Ultime notizie

(DIS)SERVIZI

Portale immigration in panne, ritardi e difficoltà per gli stranieri in Kenya

I rischi per chi deve rinnovare, l'attesa di chi investe e vuole lavorare

12-02-2024 di redazione

Un altro disservizio di uno dei sistemi online più utilizzati dagli stranieri in Kenya, sta bloccando e ritardando migliaia di pratiche in essere per residenti, turisti e per chi da poco si è affacciato in questo paese e sta aprendo un'attività dopo aver fatto investimenti, e vuole lavorare.
Come segnalano gli esperti di servizi di immigrazione di "Fragomen", che ogni anno stilano un report su novità, modalità e problematiche dei singoli paesi del mondo, il portale per i cittadini stranieri del Dipartimento dell'Immigrazione del Kenya (eFNS), utilizzato per elaborare tutti i servizi di immigrazione, compresi i permessi di lavoro, non è pienamente operativo dallo scorso 27 dicembre 2023, e dall'inizio di febbraio è praticamente offline. 

Come avverte Fragomen, i cittadini stranieri e i datori di lavoro che devono utilizzare il portale potrebbero avere problemi a caricare nuove domande di immigrazione e subire ritardi nell'elaborazione e accettazione delle loro domande.
Se questi processi riguardano soprattutto residenti che senza il rilascio o il rinnovo del permesso di lavoro, ad esempio, non possono richiedere la nuova carta d'identità con la quale poi poter accedere ad altri servizi (ad esempio acquisti e registrazioni di immobili, o di veicoli), sono coinvolti anche i turisti che vogliono estendere la loro permanenza in Kenya di altri tre mesi, dopo avervi soggiornato per i primi tre consentiti all'arrivo nel paese.
Questo costringe a recarsi negli uffici dell'Immigration delle principali città e contee del paese e affidarsi ai loro dirigenti, che spesso non vedono l'ora di accogliere lo straniero che ha bisogno di ovviare ad un disservizio della loro istituzione.

Come dire, in Kenya c'è sempre una maniera per arrivare ad un compromesso, specialmente nelle zone turistiche.
A Nairobi, invece (parliamo per esperienze personali), dove all'ingresso del palazzone dell'Immigration "Nyayo House" campeggia un cartello con scritto "This is a corruption free zone" (Questa è una zona esente da corruzione) si può facilmente perdere un'intera giornata vagando tra piani, stanze ed uffici o attendendo impiegati, per poi ottenere estensioni temporanee con timbro sul passaporto.
Gratis, come dovrebbe essere ovunque.

Per quanto riguarda chi si approccia ex-novo con il paese africano, Fragomen avverte che i cittadini stranieri e i datori di lavoro dovrebbero preparare le loro domande con largo anticipo rispetto a qualsiasi scadenza o termine per evitare potenziali problemi.
Anche noi monitoreremo la situazione e forniremo aggiornamenti a questo notiziario quando il sito sarà pienamente operativo.

TAGS: immigrationservizipermessivistiestensionepassaporto

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 16 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Dal periodo delle restrizioni pandemiche, con la riapertura del turismo dall’Italia verso il Kenya, alcuni...

LEGGI L'ARTICOLO

Passaporto elettronico dal 1 settembre per i cittadini keniani.
L’Immigration Office del Kenya ha annunciato che alla fine di questo mese non sarà più possibile richiedere il passaporto valido per l’espatrio con le modalità utilizzate fino ad oggi.

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Come molti di voi avranno imparato ad apprezzare negli anni (e tra poco ne compiamo 15…) Malindikenya.net è...

LEGGI L'ARTICOLO

I sessanta giorni per regolarizzare la propria posizione da lavoratore straniero in Kenya sono scattati da ieri.
Il Ministro degli Interni Fred Matiang'i ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da qualche settimana i frequentatori non residenti del Kenya, e particolarmente chi a novembre viene a "svernare" per più di tre mesi nello splendido clima di Malindi e delle altre località turistiche della Contea di Kilifi, sono soggetti al timbro...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E IL COMUNICATO

Aggiornamenti di malindikenya.net sulle operazioni di verifica dei permessi di lavoro e di residenza in Kenya per gli stranieri, da parte dell'Ufficio Centrale dell'Immigrazione di Nairobi.
Grazie a...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Come abbiamo ampiamente riferito, sta per entrare in vigore, nei prossimi giorni in...

LEGGI L'ARTICOLO

Buone notizie per i cittadini keniani che devono fare o rinnovare il loro passaporto e ne hanno bisogno con urgenza...

LEGGI L'ARTICOLO

L’ufficio dell’Immigrazione del Kenya ha deciso di facilitare i cittadini stranieri che sono in scadenza di qualsivoglia...

LEGGI L'ARTICOLO

Tutto bloccato, per ora visti e permessi non aumentano in Kenya.
Il ministero,,,

LEGGI L'ARTICOLO

Ancora otto mesi di tempo per i cittadini keniani per convertire il vecchio passaporto con il nuovo 

LEGGI L'ARTICOLO

CONSOLATO ONORARIO DI MALINDI

A TUTTI I CONNAZIONALI VISTO TURISTICO

Si fa presente a tutti i Connazionali...

LEGGI TUTTO IL COMUNICATO

Da oggi in Kenya i cittadini che devono rinnovare il passaporto o gli stranieri chiamati a ...

LEGGI L'ARTICOLO

E’ ufficiale, dal 1 gennaio 2021 per entrare in Kenya sarà valido solamente il visto...

LEGGI L'ARTICOLO

E’ ufficiale, dal 1 gennaio 2021 per entrare in Kenya sarà valido solamente il visto online.
Il sistema Evisa...

LEGGI L'ARTICOLO

I cittadini stranieri che dall’inizio dell’emergenza pandemia in Kenya, ovvero...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO