Ultime notizie

PERSONAGGI

Miriam Were, donna keniana da onorare oggi

81 anni, nominata al Premio Nobel per la pace 2022

08-03-2022 di Freddie del Curatolo

C’è una donna keniana speciale da onorare nella festa internazionale del genere femminile. E’ la professoressa Miriam Were, che da anni si occupa in prima linea della salute dei suo concittadini vulnerabili.
Miriam è stata nominata nei giorni scorsi per il Premio Nobel per la pace 2022. Sono due associazioni internazionali, l’ American Friends Service Committee (AFSC) e il Quaker Peace and Social Witness (QPSW) ad aver segnalato la donna keniana alla fondazione svedese, citando il suo instancabile lavoro di congiunzione, fin dagli anni Settanta, tra governi, autorità sanitarie e settore privato per finanziare programmi culturalmente sensibili e sostenibili.
Nata e cresciuta in Kenya, ad ovest del paese, la professoressa Were che oggi ha 81 anni, si è laureata in medicina all'Università di Nairobi nel 1973, prima di recarsi negli Stati Uniti per i suoi master. La sua carriera nella sanità pubblica è durata oltre 50 anni.
In precedenza ha lavorato come capo della salute e della nutrizione con l'Unicef Etiopia, nonché come rappresentante dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. È la presidente del Kenya National Aids Control Council e fa tuttora parte della Commissione Lancet Covid-19. Ha anche coordinato l'assistenza sanitaria comunitaria nel Kenya occidentale, oltre ad essere rettore della Moi University.
“Una leggenda vivente che a più di ottant’anni continua a servire la sua patria e la sua gente” ha detto di lei la televisione nazionale KBC che le ha dedicato uno speciale recentemente.
“Occuparsi di sanità in Africa è come spazzare il pavimento sotto un rubinetto che perde – è una delle sue frasi più significative – io mi occupo della resistenza del pavimento, ovvero della salute delle comunità più colpite”.
Tra il suo impegno, ultimamente, anche gli sforzi per convincere alla vaccinazione il suo popolo.
“La pace e la salute sono il fondamento per il benessere dell'umanità e del pianeta - ha detto Miriam Were commentando la nomination per il Nobel - Credo nell'approccio comunitario come modalità per promuovere sia la pace che la salute, dando la possibilità agli individui e alle comunità di guidare la soluzione dei loro problemi, compresi quelli articolati negli obiettivi di sviluppo sostenibile".

TAGS: personaggi kenyakenianinobel kenyapace kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Il Canto del Kenya di oggi è un canto di speranza e potete ascoltarlo dentro un miracoloso polmone...

LA PANCHINA DI WANGARI - LEGGI LA STRISCIA QUOTIDIANA DEL DIRETTORE

Il Canto del Kenya di oggi, sabato 12 dicembre, è il fischiettare felice di un ragazzino islamico ...

IL MONOPATTINO ANARCHICO DI LAMU - Leggi la striscia quotidiana del Direttore

Per la nostra sezione "Libri sul Kenya" presentiamo "Un chicco di grano", uno dei celebrati romanzi del più grande scrittore keniano, Ngugi Wa Thiong'o, più volte candidato al Nobel per la Letteratura.

LEGGI LA RECENSIONE

Un nobel per la letteratura in Est Africa, ancora non ci credo.
Già, perché...

LEGGI L'ARTICOLO

Il fine settimana all’Olimpia Club di Malindi si anima particolarmente ed alle cene con prodotti italiani freschi d’importazione...

LEGGI L'ARTICOLO

Il 2017 a Malindi e Watamu incomincia nel segno dei personaggi che scelgono il Kenya per riposarsi e prendere un po' di caldo.
C'è chi ha deciso di far passare le feste (o aveva il classico impegno inderogabile del concerto...

LEGGI TUTTO

Il Kenya sarà una delle nazioni protagoniste della trentanovesima edizione di Macfrut, il salone...

LEGGI L'ARTICOLO

Mezza Nairobi si è trasferita sulla costa keniana per le vacanze di Natale e di fine anno, unitamente a qualche migliaio di turisti europei, soprattutto italiani ed inglesi. Per questo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

“Se l’Africa non fosse donna, si chiamerebbe Africo”.
La battutaccia non è mia (per fortuna, ma ho fatto anche di peggio) ma di un...

LEGGI TUTTO L'EDITORIALE

Torna la voglia di vivere Malindi e torna il piacere delle feste degli italiani nelle tante splendide ville di Casuarina e dintorni.
Un sintomo felice della ritrovata serenità e sicurezza della località turistica che spesso viene data per morente o...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Per venticinque anni Malindi a Capodanno ha visto lo spettacolo dei fuochi d'artificio, sulla spiaggia davanti al Casinò per volere del suo vulcanico patron Bobby Cellini, che spesso...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da Bob Dylan a uno scrittore keniano.
Sarebbe stato bello, anche perché lo scrittore, poeta, saggista e professore universitario Ngugi wa Thiong'o insegue il Nobel per la letteratura dal 2012.
Ogni anno i bookmaker lo danno nella ristretta rosa dei favoriti,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

“Per dare la possibilità a tutti i keniani di unirsi alle celebrazioni ed al ricordo dell’ex Presidente del...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo mesi di chiusura forzata a causa della pandemia, una buona...

LEGGI L'ARTICOLO

Manca un mese esatto alle elezioni nazionali in Kenya ed ogni giorno che passa crescono i dubbi...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA IL VIDEO

Il mondo piange un gigante della pace, un diplomatico dalla vocazione all’umanità.
Per il Kenya è semplicemente l’uomo che ha evitato una guerra civile, ha messo la parola fine a un eccidio senza precedenti per la Repubblica del Kenya e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO