Ultime notizie

SARA' VERO?

Il Kenya torna a pensare alla 'cittadinanza in vendita'

Potrebbe essere una via per ridurre l'inflazione

07-06-2023 di redazione

Il Kenya potrebbe tornare a pensare, come già aveva fatto qualche anno fa nella mente del leader di allora, Uhuru Kenyatta, a vendere cittadinanze keniane agli stranieri, per recuperare un po' di denaro fresco che farebbe comodo a mitigare l'inflazione e per invogliare al business molti investitori che spesso vedono nella burocrazia di questo paese un ostacolo insormontabile:
Nella visione di Kenyatta, la cittadinanza a pagamento, sulla falsariga di quello che accade già in altri Paesi, ad esempio del Centro e Sudamerica, ma anche in Montenegro e Turchia, avrebbe potuto aiutare a ridurre il debito pubblico e specialmente quello maturato negli ultimi anni con le nazioni straniere ed il Fondo Monetario Internazionale per via dei tanti progetti di sviluppo e infrastrutturali. La cifra si aggira intorno a 70 miliardi di dollari e la “Vision 2030” del vecchio esecutivo non appare più così nitida.
Chiaramente i prezzi non saranno abbordabili, considerato anche che lo Stato andrà a perdere permessi di lavoro ed altri benefici che gli stranieri elargiscono per poter operare in Kenya. Intanto, a quanto si apprende dai banchi del parlamento, il primo passo sarà facilitare le residenze a lungo termine, magari attivando dei permessi speciali a cinque anni (come avviene in altri paesi africani) per permettere a chi investe di poter attuare dei piani di investimento e crescita a lunga gittata, senza essere costretto ad improvvisare o a sentirsi legato al cappio del rinnovo ogni due anni,
Già non troppo tempo fa, il quotidiano Daily Nation, nel prospettare la possibilità, indicava i campi dell’edilizia e della tecnologia come possibili ambiti dove alla creazione di posti di lavoro e di opportrunità saranno abbinati passaporti keniani.
Tutto questo, secondo gli esperti, permetterebbe di tornare ad investire con fiducia e per gli stranieri avere la possibilità di un doppio passaporto (infatti la legge prevederebbe che si possa mantenere la propria citadinanza estera) aprirebbe le porte a business più veloci e redditizi.

TAGS: cittadinanzaburocraziapermessiresidenza

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 16 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

In tredici anni di attività del Portale degli Italiani in Kenya e nella relativamente breve vita delle...

LEGGI L'ARTICOLO

Aggiornamenti di malindikenya.net sulle operazioni di verifica dei permessi di lavoro e di residenza in Kenya per gli stranieri, da parte dell'Ufficio Centrale dell'Immigrazione di Nairobi.
Grazie a...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Aumentano le sanzioni per gli italiani che vivono all’estero, quindi anche in Kenya, e non si iscrivono...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Ministro degli Interni del Kenya Fred Matiang'i ha preannunciato una maxi operazione del Governo per verificare chi lavora regolarmente nel Paese, ed eventualmente espellere quelli che non hanno intenzione o non...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Con un comunicato emesso dall’autorità nazionale dell’aviazione civile (KCAA), sono state decise...

LEGGI L'ARTICOLO

Il prossimo 17 aprile 2016 si terrà il referendum abrogativo della norma che prevede che i permessi e le concessioni a esplorazioni e trivellazioni dei giacimenti di idrocarburi entro dodici miglia dalla costa abbiano "la durata della vita utile del...

Lo aveva detto in campagna elettorale riferendosi specialmente ai cinesi e a tutti gli stranieri che “hanno...

LEGGI L'ARTICOLO

Come abbiamo già scritto in precedenza, dal 1 gennaio 2024, per chi vive all’estero (quindi anche...

LEGGI L'ARTICOLO

Le nuove tariffe dell’ufficio immigrazione del Kenya sono ufficialmente state applicate, per i primi...

LEGGI L'ARTICOLO

Per la prima volta il Kenya è quotato meglio dell’Italia a livello internazionale sull’accessibilità e la facilità...

LEGGI L'ARTICOLO

Per i primi giorni dell’anno, e almeno fino a nuove indicazioni attraverso il sito etakenya.go.ke, si entrerà...

LEGGI L'ARTICOLO

Storie d'altri tempi o di tempi semplicemente diversi dai nostri. A Malindi uno dei tanti figli di un anziano padre di famiglie (e il plurale è d'obbligo, data la poligamia della tribù locale) dopo la morte del padre ha deciso...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I cittadini stranieri che dall’inizio dell’emergenza pandemia in Kenya, ovvero...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Chi decide di trasferirsi in Kenya lo può fare da turista, ma in questo caso deve uscire dal Paese ogni sei mesi (dimenticate i ...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Il prossimo 12 giugno 2022 gli italiani voteranno cinque referendum popolari che riguardano...

LEGGI L'ARTICOLO

Novità per i permessi di lavoro nel settore del Turismo in Kenya.
Il Governo keniano ha approvato una regolamentazione secondo la quale viene istituito un "comitato di garanzia" per verificare e dare la propria approvazione alle richieste di permessi di...

LEGGI TUTTO