Ultime notizie

NEWS

Covid-19, il Kenya manda segnali di "Speranza"

OMS certifica i numeri sempre più bassi nel paese

15-11-2021 di redazione

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ritiene credibili i dati che il Ministero della Salute del Kenya trasmette quotidianamente riguardo all’emergenza Covid-19 e che stanno delineando, nelle ultime due settimane, una quasi totale assenza del virus su scala nazionale.
Questo significativo segnale dovrebbe far riflettere il Ministro italiano Speranza che ha ancora un mese di tempo per convincersi che è ora di riaprire al turismo bilaterale con l’Africa subsahariana.
Il suo collega keniano Mutahi Kagwe, nei giorni scorsi, ha fatto capire che ogni stato che si approccerà al Kenya con fiducia e proporrà una riapertura dei corridoi di viaggio ai possessori di passaporto vaccinale, togliendo la quarantena all’arrivo nel loro paese, sarà il benvenuto al tavolo delle trattative. E non sono soltanto parole, dato che alcune nazioni, prima tra tutte la Gran Bretagna, lo hanno già fatto.
Se il problema quindi è il timore di far arrivare cittadini potenzialmente pericolosi dal Kenya, ecco che questo viene a decadere, dal momento che entrerebbero in Italia solo i vaccinati in possesso di regolare certificato. Se invece è quello di far viaggiare i connazionali in un paese definito non ancora sicuro, ecco che i numeri confermati dall’OMS parlano chiaro e le vaccinazioni aumentano al ritmo di 80 mila al giorno. Da notare, ed è un altro dato fondamentale, che chi si sta vaccinando sono tutti cittadini keniani che vivono a contatto con turisti e stranieri, come nella capitale Nairobi e nelle destinazioni costiere di vacanza, o nei lodge in savana. Le percentuali in Kenya saranno sempre più basse che altrove, perché chi vive nella foresta di Kakamega, nel deserto di Wajir, nelle isole del Lago Vittoria o nelle lande sperdute al confine con Etiopia, Somalia e Sud Sudan, difficilmente riuscirà a vaccinarsi a breve, ma ancora più difficilmente incontrerà un turista nei prossimi mesi, o anni.
Speranza in una delle ultime interviste, annunciando nuovi “corridoi covid free” a breve, ha ribadito che per Natale preferirebbe che gli italiani trascorressero le vacanze in patria.
Se il verbo che indica una preferenza si potesse applicare, dal prossimo 15 dicembre, anche al suo decreto, concedendo quindi quella discrezionalità che già hanno applicato intelligentemente Germania, Francia ed altri paesi europei, saremmo tutti molto contenti.
Intanto, giustamente, il Kenya invita a non abbassare la guardia sulla pandemia.
La richiesta del Governo ai propri cittadini non si riferisce tanto alla situazione attuale, ma al fatto che essendo ancora poco rilevante il numero dei vaccinati nel Paese, si teme possa arrivare una nuova ondata e trovare impreparata la popolazione, specialmente ora che alcune restrizioni, come il coprifuoco serale e notturno e la riapertura di pub e discoteche, sono state rimosse.
Anche ieri il Ministro Mutahi Kagwe ha annunciato solamente 21 casi di covid-19 in tutto il Kenya, con una percentuale dello 0,8% di positivi per tampone e nessun morto. I ricoverati attualmente sotto ossigeno sono 52.
Per quanto riguarda la situazione dei vaccini, a tutto il 13 novembre, nel paese è stato somministrato un totale di 5.990.974 vaccini. Di questi, 3.884.449 sono prime dosi, mentre i completamente vaccinati sono 2.106.525.
L'assunzione della seconda dose tra coloro che hanno ricevuto la prima si aggira attorno al 50%. La percentuale di adulti completamente vaccinati è salita del 7,7%.
L’obbiettivo del Governo è raggiungere quanto prima 27 milioni di vaccinati, che garantirebbe una copertura di grande sicurezza, considerata la distribuzione della popolazione sul suolo nazionale.

TAGS: casi kenyapercentuali kenyavaccini kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Le percentuali di casi per tampone scendono, specialmente a Nairobi, ma questo per il Ministro della...

LEGGI L'ARTICOLO

Probabilmente gli effetti della riapertura delle contee in lockdown e dei bar si vedranno tra...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Ministero della Salute ha deciso che il richiamo dei vaccini somministrati fino a qui, che sono...

LEGGI L'ARTICOLO

Rimozione del coprifuoco sempre meno probabile in Kenya, a giudicare dalle percentuali ancora sopra...

LEGGI L'ARTICOLO

Anche la Sanità keniana ha fatto i conti di questi primi dieci mesi di pandemia nel...

LEGGI L'ARTICOLO

La situazione dei vaccini messi fino ad oggi a disposizione dei 55 stati africani attraverso l’ente...

LEGGI L'ARTICOLO

Nonostante nuovi arrivi di vaccini (ieri altri 210 mila AstraZeneca donati dalla Polonia), in Kenya il...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya prosegue nell’andamento positivo di molti più pazienti ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un milione e duecentocinquanta mila vaccini in Kenya entro il prossimo giugno.
Dopo...

LEGGI L'ARTICOLO

Situazione sempre più sotto osservazione in Kenya, da parte del Ministero della Salute e di...

LEGGI L'ARTICOLO

Percentuali sempre di poco superiori al 5% in Kenya, nel rapporto quotidiano tra...

LEGGI L'ARTICOLO

Percentuali di casi di Covid-19 rispetto ai tamponi sempre molto sotto il 5 per cento in...

LEGGI L'ARTICOLO

Casi e soprattutto percentuali in Kenya continuano a scendere, e anche il Ministero della...

LEGGI L'ARTICOLO

Le percentuali sono sempre alte e secondo i media nazionali il Ministro della Sanità Mutahi Kagwe starebbe...

LEGGI L'ARTICOLO

Arriva dagli Stati Uniti la speranza che le popolazioni africane possano essere quasi totalmente immunizzate...

LEGGI L'ARTICOLO

Sale nelle ultime 24 ore la percentuale di casi positivi in Kenya rispetto ai tamponi eseguiti, o...

LEGGI L'ARTICOLO