’imprenditore Gianni Vescovo, un pezzo di storia italiana in Kenya.
Veneziano, arrivato...

LEGGI L'ARTICOLO

L'outlet sportivo della multinazionale francese Decathlon ha aperto i battenti, come annunciato in esclusiva alcuni mesi fa da malindikenya.net, lo scorso sabato a Nairobi.
La prima...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Se Nairobi piange, la costa keniana di sicuro non ride, anzi.
I ristoratori italiani della capitale tornano a fare i conti con la chiusura totale delle loro...

LEGGI L'ARTICOLO

In concomitanza con la settimana della cucina italiana nel mondo, il portale degli italiani in Kenya ha deciso di...

LEGGI L'ARTICOLO

Aveva l’aplomb, il portamento e l’eleganza di un navigato cameriere.
Le attenzioni, la...

LEGGI L'ARTICOLO

L'annunciata proiezione pubblica del documentario "Italiani in Kenya" girato lo scorso anno tra Malindi e Nairobi dal regista Gianpaolo Montesanto, si svolgerà oggi, martedì 7 novembre, alle 18...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un documentario sugli italiani in Kenya. E' l'idea, appoggiata dall'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi, del regista italiano Giampaolo Montesanto.
Montesanto ha da poco ultimato e messo in circolazione un lungometraggio simile, sui nostri connazionali in Eritrea ed è pronto...

LEGGI TUTTO

L'appuntamento è da non perdere, per gli italiani che sono a Malindi e dintorni in questo periodo. 
Sabato 15 ottobre alle ore 18 al Museo Nazionale di Malindi (ex DC office, dietro la piazzetta del cambio, Uhuru Garden) la direttrice...

LEGGI TUTTO

Prosegue l'iniziativa degli italiani di Malindi e dintorni "Amatriciana solidale per i terremotati", i residenti e i villeggianti italiani in Kenya aiutano i connazionali colpiti dalla sciagura che ha toccato Lazio, Umbria e Marche.

LEGGI TUTTO

Questo pomeriggio sul canale per gli italiani nel mondo, Rai Italia, nel corso di una delle trasmissioni più...

LEGGI L'ARTICOLO

Sarà proiettato in anteprima a Malindi martedì 7 novembre il documentario del regista Giampaolo Montesanto "Italiani in Kenya".
La proiezione andrà in scena alle...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO