Ultime notizie

NEWS

Come i giapponesi trasformeranno Mombasa

Porto, raccordi stradali e zona economica speciale

11-06-2022 di Freddie del Curatolo

Collegamenti verso Diani e Malindi, ampliamento del porto, parco industriale e zona economica speciale. Ecco come tra pochi mesi Mombasa si appresta a modificare il suo aspetto funzionale e a diventare l’hub più importante dell’oceano indiano d’Africa.
Tutto passa dall’area di Dongo Kundu, dove è già stato realizzato il bypass, ovvero il primo raccordo stradale che permette di saltare la città-isola e di connettere attraverso una serie di svincoli l’autostrada Mombasa-Nairobi, l’aeroporto internazionale Moi, la linea ferroviaria SGR, il porto e la strada che porta alla località turistica Diani Beach e al confine con la Tanzania.
In realtà Dongo Kundu è molto più di un bypass. La zona comprenderà un centro logistico per l'esportazione (EPZ), parchi industriali, zone di libero scambio (con tassazioni ridotte e facilitazioni) e altri servizi ausiliari come poli fieristici, meeting point, aree conferenze e mostre. Inoltre, potrà sviluppare aree residenziali per i lavoratori. Secondo gli amministratori locali, grazie ai progetti di Dongo Kundu, Mombasa avrà uno sviluppo inedito che la porterà ad essere uno dei porti più importanti del continente.

"La fase uno del parco industriale, uno dei progetti i cui disegni dettagliati sono stati completati – ha dichiarato a Business Daily il consulente per lo sviluppo della zona economica speciale, Kiyonori Matsushima - comprenderà il porto, la zona di libero scambio, l'alimentazione elettrica e un serbatoio d'acqua. Sono inoltre già in costruzione la strada di accesso al porto all'interno della zona e il blocco amministrativo. Il completamento di quest'ultimo è previsto entro l'anno”.
Sono stati proprio i giapponesi a sovvenzionare l’intero progetto, partito dall’idea di rendere il porto di Mombasa più moderno ed efficiente e collegarlo con altri servizi a terra. Questo è stato programmato con un prestito agevolato di 50 miliardi di scellini kenioti, pagabili in 30 anni.
Nelle previsioni del Ministero dell’Industrializzazione, la zona che sarà completamente produttiva entro il 2026, dovrebbe attirare investimenti tali da poter rientrare dell’investimento molto prima del tempo stabilito. Il progetto di ampliamento e interconnessione del porto di Mombasa è destinato ad aumentare i volumi di esportazione dal Kenya e a contrastare il progetto simile dei vicini di casa tanzaniani, che stanno creando il corridoio di Dar Es Salaam per attirare investitori ed attori dell’import-export dalle nazioni subsahariane senza sbocco sul mare come Repubblica Democratica del Congo, Ruanda, Burundi, Uganda e Sud Sudan.

TAGS: mombasaportoprogettibypasssvincologiapponesi

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

I lavori per la tangenziale che salterà il centro e il traffico cittadino di Mombasa sono a buon punto.
La prima parte...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La viabilità di Mombasa sta per cambiare in maniera radicale, per trasformare quella specie di caos anarchico e continuo in un traffico regolamentato che possa garantire sia i trasporti legati al commercio che quelli di tipo turistico.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' finalmente pronto ed agibile lo svincolo stradale che dall'aeroporto di Mombasa si collega alle grandi direttrici che portano a Nairobi, alla stazione ferroviaria, a Malindi e a Diani in costa sud (e quindi verso il confine con la Tanzania).LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E’ corsa contro il tempo da parte del Governo per ultimare una serie di progetti di miliardi di scellini...

LEGGI L'ARTICOLO

Un altro ponte costruito con l'aiuto dei giapponesi, dopo quello di Kilifi eretto sul creek nel 1991.
Il...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ha ufficialmente inaugurato giovedì 20 maggio il nuovo porto di...

LEGGI L'ARTICOLO

Visita nelle Contee di Mombasa e Kilifi da parte del Presidente Uhuru Kenyatta per annunciare nuove...

LEGGI L'ARTICOLO

Una sopraelevata modello giapponese per decongestionare il traffico cittadino di Nairobi, particolarmente il centro, il cosiddetto CBD (Central Business District). E' il progetto presentato dalla...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tra i progetti di infrastrutture per la Costa del Kenya presentati con la nuova finanziaria c'è anche quello per la costruzione della linea ferroviaria Mombasa-Malindi-Lamu.
Il progetto...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Quella del Viceministro dei Trasporti del Kenya è molto più di una proposta. Dall'anno prossimo le autostrade del Kenya che verranno realizzate o rimesse a posto, saranno a pagamento. 

LEGGI TUTTO

In un fruttuoso e collaborativo incontro tenutosi ieri in Comune a Malindi, tornata ad essere una municipalità autonoma, è ...

LEGGI L'ARTICOLO

Tra un paio d'anni si potrà viaggiare con la ferrovia veloce SGR da Mombasa fino alla più...

LEGGI L'ARTICOLO

In una lunga e articolata intervista ai media locali, il nuovo Ambasciatore cinese in Kenya Wu Peng, insediatosi lo...

LEGGI L'ARTICOLO

Il forum di Nairobi organizzato dal Ministro del Turismo Najib Balala a Nairobi nei giorni scorsi lo ha ribadito: Malindi avrà il suo aeroporto internazionale.
Le cause dei privati saranno risolte presto e si procederà, perché il progetto Malindi fa...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Gli operatori del settore turistico sono quantomai sul piede di guerra per la questione delle navi che dragano da tempo la...

LEGGI L'ARTICOLO

Passato il turbillon delle elezioni e riconfermato Uhuru Kenyatta alla guida della Nazione, il Paese si appresta a ripartire da dove si era fermato qualche settimana fa.
La “Vision 2030” del partito Jubilee di Kenyatta e del suo vice William Ruto,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO