Ultime notizie

SPORT

Jacobs-Omanyala, a Nairobi i 100 metri Italia-Kenya

Parata di campioni sabato al Kip Keino Classic

07-05-2022 di redazione

Sarà Italia contro Kenya, con un terzo incomodo americano, la gara dei cento metri piani più entusiasmante del continente africano, in programma oggi al Moi International Sports Centre di Kasarani a Nairobi.
Per il “Kip Keino Classic”, manifestazione di atletica leggera dedicata ad uno dei grandi campioni del mezzofondo keniano, l’olimpionico Kipchoge Keino, quest’anno sono arrivati il numero uno e il numero due alle recenti olimpiadi di Tokyo, l’italiano di origine americana Lamont Marcell Jacobs. Medaglia d’oro, e lo statunitense Fred Kerley, medaglia d’argento.
I due se la vedranno con il padrone di casa Ferdinand Omanyala, l’uomo più veloce dell’Africa, non solo detentore del record continentale ma primo keniano ad arrivare ad una finale olimpica dei cento metri. La partenza dei 100 metri è prevista per le 17.55 ora locale (16.55 in Italia, diretta su Sky). 
Sarà una gara esaltante che per Jacobs costituirà il primo vero banco di prova della nuova stagione, che culminerà con i mondiali di categoria.
Omanyala, dal canto suo, appare agguerrito e già qualche giorno fa aveva invitato pubblicamente Jacobs a “venire a Nairobi per fare un safari nel parco cittadino, guardare gli animali e rilassarsi nella natura, perché la gara la vincerò io”.
L’italiano a distanza aveva risposto da par suo: “E’ bello sentire le sue parole, mi piacciono queste sfide perché fanno bene alla gara, i suoi sentimenti sono giusti perché tutto è possibile. Ho incontrato Omanyala una volta nei 60 metri al World Indoor Tour di febbraio, ma so che Omanyala preferisce i 100 metri. Non vedo l'ora di gareggiare di nuovo contro di lui”.
Jacobs è arrivato ieri all’aeroporto internazionale Jomo Kenyatta ed è stato accolto dalla stampa con tutti gli onori. C’è molta attesa per i dieci secondi più elettrizzanti di ogni meeting di atletica leggera.
Tra i due, al Kip Keino Classic, non bisogna sottovalutare Kerley, battuto da Jacobs in Giappone per soli 6 centesimi in quella storica finale che ha visto tornare il tricolore sul podio olimpico della velocità quarantadue anni dopo Pietro Mennea.
Nel pomeriggio di venerdì, i tre hanno partecipato ad una divertente conferenza stampa in cui si sono ancora sfidati a parole. "Cosa ne dite di 9 e 60"? Prendetemi se ci riuscite!" ha lanciato il keniano. Kerley ha fatto capire di essere sul pezzo e Jacobs ha concluso "Voi due siete il motivo per cui sono qui a Nairobi, non vedo l'ora di correre".

TAGS: atletica 100 metriomanyalajacobskasarani

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Italia e Kenya corrono a braccetto e...corrono velocissimo!
Al meeting...

LEGGI L'ARTICOLO

La battuta più facile circolava questa mattina nei "bar sport" di Nairobi: "l'italiano...

LEGGI L'ARTICOLO

Non è la prima volta che il mondo dello sport presenta un intreccio tra Italia e Kenya. E’ capitato in passato...

LEGGI L'ARTICOLO

Stava andando ad allenarsi, Nicholas Bett, tra le sue montagne nell'alta Rift Valley del Kenya.
L'ex campione mondiale dei 400 metri ad ostacoli, oro a Pechino 2015, aveva...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E’ nata a Mombasa da padre inglese e mezzo seychellese e mamma keniana, ha vissuto a...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nel 2003, la giovane keniana Ajuma Nasenyana stava per salire su un aereo per la Svezia, dove avrebbe...

LEGGI L'ARTICOLO

Immaginate una balena che diciassette milioni di anni fa, sbaglia "strada" e finisce in un fiume...

LEGGI L'ARTICOLO

E’ partito ufficialmente ieri mattina, giovedì 23 giugno, il Safari Rally 2022 in Kenya.
E’ stato il...

LEGGI L'ARTICOLO

Un evento costruito ad arte per uno dei più grandi campioni dei nostri tempi in grado di abbattere...

LEGGI L'ARTICOLO

Il progetto del grattacielo di 61 piani Palm Exotjca a Watamu è stato studiato da anni nei minimi particolari, dallo...

LEGGI L'ARTICOLO

“La mia scuola era distante 15 chilometri dal villaggio in cui vivevo. Avevo solo due opzioni:...

LEGGI LA STORIA

Proprio il giorno prima della Festa della Repubblica in Italia, quest'anno arrivata in un clima quantomai confuso e desolante, ogni anno in Kenya si festeggia il Madaraka Day.
Cinquantasei anni fa...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La costruzione del porto di Lamu è al 20 per cento.
Lo ha dichiarato ieri alla stampa il direttore del progetto LAPPSET (Lamu Port Sud Sudan Ethiopia) Silvester Kasuku.
Secondo Kasuku sono già stati predisposti tre attracchi e il primo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L’Africa mi toccò l’animo già durante il volo:
di lassù pareva un antico letto d’umanità.
E a 4000 metri di altezza, seduto sulle nubi,
mi pareva d’essere un seme portato dal vento.

Spesso le cose fatte a “fari spenti” sono quelle che vanno più...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Oggi in Kenya è festa nazionale: si celebra il Madaraka Day.
Cinquantanove anni fa...

LEGGI L'ARTICOLO