Ultime notizie

SCIENZA

La balena che sbagliò strada e finì nel Turkana

Paleontologi tornano a studiare resti fossili sorprendenti

21-02-2021 di Freddie del Curatolo

Immaginate una balena che diciassette milioni di anni fa, sbaglia "strada" e finisce in un fiume africano per chissà quanti chilometri, finendo la sua avventura in Kenya nel Lago Turkana.
Un pool di ricercatori internazionali, guidati da esperti di diverse università, in particolare quella di Harvard che per prima scoprì il fossile del cetaceo nel 1964 e quella del Texas che è riuscita nel 2015 a ricostruirne la storia, torneranno nelle prossime settimane in Kenya per proseguire le loro ricerche, dopo il sorprendente ritrovamento dei resti fossili del cetaceo nella zona del Lago Turkana, nell’ottica di studiare meglio i cambiamenti climatici che portarono a questa incredibile vicenda e che potrebbero essere utili a spiegarne altri in futuro.
Oltre infatti a raccontare una storia curiosa ed enigmatica, il ritrovamento riveste una grande importanza negli studi sui mutamenti della Rift Valley, che hanno portato alla nascita dell'intera umanità. La balena, a cui non è stato dato un nome ma che sembra appartenere alla famiglia delle Ziphiidae (di cui oggi si contano 20 specie) si è arenata in una zona lontana 740 km dalla costa attuale del Kenya, a una altitudine di 620 metri. Gli scienziati suppongono che il cetaceo abbia compiuto un viaggio lungo fino a 900 chilometri nell'Oceano Indiano in direzione ovest, entrando senza accorgersi in un fiume dal letto molto ampio e finendo spiaggiata a una altitudine di 23-36 metri sopra il livello del mare di allora. 
 Non sappiamo altro del suo viaggio, e il team di ricerca ipotizza che la balena abbia proprio “sbagliato strada”, per poi non riuscire più a tornare indietro. Non è il primo caso di balene smarrite, ma mai un cetaceo era arrivato così in alto sul livello del mare.
I resti della balena, i più antichi mai rinvenuti, sono stati trovati durante gli scavi nella zona occidentale del Lago Turkana.
“La balena ci dice un sacco di cose. Ci dice il punto di partenza di tutto quel sollevamento che ha cambiato il clima che ha portato all'uomo. È incredibile”, ha spiegato il responsabile dell’ultima spedizione, Louis Jacobs, paleontologo dalla Southern Methodist University di Dallas, Texas.
Alcuni suoi colleghi sostengono che la balena potrebbe essersi arenata lungo il fiume in un periodo in cui l'Africa orientale era a livello del mare ed era coperta di foresta e giungla.
I resti fossili della balena erano stati trasportati ad Harvard e solo nel 1975 il Prof. Patterson riuscì a riportarli ai Musei Nazionali del Kenya, ma furono catalogati senza troppa attenzione, tanto che dopo la morte di Patterson, solo la caparbietà di un collega, il Prof. Mead, portò a ricollegare i fossili con il ritrovamento precedente, e da lì si aprirono gli scenari che ancora oggi risultano essere una storia ancora tutta da scrivere.

TAGS: balena kenyafossili kenyaritrovamenti kenyaturkana kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

I tre parchi nazionali del Lago Turkana sono stati dichiarati dall'UNESCO "Patrimonio mondiale in pericolo".
Lo ha deciso il World Heritage Commitee delle Nazioni Unite durante il recente congresso a Manama, in Bahrein.
Le tre riserve...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Avvistate sulle coste del Kenya le più grandi balene del mondo.
Alcuni...

LEGGI L'ARTICOLO

Da diversi anni sono istruttore subacqueo e la mia passione per il mare e per i viaggi mi ha portato a immergermi in molte parti del mondo.
Il mio arrivo in Kenya, 6 anni fa, è stato quasi casuale. 
Non era...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

L’arte rupestre preistorica è una delle attrazioni culturali meno note ma più affascinanti di questo Paese che...

LEGGI L'ARTICOLO

Inizieranno alla fine dell’anno i lavori di costruzione del più importante museo sull’evoluzione umana...

LEGGI L'ARTICOLO

Le potenzialità del Kenya nel campo della ricerca archeologia sono note, anche se soprattutto si tratta di quelle di terra, collegate soprattutto agli importanti ritrovamenti che riguardano nostri proto-antenati nella zona del...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Lo hanno chiamato “Simbakubwa”, il grosso leone in lingua kiswahili, ma in realtà l’enorme...

LEGGI L'ARTICOLO

Dalla Fondazione della Bayer tedesca arrivano 500 milioni di scellini per far fronte ...

LEGGI L'ARTICOLO

"La mia lotta per salvare i tesori naturali africani". 
Questo l'eloquente sottotitolo di un'autobiografia ....

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE

Il Kenya ha venduto il primo carico di greggio prodotto nel suo territorio.
Ieri il ...

LEGGI L'ARTICOLO

La siccità sta flagellando il nord del Kenya in netto anticipo rispetto alla stagione arida e...

LEGGI L'ARTICOLO

Due ippopotami trovati decapitati, un altro nella morsa di una trappola mortale, il classico laccio di acciaio stretto alla gola.
Il segnale inquietante che la caccia...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E dopo tanti mesi di siccità e le ultime settimane di calura in Kenya, nelle regioni del centro e del...

LEGGI L'ARTICOLO

Un team internazionale di ricercatori della Stony Brook University insieme all'Istituto Max Planck per la Conoscenza della storia umana hanno fatto una straordinaria scoperta a Lothangam North, nei pressi delle sponde Sud-occidentali del grande Lago Turkana, in Kenya.
Gli archeologi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La scoperta è stata fatta due anni fa sulle rive del Lago Vittoria in Kenya e da allora gli studiosi dell'Università di Archeologia dell'Ohio hanno portato avanti una ricerca che ha permesso di accertare senza alcun dubbio che il primo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sarà un museo unico al mondo, quello che uno dei più famosi e celebrati architetti e designer internazionali, Daniel...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO