Eventi

LOCALI

A Nairobi riapre la storica "Trattoria" italiana

Da Mercoledì 10 tutti i giorni dalle 7 alle 20

09-06-2020 di redazione

Mentre in tutto il Kenya la battaglia per sconfiggere il virus non è ancora finita ma la si combatte con sempre più cognizione di causa, un’altra buona notizia arriva da chi resiste e vuole tornare alla vita e al piacere, in questo caso dell’incontro e della buona cucina.
La Trattoria, primo, storico ristorante italiano di Nairobi, riapre i battenti mercoledì 10 giugno. 
Il caratteristico locale del centro città, a conduzione familiare, che dal 1981 ha resistito ai tanti contraccolpi sociali, politici e generazionali della Capitale e che era chiuso da marzo, torna ad essere uno dei punti di riferimento del mangiare e bere nel segno della gastronomia italiana ed internazionale.
Al suo interno, riapre anche il “Luna Lounge”, l’ambiente intimo e informale che piace molto alla clientela di Nairobi e offre un’atmosfera alternativa anche a chi vuole gustare un pranzo o una cena, oltre ad un aperitivo o un drink fino a mezzora prima e mezzora dopo, come consentono le regole. 
“La pandemia del Coronavirus ha sconvolto molti settori, non ultimo quello dell'ospitalità – spiega il proprietario e fondatore della Trattoria, Gaetano Ruffo – ma ci ha anche dato l'opportunità di ricordare perché facciamo quello che facciamo e continuare a coltivare la nostra passione per il cibo e il servizio. 
I ristoranti di tutto il Paese stanno gradualmente riaprendo le porte nel rispetto delle nuove linee guida stabilite dal Ministero della Salute. Noi non faremo eccezione e ci siamo adeguati per unirci per dare una risposta collettiva a questo periodo particolare”.
La Trattoria osserverà nuovi orari anche grazie all’estensione annunciata recentemente dal Presidente Kenyatta, aprendo alle  7.00 e chiudendo alle 20.00 di ogni giorno della settimana, con la priorità assoluta di garantire la sicurezza sanitaria degli ospiti e dei dipendenti, attivando per loro i controlli della temperatura, mantenendo l'igiene  e le procedure di distanziamento fisico.
“Siamo già proiettati nel futuro dell’hospitality e della ristorazione – dice Ruffo – oltre ad aver implementato le nostre già severe pratiche di salute e sicurezza, abbiamo formato il nostro personale per prendersi ancora più cura dei clienti ed aumentare gli standard di pulizia in linea con le aspettative dell’OMS”.
Così oltre al lavaggio delle mani con rubinetti sensorizzati all’entrata e nei bagno principali con acqua sapone e dinsinfettanti e in varie aree all’interno del locale, c’è disponibilità di dispenser con disinfettanti ovunque a portata dei clienti, oltre ad effettuare frequente pulizia di tutti i pavimenti e dei servizi igienici. 
La capacità del ristorante è stata modificata, riducendo i posti a sedere ed aumentando gli spazi come richiesto, il personale ha effettuato i tamponi ed ha seguito corsi di formazione Covid-19. I clienti saranno soggetti al controllo della temperatura con gli appositi rilevatori.
Si parte la mattina dalle colazioni, con diversi tipi di “set menu” per ogni genere di esigenza e di budget: da croissant, torte e pasticceria fatta in casa a international breakfast con salsicce fresche fatte in casa, bacon, omelette e altro.
Il ristorante in più ha adottato un sistema di menu “no touch” e offrirà solo piatti freschi, con le tante specialità che hanno reso famoso questo locale. 
Il take-away è disponibile per tutte le voci del menu, compresi il celeberrimi fagottini di pollo, la pasta fresca e le mitiche pizze. E poi c’è la gran selezione di vini italiani, importati scegliendo il meglio del panorama enologico nazionale.
“Forti del supporto che abbiamo avuto in tutti questi anni – conclude Ruffo – non potevamo che fare il possibile e il meglio per tornare ad offrire il nostro servizio e la nostra eccellenza a chi ci conosce e ci frequenta da tanti anni ed ha fatto della Trattoria quello che è. Non vediamo l’ora di ringraziare tutti dal vivo ed accogliere anche nuovi clienti”. 

FOTO GALLERY
TAGS: la trattoria nairobiristoranti kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Una serata all'insegna dell'amicizia e del piacere di stare insieme nell'atmosfera da "trattoria" del People Bar & Restaurant.
Lunedì sera, 13 febbraio, Freddie e Sbringo in versione acustica incontrano l'amico cantautore Andrea Parodi, amico di tanti songwriter americani e italiani,...

LEGGI TUTTO

Una serata speciale a Malindi.
Non tanto per gustare pizza a volontà, come il People Bar & Restaurant ci ha abituato a fare per molti lunedì dell'anno, né solo per la buona musica del piano bar di Filippo, o ancora per la...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una serata particolare per chi vuole assaggiare una specialità keniana, il coccodrillo e una new entry molto apprezzata: il capretto al forno.
Animali che arrivano da allevamenti e che è possibile gustare solo in locali che ne sanno esaltare i sapori.LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Si chiama "Pizza O" la catena di pizzerie e gastronomia italiana più importante del Kenya, ed è italiana.
Già attiva con cinque locali, punti vendita d'asporto e con coperti, la catena di ristoranti e take away è nata sotto l'egida...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Coprifuoco allungato di due ore non significa che i ristoranti possono chiudere due o più...

LEGGI L'ARTICOLO

Gli italiani da un bel po’ di anni non sono più né eroi né tanto meno navigatori, ma la passione per i fornelli e per la tavola non li abbandonerà mai.
Così spesso il sogno di chi lascia la terra...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ha scelto la festa del  primo maggio per riaprire Nairobi e le altre quattro contee attigue che erano in...

LEGGI L'ARTICOLO

Presto dovrebbe esserci un comunicato ufficiale del Governo keniano su una riapertura parziale...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo le proteste delle associazioni di categoria, il Governo keniano ha fatto una mezza marcia indietro...

LEGGI L'ARTICOLO

Avere tanta Africa dentro e averla vissuta fin da bambino, ma allo stesso tempo sentirsi profondamente italiano.
Conoscere la storia e le pieghe anche amare di questo Paese, ma credere nelle persone e continuare a dispensare un naturale ottimismo e...

LEGGI TUTTA LA STORIA

I bar del Kenya dovranno chiudere alle 19, mentre i ristoranti possono proseguire il loro lavoro fino alle 21...

LEGGI L'ARTICOLO

C’è una creativa italiana dietro al successo di uno dei ristoranti più trendy di Nairobi.
La storia di Murielle Minchella parte da lontano e soprattutto parte da Malindi, per arrivare al top quest’anno nella ricca, frenetica e multietnica capitale del...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Attendevamo un comunicato ufficiale e poco fa abbiamo ricevuto la...

LEGGI ARTICOLO

Lockdown di Contea a Nairobi e in altre quattro contee del Kenya.
Questo ha deciso...

LEGGI L'ARTICOLO

Il prossimo 28 settembre il Kenya potrebbe togliere gli ultimi veti dell’emergenza pandemia...

LEGGI L'ARTICOLO

E' il Kenya la nazione più colpita dal lutto internazionale dopo lo schianto al suolo del Boeing 737 MAX della...

LEGGI L'ARTICOLO