Altre attività

ECCELLENZE ITALIANE

ArteOlio e Vinyasa accorciano la filiera italiana in Kenya

La bellezza dell'olio contadino grazie all'importatore di Malindi

12-09-2023 di redazione

Nel mondo degli alimenti e dei prodotti indispensabili in cucina, per chi risiede, lavora nella ristorazione o nell’hospitality in Africa Orientale, uno degli risvolti più delicati (ma anche più saporiti, una volta che viene risolto) riguarda l’acquisto e l’utilizzo dell’olio extravergine d’oliva.
Essendo uno dei pochissimi prodotti che in questa fertile terra non crescono, l’oliva e i suoi derivati arrivano solo dall’estero.

Per troppo tempo, nei supermercati di Kenya e dintorni, ci si doveva quindi accontentare “di quel che importava il convento”, turandosi il naso sulla qualità e aprendo di conseguenza le narici a tutto spessore per cercare disperatamente di assorbire un qualche sentore di frantoio genuino e di qualità dell’oliva. Oggi per fortuna c’è chi pensa anche alla qualità

Diceva Platone che il conoscitore è colui che anzitutto sa porre le domande giuste.
Parlando di olio, spesso ci chiediamo se l’olio d’oliva che compriamo al supermercato è buono e genuino e come mai è così diverso da quello ‘del contadino’. La domanda giusta dovrebbe essere invece l’opposto: come mai l’olio del contadino è cosi fragrante e profumato e invece l’olio del supermercato non sa di nulla?

La spiegazione sta nel contenuto in milligrammi di antiossidanti che hanno i due tipi di olio, i cosiddetti tocoferoli. L’olio buono ne ha cinque o sei volte di più di un olio normale. I tocoferoli sono quindi le sentinelle della qualità, regalano quel pizzico di amaro che è proprio il segno della loro rassicurante presenza!
Ecco che l’importatore Vinyasa, che fa della sua collezione di prodotti “premium” un vanto e un marchio di fabbrica che lo sta contraddistinguendo in Est Africa, aggiunge un’altra perla di prestigio: Arte Olio, un’azienda nella maremma toscana, produce questa eccellenza in maniera moderna, senza manualità dell’uomo, con raccolta completamente meccanizzata, con assoluto rispetto dell’ambiente, in altre parole trattasi di una filiera corta (dal produttore direttamente al consumatore).

“Arte Olio è una società agricola – ha spiegato l’Ad Riccardo Schiatti al Sole 24 Ore – che integra l’intera filiera dell’olio d’oliva. Gli oliveti sono stati realizzati da noi, le attività agricole sono gestite in proprio e stiamo ultimando un frantoio di ultima generazione al centro delle aree di produzione. Un’iniziativa nata per produrre olio extravergine al 100% italiano e nient’altro”.

Vinyasa commentano: “dicono che la bellezza salverà il mondo perché non hanno assaggiato ancora quest’olio”.

TAGS: vinyasaolio italianoprodottiimportazioni

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 16 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Eccellenze italiane all’estero.
Quante volte abbiamo sentito questa espressione, spesso...

LEGGI L'ARTICOLO

L’importazione e la vendita al dettaglio di prodotti italiani di qualità a Malindi e in tutto il Kenya si arricchisce...

LEGGI E GUARDA LE IMMAGINI

Vinyasa ancora una volta alla ribalta con le sue...

LEGGI L'ARTICOLO

L’arte dell’olio extravergine italiano e quella della lirica si sposano a Malindi, venerdì...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo il grande successo di pubblico e di critica della serata al Malaika di Malindi, lo scorso venerdì, l’eccellenza...

 

LEGGI L'ARTICOLO

Dalla Puglia al Kenya, dalle Murge alla Kilifi County. Sono...

LEGGI L'ARTICOLO

Ci sono tanti modi per promuovere prodotti italiani all’estero ed altrettanti se ne possono inventare...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE IMMAGINI

Provate ad immaginare un italiano all’estero senza pasta.
Provate ad immaginare un italiano all’estero alle prese con...

LEGGI E GUARDA LE IMMAGINI

L’aumento esponenziale dell’inflazione dall’inizio dell’anno in Kenya ha portato ad un’anarchia dei prezzi dei...

LEGGI L'ARTICOLO

Ogni volta che parliamo di eccellenze dell’enogastronomia italiana esportate nel mondo e di...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

La filosofia dell’azienda italiana di Malindi Vinyasa Food, importatore di prodotti di altissima...

LEGGI L'ARTICOLO

Marco Cavalli, quarantacinquenne piemontese di Alessandria, è il nuovo Corrispondente Consolare Italiano a Watamu. 
Lo ha reso noto ufficialmente l'Ambasciata d'Italia a Nairobi. 

LEGGI TUTTO

Abbiamo già parlato di Vinyasa, recente arrivo di qualità (e ottimo rapporto qualità-prezzo) nel novero...

GUARDA IL VIDEO

Berlucchi, il Franciacorta metodo classico più premiato e celebrato nel mondo, sbarca con le sue bollicine in...

LEGGI L'ARTICOLO

Dalla Germania al Kenya, nel nome del gusto italiano. “Fa’ la cosa giusta!” strillano i...

LEGGI L'ARTICOLO

E’ un periodo quantomai difficile per gli importatori di prodotti dall’Italia e dall’Europa in Kenya, tra...

LEGGI L'ARTICOLO